Pubblicato in: Cinema

Oscar 2021: dove vedere in streaming i film candidati

Beatrice CurtiBeatrice Curti 2 settimane fa
mank-film-netflix

Sono stati annunciate le nomination per gli Oscar 2021, con quasi due mesi di ritardo rispetto alla consueta tabella di marcia. Questo per permettere a tutte quelle pellicole che a causa della pandemia non sono riuscite a vedere la luce in tempo per le premiazioni di uscire in streaming e partecipare alla più prestigiosa competizione del mondo del cinema.

Netflix trionfa con 35 nomination, ben 11 in più dell’anno precedente. Tantissimi film candidati sono già disponibili in streaming sulle principali piattaforme, o lo saranno presto. Scopriamo quali sono e dove vederli!

Piccola nota: non saranno presenti tutti i film in nomination, ma solo quelli attualmente disponibili in Italia o per i quali è stata fissata una data di uscita. Grandi assenti quindi, Minari, candidato a 5 premi Oscar, insieme ad altre pellicole attesissime come Judas and the Black Messiah, The United States vs. Billie Holiday e Una donna promettente.

Dato che la Lombardia è in zona rossa e le attività sono decisamente limitate cosa c’è di meglio che spendere una serata a vedere una pellicola in lizza per l’Oscar? E se preferite esplorare il cinema italiano perché non recuperare le pellicole candidate ai David di Donatello 2021?

Mank

Il film di David Fincher, basato su una sceneggiatura scritta da suo padre molti anni fa, ha conquistato l’Accademy, nonostante sia rimasto a bocca asciutta ai Golden Globe, “l’anticamera” degli Oscar. Il film, basato sulla vita di Herman J. Mankiewicz, sceneggiatore del capolavoro Quarto Potere, ha ottenuto ben 10 nomination, il numero massimo possibile per un unico film.

Disponibile su: Netflix

Candidato come: Miglior film, Miglior regia (David Fincher), Miglior attore protagonista (Gary Oldman), Migliore attrice non protagonista (Amanda Seyfried), Miglior fotografia, Migliore colonna sonora, Miglior trucco e acconciature, Migliore scenografia, Migliori costumi, Miglior sonoro

Nomadland

Già vincitore del Leone d’Oro a Venezia, Nomadland trionfa anche ai Golden Globe, diventando la pellicola più attesa del 2021.

Il film è incentrato su Fern (Frances McDormand) che, dopo il collasso economico di una città aziendale nel Nevada rurale, carica i bagagli sul proprio furgone e si mette in strada alla ricerca di una vita fuori dalla società convenzionale, come una nomade moderna.

A causa delle restrizioni causate dal Covid, non è ancora certa l’uscita del film in sala, con una data ancora da destinarsi. Searchlight Picture ha però un piano di riserva: nel caso il film non potesse uscire in sala nel prossimo mese è previsto il rilascio su Star, il nuovo canale di Disney+ a partire dal 30 aprile.

Disponibile su: Disney+ dal 30 aprile 2021

Candidato come: Miglior film, Miglior regia (Chloe Zhao), Migliore attrice protagonista (Frances McDormand), Miglior fotografia, Miglior sceneggiatura non originale, Miglior montaggio

Borat – Seguito di film cinema

Di Sacha Baron Cohen, 2020

Il famosissimo giornalista kazako Borat torna in missione in USA, questa volta per omaggiare il presidente Trump con un dono piuttosto particolare. Mentre guardate il film ricordate che gli unici attori presenti sono lo stesso Sacha Baron Cohen e la comica Maria Bakalova; nessun altro sta recitando, anche se si fatica a crederlo.

Disponibile su: Prime Video

Candidato come: Migliore attrice non protagonista (Maria Bakalova), Miglior sceneggiatura non originale

Il processo ai Chicago 7

Di Aaron Sorkin, 2020

Una storia vera, magistralmente portata in scena da un cast fenomenale. Nell’America della Controcultura sette uomini appartenenti a organizzazioni pacifiche vengono processati a causa di disordini avvenuti a Chicago il giorno della convention del partito Democratico, in un caso giudiziario pieno di ombre.

Disponibile su: Netflix

Candidato come: Miglior film, Miglior attore non protagonista (Sacha Baron Cohen), Miglior fotografia, Miglior sceneggiatura originale, Migliore canzone originale (“Hear My Voice”), Miglior montaggio

Ma Rainey’s Black Bottom

Ispirato all’omonima opera teatrale di August Wilson, il film costringe lo spettatore a guardarsi dentro attraverso le vicende di un gruppo di musicisti, riuniti in un piccolo e afoso studio di registrazione per accompagnare la cantante Ma Rainey, stella del blues degli anni Venti. All’interno del cast, insieme a Viola Davis nel ruolo della dispotica e agguerrita blues woman, colpisce la grinta e la forza di Chadwick Boseman, nel suo ultimo ruolo prima della scomparsa a soli 43 anni.

Leggi la nostra recensione del film

Disponibile su: Netflix

Candidato come: Migliore attrice protagonista (Viola Davis), Migliore attore protagonista (Chadwick Boseman), Miglior trucco e acconciature, Migliore scenografia, Migliori costumi

La vita davanti a sé

Sophia Loren è un’anziana prostituta in pensione, che accoglie in casa sua bambini che non possono essere tenuti dai genitori, o che sono stati abbandonati. L’ultimo arrivato è Momò, un bambino senegalese scontroso e diffidente, ferito da una vita già dolorosa. La donna si farà strada con schiettezza e coraggio attraverso i fantasmi del bambino, per mostrargli come al mondo esista ancora qualcuno di cui fidarsi.

La vittoria di Laura Pausini con il brano “Io sì” ha fatto storia: si tratta della prima canzone completamente in italiano a vincere l’ambita statuetta, aprendo la strada verso gli Oscar.

Disponibile su: Netflix

Candidato come: Miglior canzone originale (“Io sì (Seen)”)

Soul

La vita di Joe, insegnante di musica alle medie, viene bruscamente interrotta “sul più bello”: poco prima di esibirsi al pianoforte con una star del jazz come Dorothea Williams sul palco del prestigioso Half Note. La sua lotta per scappare dall’aldilà e tornare a vivere la sua vita si scontra con quella di Ventidue, un’anima mai nata che non ha alcuna intenzione di occupare un posto nel mondo. Tra i film più adulti della Pixar, Soul è un trionfo di sperimentazione, con soluzioni mai viste prima sul grande schermo.

Disponibile su: Disney+

Candidato come: Miglior film d’animazione, Miglior colonna sonora, Miglior sonoro

Sound of Metal

La storia tragica di Ruben, un batterista che lentamente sprofonda nel silenzio, perdendo l’udito e l’unica cosa che lo separa dall’oblio della tossicodipendenza, abbandonata proprio grazie alla musica. Un percorso intimista nel pesante silenzio della sordità, unito a interessanti sperimentazioni nell’uso del sonoro.

Leggi la nostra recensione del film

Disponibile su: Amazon Prime Video

Candidato come: Miglior film, Miglior attore protagonista (Riz Ahmed), Miglior attore non protagonista (Paul Raci), Miglior sceneggiatura originale, Miglior sonoro

Notizie dal mondo

Tom Hanks veste i panni di un uomo semplice, in costante viaggio per le cittadine sperdute del selvaggio West dove legge alla gente le ultime notizie dei giornali. Un servizio indispensabile per connettere le popolazioni analfabete al mondo. La sua vita pacifica cambia di colpo quando trova sulla sua strada la piccola Cicala (Helena Zengel al suo primo ruolo cinematografico), una bambina bianca cresciuta con gli indiani e separata dalla sua tribù. La lotta per restituirla alla sua famiglia biologicae per educarla sembra una sfida troppo grande per un uomo che sta tentando di scappare dal dolore del passato.

Disponibile su: Netflix

Candidato come: Miglior fotografia, Miglior scenografia, Miglior sonoro

Quella notte a Miami…

Cosa si direbbero Malcom X, Cassius Clay, Sam Cook e Jim Brown se fossero tutti insieme nella stessa stanza? È quello che immagina Quella notte a Miami…, un film in cui la riflessione sui diritti civili e la segregazione nell’America degli anni Sessanta assume delle sfumature uniche, vissuta e interpretata da quattro delle più imponenti figure afroamericane di quell’epoca. Ognuno di loro ha vissuto l’odio razziale sulla propria pelle, costante nonostante la fama, ma ognuno di loro lo combatte con le sue armi, accendendo un dibattito che tiene incollati allo schermo.

Disponibile su: Netflix

Candidato come: Miglior attore non protagonista (Leslie Odom, Jr), Miglior sceneggiatura non originale, Miglior canzone originale (“Speak Now”)

Pinocchio

Il film di Matteo Garrone ripercorre la storia del burattino di Collodi, vestendolo di quella magia fantastica e grottesca tipica delle pellicole del regista (come dimenticare “Il racconto dei racconti”). Grandi attori italiani si cimentano con una delle storie più note e forse abusate degli ultimi anni: da Benigni nel ruolo di Geppetto a Rocco Papaleo e Massimo Ceccherini nei panni azzeccatissimi del Gatto e la Volpe, fino all’ultima apparizione di Gigi Proietti in un fantastico Mangiafuoco.

Disponibile su: Sky

Candidato come: Miglior trucco e acconciature, Migliori costumi

Etichette: