Pubblicato in: Mostre

Da Georges de La Tour a Chagall, le mostre da non perdere a Milano in estate

Beatrice CurtiBeatrice Curti 4 settimane fa
georges-de-la-tour-Palazzo-reale
Dopo lunghi mesi di lockdown i musei di Milano hanno riaperto, e con loro tutte le sedi espositive della città. L’estate milanese sarà ricchissima di eventi, dal cinema all’aperto al teatro. Anche l’arte torna a stupire, con mostre e rassegne pensate per tutti coloro che hanno sentito terribilmente la mancanza di quadri, sculture e installazioni.

Noi di Milano Weekend vi aiutiamo a scegliere tra le numerose proposte con il nostro #spiegonemostre per l’estate 2020.

 

Misure di sicurezza

Tutte le mostre seguono le norme di sicurezza per i luoghi pubblici: la mascherina è obbligatoria, all’ingresso verrà misurata la febbre e chiesta l’igenizzazione delle mani. Per evitare assembramenti le entrate e le uscite saranno contingentate.

La prenotazione è obbligatoria per tutte le mostre: i biglietti sono acquistabili online per fasce orarie sui siti ufficiali delle sedi espositive.

 

Palazzo Reale

Georges de La Tour: l’Europa della luce (7 febbraio – 27 settembre)

L’itinerario espositivo composto da 30 opere, renderà omaggio a questo artista francese dell’epoca barocca rimasto per secoli nell’oblio. Non esistono opere di Georges de La Tour in Italia, per questo motivo si tratta di una mostra importantissima per conoscere l’artista, celebre per i sui delicati notturni e i diurni realistici e crudi.

A cura di Francesca Cappelletti

Biglietti:

  • Intero € 14
  • Ridotto € 12
  • Musei Lombardia e Soci Orticola € 10
  • Ridotto speciale € 6
  • Biglietto Famiglia: 1 o 2 adulti € 10 / ragazzi dai 6 ai 14 anni € 6 / gratuito minori di 6 anni

Leggi la nostra recensione in anteprima della mostra

 

Roberto Cotroneo: nel teatro dell’arte (6 marzo – 26 luglio)

Lo scrittore e saggista Roberto Cotroneo ha realizzato tra il 2015 e il 2019 oltre 50 fotografie relative al pubblico teatrale, alle sue reazioni, ai suoi movimenti. Da questo lavoro è prima stato tratto un libro, Genius Loci e poi una mostra, presentata per la prima volta a Palazzo Reale.

A cura di Denis Curti

Ingresso gratuito

 

Viaggio oltre le tenebre. Tutankhamon RealExperience® (5 marzo – 30 agosto)

La prima esperienza immersiva ospitata a Palazzo Reale è dedicata al re egizio che più di ogni altro rappresenta l’immaginario collettivo sull’affascinante civiltà egiziana: Tutankhamon.

Un percorso immersivo accompagna lo spettatore alla scoperta del mondo ultraterreno egizio, insieme a statue e oggetti originali, tra cui il “Corredo Brusca”, insieme di oggetti funerari dispersi nei Musei Civici di Milano e per la prima volta riuniti insieme. Importante anche la statua raffigurante il dio Amon con le fattezze di Tutankhamon, soprannominato il “re bambino” perché morto alla giovane età di 18 anni.

 

1920 – 2020: Federico Fellini. Un racconto (17 settembre – 15 novembre)

Il 2020 celebra i 100 anni dalla nascita di uno dei registi più iconici del nostro paese. Milano non poteva mancare nel rendere omaggio a Federico Fellini e lo fa con una mostra che percorre i decenni della carriera del regista, con un focus particolare ai suoi soggetti più amati: le donne.

A cura di Vincenzo Mollica, Alessandro Nicosia con Francesca Fabbri Fellini

 

PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea

Performing PAC Made of Sound ( 2 luglio – 13 settembre)

Il 2 luglio riapre PAC, il museo di arte contemporanea di Milano, con la rassegna Performing PAC Made of Sound, che indaga il rapporto tra arte e musica. Oltre all’esposizione di opere video, materiali d’archivio e performance live, il progetto raccoglierà interventi e dibattiti tra critici e artisti.

La mostra si sviluppa intorno all’opera di cinque artisti internazionali, che fanno del rapporto tra arte contemporanea e musica il filo conduttore della loro arte.

Laurie Anderson sarà madrina ideale della mostra, con l’omaggio alla sua performance del 2003 al PAC che verrà per la prima volta riproposta in video.

A cura del Comitato Scientifico del PAC

Ingresso gratuito

 

Museo del Novecento

Focus Collezione ACACIA 2020, Tatiana Trouvé (19 febbraio – 16 agosto)

Il Museo del Novecento e ACACIA, Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana, presentano un approfondimento sulla figura dell’artista Tatiana Trouvé. Il lavoro dell’artista si concentra sul rapporto tra spazio e tempo, riprodotti su carta o tramite installazioni.

Ingresso incluso nel biglietto del museo

 

Focus Valentino Vago, Sguardo sulle collezioni: la nuova acquisizione (2 marzo – 20 settembre)

Per omaggiare le opere custodite negli Archivi, il Museo del Novecento inaugura con questa mostra una serie di esposizioni dedicate alle opere “nascoste”. Grazie alo slancio dato dalla nuova acquisizione dell’opera R.10 – 169 del pittore astrattista Valentino Vago, sono state esposte altre opere dell’artista presenti nei Musei Civici di Milano, oltre a documenti d’archivio sulla figura di uno degli astrattisti più importanti d’Italia.

Ingresso incluso nel biglietto del museo

 

MUDEC

Robot. The Human Project (prossimamente)

Dai primi esperimenti di meccanica degli antichi fino ai robot più avanzati e all’Intelligenza Artificiale all’avanguardia. La ricerca umana verso la creazione di un proprio “doppio” meccanico sembra non esaurirsi mai.

La mostra, realizzata in collaborazione con l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e l’IIT di Genova, porta lo spettatore a domandarsi quali implicazioni etiche e sociali comporta la realizzazione di automi sempre più simili all’uomo.

A cura di Lavinia Galli, Antonio Marazzi e Alberto Mazzoni

 

Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo (prossimamente)

Tra le mostre più attese del 2020, purtroppo rimandata a causa del lockdown.

L’esposizione si concentra sull’impatto che i lungometraggi Disney hanno avuto sulla società nel corso del Novecento. Attraverso storyboard e disegni originali provenienti dai Walt Disney Studios, lo spettatore si immergerà completamente all’interno del processo creativo dietro i film che più abbiamo amato durante l’infanzia.

A cura del Walt Disney Animation Research Library

 

Tina Modotti. Donne, Messico e libertà (prossimamente)

Le mostre del 2020 saranno all’insegna delle donne protagoniste, non come oggetti della rappresentazione artistica, ma come soggetti attivi. Come Tina Modotti, fotografa e avventuriera che tra gli anni Venti e Trenta ha immortalato il Messico, terra in cui cominciò la sua lotta per la libertà e la giustizia, fino alla tragica morte durante la Guerra di Spagna a soli 46 anni.

La mostra celebra lo spirito appassionato della fotografa attraverso documenti originali, stampe ai sali d’argento e video.

 

Museo Diocesano

Gauguin, Matisse, Chagall. La Passione nell’arte francese dai Musei Vaticani (21 febbraio – 4 ottobre)

Direttamente dalla collezione di arte contemporanea dei Musei Vaticani, il tema della Passione riletto e interpretato dai maggiori artisti francesi a cavallo tra il XIX e XX secolo. Un’analisi non semplice tra le Avanguardie e la religiosità, declinata in modo diversissimo da Matisse, Gauguin e Chagall, quest’ultimo di fede ebraica ma fortemente affascinato dalla tradizione cristiana.

A cura di Nadia Righi e Micol Forti

Biglietti:

  • 10 €, comprensivi di ingresso e consumazione al Chiostro Bistrò

 

Inge Morath. La vita. La fotografia (19 giugno – 1° novembre)

Prima donna a essere ammessa alla prestigiosa Magnum Photos, Inge Morath dovette combattere contro un ambiente prevalentemente maschile, tanto da dover pubblicare spesso le sue foto con uno speudonimo.

I suoi scatti di viaggi raccontano meglio di qualunque documento la sua vita e l’estrema curiosità che la definivano. I suoi ritratti descrivono senza retorica i caratteri della persona immortalata, sia essa una celebrità o un mendicante.

A cura di Brigitte Blüml – Kaindl, Kurt Kaindl, Marco Minuz

Biglietti:

  • 10 €, comprensivi di ingresso e consumazione al Chiostro Bistrò
Etichette: