Pubblicato in: Concerti e Musica

Terraforma 2018: il festival elettronico ad alto tasso di sostenibilità

terraforma 2018
Foto: Delfino-Sisto-Legnani

Torna Terraforma, il festival internazionale di musica dedicato alla sperimentazione artistica e alla sostenibilità ambientale, che quest’anno festeggia la sua quinta edizione.

Dal 29 giugno al 1 luglio 2018 nel bosco di Villa Arconati-FAR a Bollate si riparte con la rassegna musicale ad alto tasso di sperimentazione e legata all’idea che natura e musica possano favorire il processo teorico di terraformazione, contribuendo alla nascita di nuovi ecosistemi, atmosfere, vite sostenibili.

Tra i tanti artisti che si esibiranno durante la tre giorni figura anche Jeff Mills, l’artista che ha elevato la techno di Detroit, ma anche Lanark Artefax, artista elettronico di Glasgow lodato da Aphex Twin e Björk,  la giapponese Powder, il misterioso PLO Man, canadese di stanza a Berlino, Konrad Sprenger, Paquita Gordon e Rabih Beaini e molti molti altri.

Tra gli artisti già annunciati in programma, la spettacolare interazione uomo-macchina di Plaid & Felix’s Machines all’interno del labirinto di siepi della Villa Arconati da poco rinnovato, sul modello originale rinvenuto da alcune incisioni planimetriche della Villa di Marc’Antonio Dal Re risalenti al 1743.

Terraforma prosegue per il quinto anno consecutivo, insieme a Fondazione Augusto Rancilio, il suo percorso di valorizzazione, bonifica e riqualificazione del bosco di Villa Arconati tramite la potatura di alberi secolari, la messa in sicurezza di aree verdi e la creazione di strutture riutilizzabili per il parco architettonico.

Per il quarto anno consecutivo Terraforma e il club itinerante BUKA collaborano sul fronte artistico. In questa edizione sveleranno un planetario temporaneo in cui presentare l’installazione sonora site specific di Caterina Barbieri, accreditata produttrice e compositrice di musica elettroacustica con sintetizzatori e sequencer modulari.

Oltre alla sua performance al festival, il percussionista Mohammad Reza Mortazavi condurrà un workshop sullo strumento tombak. Si riconferma l’area kids, appositamente dedicata ai bambini, con attività creative e artistiche sosteniibili in collaborazione con AfterSchool. Sono inoltre in programma talk e conversazioni, per le quali si rimanda al sito ufficiale.

Dopo il successo della scorsa edizione, il servizio Pop-up Hotel – che rende la formula del camping al festival più esperienziale con le sue tende che si integrano con l’ambiente e ad impatto zero – è già sold out. Posti in campeggio sono ancora disponibili acquistando pass di 2 o 3 giorni sul sito di Terraforma.

Terraforma 2018: biglietti

  • Pass incluso campeggio di 3 giorni a 120 euro, di 2 giorni a 85 euro,
  • Giornalieri a 35 euro + dp venerdì e sabato, 25 euro + dp domenica

Acquistabili  sul sito di Terraforma e sul sito del servizio di biglietteria online Mailticket –

Terraforma 2018: programma dei concerti

29 giugno

20 – 21 Imaginary Softwoods
21 – 22 Plaid & Felix’s Machines
22 – 23 Lanark Artefax
23 – 01 Nkisi
01 – 04 Jeff Mills

30 giugno

10-13 Marco Shuttle
13-14 Konrad Sprenger
14-17 Valentino Mora
17-20 Donato Dozzy
20-21 Mohammad Reza Mortazavi
21-22 Gábor Lázár
22-23 Byetone
23-01 Batu
01-04 Powder

1 luglio

10-11 Daniele De Santis
11-13 Rabih Beaini
13-14.30 Mino Luchena
14.30-17 Paquita Gordon
17-18 DON’T DJ
18-20.30 Vladimir Ivkovic
20.30-21.30 Vipra
22-01 PLO Man