Pubblicato in: Concerti

The Script: a Milano l’unica data italiana del nuovo tour

Marco Valerio 4 anni fa

TheScript_lowresIl 28 marzo i The Script arrivano a Milano per l’unica data italiana del loro tour mondiale che sta registrando sold out a ripetizione, dagli Stati Uniti al Giappone, dall’Europa all’Australia.

L’appuntamento con Danny O’Donoghue (voce, piano), Mark Sheehan (voce, chitarra) e Glen Power (voce, batteria) è per le ore 21 al Mediolanum Forum di Assago. Un gradito ritorno in città per la pluripremiata band irlandese, che nel 2013 proprio a Milano fece registrare il tutto esaurito in occasione di un memorabile live all’Alcatraz.

In occasione del prossimo concerto milanese i The Script presenteranno dal vivo al pubblico italiano i brani di No Sound Without Silence – ultimo lavoro discografico pubblicato a settembre 2014 per Sony Music – tra cui Superheroes, primo estratto dal disco che ha scalato le classifiche radiofoniche di tutto paesi, il cui videoclip ha collezionato più di 27.000.000 di click su Youtube, e No Good In Goodbye – e per ripercorrere i successi più famosi della band come Hall of Fame, Six Degrees Of Separation, We Cry, The man who can’t be moved e For the first time.

Ad aprire il concerto al Mediolanum Forum sarà Labrinth, astro nascente della musica britannica: polistrumentista, autore e produttore, ha già conquistato la top 3 inglese con i singoli Let the Sun Shine e Earthquake.

I biglietti per il concerto sono acquistabili sul circuito Ticketone e nelle prevendite abituali.

Per informazioni: info@livenation.it – 0253006501 – www.livenation.it.

I The Script si sono affermati come band di caratura internazionale vendendo oltre 20 milioni di copie con tre album che hanno tutti raggiunto il traguardo del multiplatino a livello mondiale.

Il gruppo ha ottenuto un World Music Award, tre Meteor Award, due candidature ai Brit Award. I tre sono stati invitati personalmente dalla regina d’Inghilterra a esibirsi per lei a BBC Radio, e inoltre hanno tenuto concerti negli stadi insieme agli U2 (i loro miti musicali), Take That e Paul McCartney.

Etichette: