Pubblicato in: Evergreen Trasporti

Tutto sulla Metro 4: il percorso e lo stato dei lavori della nuova linea

metro_4_percorso_cantieri
M4 S.p.A

***AGGIORNAMENTO 28 MAGGIO***: le dichiarazioni dell’assessore alla Mobilità Marco Granelli fanno prevedere uno slittamento dei lavori entro il 2023. Il completamento della metro 4 subisce dunque un ritardo di circa 10 mesi rispetto a quanto preventivato, visto che la deadline annunciata prevedeva la fine del 2022 come obiettivo.

Non solo cattive notizie, però, in quanto alcune stazioni in stato di lavori avanzati potrebbero vedere un’apertura anticipata rispetto all’intera linea, come d’altro canto ipotizzato inizialmente.***

È da alcuni anni che Milano è sempre più proiettata in uno scenario europeo, in special modo dal punto di vista dei servizi. L’ulteriore miglioria delle infrastrutture cittadine è rappresentata dalla Metro 4, che permetterà al capoluogo lombardo di confrontarsi alla pari con altre capitali europee anche dal punto di vista dei trasporti.

A novembre del 2015 l’inaugurazione della stazione di Tre Torri della Linea M5 (la cosiddetta “linea lilla”, come è conosciuta dai cittadini) ha dotato la città di una quarta arteria della metropolitana, e ora gli sforzi dell’amministrazione sono concentrati proprio sulla Metro 4, quarta per numero ma quinta in ordine di realizzazione.

Tra gli obiettivi dichiarati della M4 SpA – la società che gestisce i lavori e che è stata costituita a dicembre del 2014 dal Comune di Milano, socio di maggioranza – c’è la diminuzione del traffico su ruote a vantaggio del trasporto pubblico (con una previsione di 30 milioni di spostamenti in meno all’anno), e la conseguente riduzione delle emissioni inquinanti (si stima nella misura di circa 16 milioni di tonnellate in meno di combustibile). Queste cifre comprendono però anche l’apporto fornito dal servizio della M5.

Metro 4: il percorso

La nuova linea, nota anche come M4 o Linea Blu, seguirà un percorso che metterà in collegamento la parte Est della città con quella Ovest, passando attraverso il centro storico, con i due capolinea rappresentati dalla stazione di Linate (con collegamento all’aeroporto) e dalla stazione di San Cristoforo, direttamente sul Naviglio Grande. L’ultimazione dei lavori e la completa operatività della linea è prevista per il 2022.

Queste le 21 stazioni toccate dalla Metro 4, partendo da Est e dirigendosi verso Ovest.

  • Linate (collegamento con l’aeroporto)
  • Q.re Forlanini
  • Forlanini FS (collegamento con il Passante Ferroviario)
  • Argonne
  • Susa
  • Dateo (collegamento con il Passante Ferroviario)
  • Tricolore
  • San Babila (collegamento con la M1)
  • Sforza Policlinico (collegamento con la M3)
  • S. Sofia
  • Vetra
  • De Amicis
  • S. Ambrogio (collegamento con la M2)
  • Parco Solari
  • Foppa
  • Washington Bolivar
  • Tolstoj
  • Frattini
  • Gelsomini
  • Segneri
  • San Cristoforo (collegamento con il Passante Ferroviario)

Metro 4: alcuni numeri e dettagli tecnici

In tutto il percorso si estende per 15 chilometri, e a regime pieno dovrebbe consentire il trasporto di 86 milioni di passeggeri all’anno. La frequenza minima di esercizio garantita è di 75 secondi, con punte di 90 negli orari di picco, per una velocità massima di 80 chilometri all’ora raggiunta dai 47 veicoli (7 saranno di scorta) costituiti da quattro vagoni comunicanti.

La M4 sarà una metropolitana leggera ad automatismo integrale a guida driverless, ovvero senza conducente, come già i cittadini hanno avuto modo di sperimentare con la M5. Le gallerie di linea saranno a binario singolo e avranno un diametro di scavo di 6 metri e mezzo per le tratte esterne e 9,15 metri per la tratta centrale.

Anche in questo caso le porte delle carrozza si apriranno solo in corrispondenza dei cancelli posizionati sulla banchina e separati dai binari, in modo da garantire la sicurezza dei viaggiatori. Ovviamente sono ancora ignoti gli orari del servizio della Metro 4, ma non si dubita che rispetteranno l’apertura anticipata disposta di recente.

Tra i maggiori problemi sollevati dai lavori della M4 c’è l’impatto ambientale di questa grande opera urbana sul territorio. Il Comune di Milano ha già annunciato che dopo il termine dei lavori farà in modo di aumentare il numero totale di alberi del 20%.

Il piano di piantumazione prevede che una volta chiusi i cantieri vengano piantati 1900 nuovi alberi lungo il tragitto della M4. Rispetto al piano originario le modifiche recenti al progetto hanno permesso di contenere l’abbattimento di alberi del 24% e di consentire la conservazione di 169 alberature.

Dettaglio non secondario è quello del collegamento a un complesso di aree verdi di Milano, costituito da Parco Forlanini, Idroscalo e Parco delle Risaie, attraverso un mezzo “green” come la metropolitana.

Metro 4: stato dei lavori

Le ultime informazioni fornite da M4 SpA riguardo lo stato dei lavori interessano una serie di cantieri. Martedì 17 gennaio avrà luogo la prima fase di realizzazione dei diaframmi presso la stazione Santa Sofia, con i lavori che avranno luogo sul lato dei civici dispari della via omonima: previsti rumori e vibrazioni forti tra le 6 e le 22.

L’11 gennaio si sono invece conclusi sia i lavori in piazza Napoli, dove sorgerà la stazione di Washington – Bolivar, sia quelli in corso Europa della stazione di San Babila, con la rimozione del cantiere mobile.

Da lunedì 9 gennaio via Cavallotti è stata chiusa al traffico per 3 mesi, fatta eccezione per l’accesso alle proprietà, ai mezzi di soccorso e il passaggio pedonale. Dal 4 gennaio in via Ariberto i lavori di ripristino della fognatura porteranno alla chiusura della strada al traffico per 2 mesi, con le stesse condizioni sopracitate.

Per rimanere informati sulle ultime novità inerenti la Metro 4 e i lavori in corso si consiglia di consultare il sito ufficiale www.metro4milano.it.

Etichette: