Pubblicato in: Mostre

Mostre a Milano 2022: da Tiziano a Chagall, gli appuntamenti da non perdere

Beatrice Curti 4 settimane fa
mostre-milano-2022-min

Il 2021 è agli sgoccioli, e guardandosi indietro troviamo un lungo elenco di mostre a Milano di altissimo livello, tutte imperdibili: dalle ninfee di Monet alle installazioni impressionanti di Maurizio Cattelan, dalla fotografia di Tina Modotti alla scultura italiana del Quattrocento.

Cosa ci riserva il nuovo anno? Il 2022 si preannuncia un anno ricchissimo di appuntamenti dedicati all’arte a Milano, tra contemporaneo e Rinascimento, fino all’arte antica e al recupero di figure del passato. I primi mesi del nuovo anno come sempre saranno caratterizzati dalla conclusione delle mostre del 2021, per poi passare alla nuova, grande stagione dell’arte milanese. Scopriamo cosa andare a vedere nel 2022 a Milano con il nostro #spiegonemostre!

Mudec

Disney. L’arte di raccontare storie (fino al 13 febbraio 2022)

Leggi la nostra recensione in anteprima della mostra

La mostra si compone di preziose opere originali provenienti dagli Archivi Disney di questi immortali lungometraggi e di altri celebri film dei Walt Disney Animation Studios.
L’esposizione racconta i capolavori di Walt Disney, riconducendo le storie alle antiche matrici di tradizione epica: sono i miti, le leggende medievali e il folklore, le favole e le fiabe che costituiscono da secoli il patrimonio narrativo delle diverse culture del mondo. Da queste tradizioni derivano le storie più famose da cui sono stati tratti i film Disney e vengono presentate in chiave narrativa attraverso l’esposizione dei bozzetti preparatori di ricerca creativa, incentrati sull’esplorazione di personaggi, ambientazioni e trame narrative.

Biglietti:

  • Intero € 14
  • Ridotto € 12
  • Ridotto speciale € 8
  • Bambini dai 6 a 13 anni € 8
  • Bambini dai 4 ai 5 anni € 5
  • Minori di 4 anni gratuito

Henri Cartier Bresson. Cina (23 febbraio – 3 luglio 2022)

La mostra riunisce un eccezionale corpus di fotografie e documenti di archivio: più di 100 stampe originali del 1948-1949, 40 stampe del 1958, documenti e pubblicazioni originali appartenenti alla collezione della Fondazione HCB. Un excursus senza precedenti di due momenti chiave nella storia della Cina: la caduta del Kuomintang, l’istituzione del regime comunista (1948-1949) e il “Grande salto in avanti” di Mao Zedong (1958). Un momento importante nella storia del fotogiornalismo vissuto con il personale approccio del maestro della fotografia Henri Cartier-Bresson.

A cura di Michel Frizot e Ying lung Su

Marc Chagall. Una Storia di due mondi (16 marzo – 31 luglio 2022)

L’esposizione include una ricca selezione di opere di Marc Chagall dalle enciclopediche raccolte dell’Israel Museum di Gerusalemme e presenta le radici dell’opera di Chagall attraverso disegni, stampe, dipinti, oggetti rituali, fotografie e libri. Queste hanno costituito la fonte per il compendio di immagini che ha accompagnato il viaggio dell’artista attraverso vari paesi e diverse culture. La maggioranza di questi lavori sono stati donati all’Israel Museum da persone a lui vicine e dalla figlia dell’artista, Ida.

A cura di Ronit Sorek, Ruth e Joseph Bromberg (Israel Museum di Gerusalemme)

Biglietti:

  • Intero € 14
  • Ridotto € 12
  • Ridotto speciale € 8
  • Bambini dai 6 a 13 anni € 8
  • Bambini dai 4 ai 5 anni € 5
  • Minori di 4 anni gratuito

LaChapelle. I believe in miracles (22 aprile – 11 settembre 2022)

Il concept della mostra nasce dall’idea che un mondo nuovo e migliore è possibile se gli esseri umani diventano consapevoli dei loro errori e cominciano a rispettare gli uni gli altri, le diverse culture, la natura. Il pianeta sta soffrendo e l’unica possibilità che ci rimane è promuovere un cambiamento di abitudini. La mostra propone una selezione di circa 50 fotografie in grandi formati, guidando il visitatore attraverso immagini che indicano il cammino verso un mondo nuovo, caratterizzato da una natura intatta, dalla spiritualità, dall’amore e dalla bellezza, dove uomini e donne sono finalmente liberi dalle costrizioni del mondo contemporaneo.

A cura di Denis Curti e Reiner Opoku

Gallerie d’Italia

Grand Tour. Sogno d’Italia tra Venezia e Pompei (fino al 27 marzo 2022)

Gallerie d’Italia propone una grande esposizione dedicata al fnomeno del Grand Tour, il viaggio che i giovani aristocratici europei compivano in Italia, alla scoperta delle bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche dello Stivale. Dipinti, oggetti e sculture raccontano un fenomeno che a partire dal XVIII secolo coinvolse tutte le grandi corti europee e contribuì alla nascita del turismo. I giovani viaggiatori scoprivano l’arte antica, conoscevano usi e costumi del folklore italiano e li riportavano in patria attraverso ritratti, dipinti di paesaggi e souvenir di Venezia, Firenze, Napoli, Roma… diffondendo nel mondo la conoscenza del nostro territorio.

Biglietti:

  • intero: 10 €
  • ridotto: 8 €
  • ridotto speciale: 5 €
  • ingresso gratuito per convenzionati, scuole, minori di 18 anni

Museo del Novecento

Mario Sironi. Sintesi e grandiosità (fino al 27 marzo 2022)

Leggi la nostra recensione della mostra

Centodieci opere esposte ricostruiscono l’intero percorso artistico di Mario Sironi: dalla giovanile stagione simbolista all’adesione al Futurismo; dalla sua originale interpretazione della metafisica nel 1919 al momento classico del Novecento Italiano; dalla crisi espressionista del 1929-30 alla pittura monumentale degli anni Trenta; fino al secondo dopoguerra e all’ Apocalisse dipinta poco prima della morte.

L’esposizione non si ferma al Museo del Novecento, ma si estende anche nella Casa Museo Boschi Di Stefano e ha in progetto di ampliarsi ai lasciti sironiani a Milano, dal Palazzo dell’Informazione al Tribunale fino alla Triennale. Un modo per far uscire la mostra dagli spazi convenzionali e aprire un dialogo con la città e la sua memoria storica e artistica, come vero crocevia dell’arte contemporanea del Novecento.

Biglietti:

  • Intero: 10 €
  • Ridotto: 8 € (Adulti dai 65 anni compiuti, giovani dai 18 ai 25 anni, studenti universitari e delle Accademie di Belle Arti, dipendenti dell’Amministrazione comunale)
  • Ridotto speciale: 5 € (Giovani dai 13 ai 17 anni, primo e terzo martedì del mese dopo le ore 14, on biglietto cumulativo (ingresso ai Musei civici per tre giorni), studiosi accreditati con permesso della Direzione del Museo, funzionari delle Soprintendenze statali e organi periferici del Ministero)
  • Ingresso gratuito per Ragazzi fino ai 12 anni compiuti, insegnanti accompagnatori di scolaresche (max. 4 per classe), scolaresche accompagnate dall’insegnante fino al II grado, guide e interpreti turistici (mediante esibizione di valida licenza), portatori di handicap e un accompagnatore, giornalisti accreditati con permesso della Direzione del Museo, titolari dell’Abbonamento Musei Lombardia Milano, membri ICOM, con Coupon Esselunga, soci AMACI, con Coupon Sironi

Aldo Rossi. Design 1980 – 1997 (aprile – agosto 2022)

La mostra presenta per la prima volta l’insieme degli oggetti e dei mobili, dei prototipi e dei progetti di design realizzati da Aldo Rossi (1931-1997), uno dei più importanti architetti e teorici del Novecento italiano. Oggetti, disegni, modelli di studio e immagini di contesto testimoniano la passione e l’impegno di Rossi nel corso della sua attività e la sua personale riflessione sulla forma anche in relazione con le sue architetture, nonchè l’ininterrotto scambio di competenze con i diversi produttori e artigiani italiani e internazionali.

A cura di Chiara Spangaro e Fondazione Aldo Rossi

Palazzo Reale

Claude Monet. Opere dal Musée Marmottan di Parigi (fino al 30 gennaio 2022)

Il Musée Marmottan Monet è l’istituzione che detiene la più ampia collezione di opere di Monet, da cui sono stati selezionati 50 dipinti per proporre un approfondimento sul tema della riflessione della luce e dei suoi mutamenti nell’opera del padre dell’Impressionismo. Tra le opere esposte numerosi capolavori, tra cui Sulla spiaggia di TrouvillePasseggiata ad ArgenteuilIl Parlamento. Riflessi sul TamigiCharing Cross e le Ninfee. Presso l’Acquario Civico verrà realizzato un focus naturalistico sulle ninfee.

A cura di Marianne Mathieu

Biglietti:

  • Intero € 14
  • Ridotto € 12
  • Musei Lombardia e Soci Orticola € 10
  • Ridotto speciale € 6
  • Biglietto Famiglia: 1 o 2 adulti € 10 / ragazzi dai 6 ai 14 anni € 6 / gratuito minori di 6 anni

Tullio Pericoli. Frammenti (fino al 9 gennaio 2022)

La mostra vuole essere un punto di riflessione e un omaggio alla grande carriera di Tullio Pericoli, artista con una attività feconda e multiforme, le cui opere hanno trovato accoglienza in esposizioni, pagine di giornali, volumi, committenze. Un’attività che nell’ultimo ventennio si è concentrata sul paesaggio, ma non si possono non ricordare i suoi ritratti di personaggi della cultura, pubblicati in tutto il mondo e le sue incursioni nel teatro, con le messe in scena di opere per l’Opernhaus di Zurigo e il Teatro alla Scala di Milano. 

Un progetto particolarmente complesso per diversi aspetti, tra i quali il numero di opere – oltre 150, che vanno dal 1977 al 2021 – una raccolta imponente che contiene una grande parte dell’ultima produzione dell’artista, che si inscrive nella sua riflessione sempre attiva sul paesaggio.  

Imperdibile la stanza dedicata ai ritratti: fisionomie fedeli e al tempo stesso trasfigurate; una sorta di assemblea delle figure più importanti della scena culturale internazionale, amici, colleghi, ispiratori. Una esposizione importante, unica, un doveroso omaggio della città di Milano a un artista che ormai da cinquant’anni ha deciso di appartenervi.

A cura di Michele Bonuomo

Realismo Magico (fino al 27 febbraio 2022)

Uno sguardo nuovo sul Movimento, una nuova chiave di lettura che, a trent’anni di distanza dall’ultima mostra milanese sul tema curata da Maurizio Fagiolo dell’Arco nel 1986, Palazzo Reale torna a offrire al pubblico un’occasione unica per fare il punto su un periodo storico-artistico – quello tra le due guerre – che ha subito per molto tempo una damnatio memoriae, ma che negli ultimi anni è stato prima oggetto di una riscoperta graduale attraverso affondi monografici su singoli artisti che sono riusciti a mantenerne vivo l’interesse e ora oggetto di un vero e proprio trend di valorizzazione.

Il percorso cronologico-filologico ruota intorno a capolavori italiani di questa specifica temperie, a loro volta messi in relazione con alcune opere della Neue Sachlickheit, la cosiddetta “Nuova oggettività” tedesca, che per primo Emilio Bertonati promosse e fece conoscere alla cultura italiana agli inizi degli anni Sessanta attraverso la Galleria del Levante, nelle sedi di Milano e di Monaco di Baviera. I confronti saranno anche con i caratteri del Novecento Italiano di Margherita Sarfatti, dai quali il Realismo Magico si distingue, ma con il quale condivide alcune personalità artistiche come Achille Funi, Mario Sironi, Ubaldo Oppi.

In mostra vengono esposte le opere originalissime di Felice Casorati, come il Ritratto di Silvana Cenni del 1922, così come le prime invenzioni metafisiche di Giorgio de Chirico come L’autoritratto e L’ottobrata del 1924, ma anche le proposte di Carlo Carrà, con Le figlie di Loth del 1919, e Gino Severini con i suoi Giocatori di carte; tutti propongono un originale e tutto italiano “ritorno all’ordine”.

A cura di Gabriella Belli e Valerio Terraroli

Biglietti:

  • Intero € 14
  • Ridotto € 12
  • Musei Lombardia e Soci Orticola € 10
  • Ridotto speciale € 6
  • Biglietto Famiglia: 1 o 2 adulti € 10 / ragazzi dai 6 ai 14 anni € 6 / gratuito minori di 6 anni

Tiziano e l’immagine della donna: bellezza, amore, poesia (febbraio – maggio 2022)

A Venezia nel Cinquecento l’immagine femminile acquista un’importanza forse mai vista prima nella storia della pittura. Questo è dovuto a vari fattori, quali la presenza di Tiziano e di altri artisti operanti sia a Venezia che in Terraferma, particolarmente interessati alla raffigurazione della bellezza muliebre, ma anche al particolare status che le donne avevano nella società veneziana. La mostra, realizzata in collaborazione con il Kunsthistorisches Museum di Vienna, includerà anche opere di Tintoretto, Veronese, Palma il Vecchio.

A cura di Sylvia Ferino

Dolce&Gabbana. Dal cuore alle mani (9 aprile – 17 luglio 2022)

Un viaggio alla scoperta dell’autentica bellezza italiana. Incentrata sulle Collezioni di Alta Moda, Alta Sartoria e Alta Gioielleria di Dolce&Gabbana, la mostra presenta la valenza espressiva della moda dei due stilisti attraverso un racconto poetico dei territori, dei tesori artistici, del genius loci, della visione cinematografica, delle eccellenze gastronomiche e dei mestieri d’arte che impreziosiscono il tessuto del nostro Paese.

A cura di Florence Müller

Max Ernst. Bellezza e bizzarria (ottobre 2022 – febbraio 2023)

La prima retrospettiva in Italia di Max Ernst, pittore, scultore, incisore, poeta e teorico dell’arte. Pictor doctus, profondo conoscitore e visionario interprete della storia dell’arte, della filosofia e della scienza, Ernst è qui presentato quale umanista in senso neo-rinascimentale. Circa duecento le opere tra dipinti, sculture, disegni, incisioni, libri, gioielli provenienti da musei, fondazioni e collezioni private internazionali.

A cura di Martina Mazzotta e Jürgen Pech

PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea

Artur Żmijewski (25 marzo – 12 giugno 2022)

Prima mostra personale in Italia di Artur Żmijewski, figura radicale tra le più importanti sulla scena artistica polacca. La preoccupazione per i problemi sociali e i meccanismi di potere e oppressione all’interno dell’ordine sociale esistente caratterizzano la ricerca dell’artista, oltre al rapporto tra emozioni estreme e loro espressioni fisiche. La distruzione del corpo umano e del funzionamento cognitivo sono altre due componenti della sua indagine.

A cura di Diego Sileo

Castello Sforzesco

Sciascia e Guccione. Narratori di bellezza e verità (febbraio – aprile 2022)

A corredo del Concorso Internazionale per i 100 anni dalla nascita di Leonardo Sciascia (1921 – 2021), il Castello Sforzesco dedica una mostra a Piero Guccione, pittore di fama che si è distinto anche nell’ambito della grafica d’arte. Saranno esposte grafiche, disegni, pastelli e carteggi inediti fra Guccione e Sciascia, che documentano il profondo rapporto di stima reciproca e ammirazione che i due uomini di cultura hanno coltivato per tutta la vita.

A cura di Archivio Piero Guccione in collaborazione con l’Associazione Amici di Leonardo Sciascia e la
Soprintendenza Castello, Musei Archeologici e Musei Storici del Comune di Milano

Fondazione Prada

Domenico Gnoli (fino al 27 febbraio 2022)

La mostra si presenta come una retrospettiva che riunisce più di 100 opere realizzate da Domenico Gnoli (Roma, 1933 – New York, 1970) dal 1949 al 1969 e altrettanti disegni. Una sezione cronologica e documentaria con materiali storici, fotografie e altre testimonianze contribuisce a ricostruire il percorso biografico e artistico di Gnoli a più di cinquant’anni dalla sua scomparsa. La ricerca alla base del progetto è stata sviluppata in collaborazione con gli archivi dell’artista a Roma e Mallorca, custodi della storia personale e professionale di Gnoli.

A cura di Germano Celant

Biglietti:

  • Prezzo unico: 12 €

Pirelli Hangar Bicocca

Breath Ghosts Blind (fino al 22 febbraio 2022)

Leggi la recensione in anteprima della mostra

Gli enormi spazi dell’Hangar Bicocca di Milano ospiteranno dal 15 luglio 2021 al 20 febbraio 2022 la mostra Breath Ghosts Blind di Maurizio Cattelan e curata da Vicente Todolì. Si tratta della prima mostra personale dopo 11 anni di assenza da Milano dell’artista padovano. Tre sole opere catturano con forza la grande Navata e il Cubo: Breath, Ghosts e Blind, che danno il titolo alla mostra.

Ingresso gratuito

 

Etichette: