Pubblicato in: Sport

Serie A 2020/21: probabili formazioni e dove vedere le partite Sky o DAZN?

Stefano FornaroStefano Fornaro 5 giorni fa
Serie A calendario

La serie A è iniziata il 19/20 settembre e terminerà il 23 maggio 2021. Ecco il calendario con gli aggiornamenti su spostamenti, sospensioni e le probabili formazioni dei match.
Ma se non siete fan del calcio, bensì di altri sport, ecco un elenco imperdibile dello #spiegoneweekend!

Serie A partite oggi

Il sabato di calcio si fa più trepidante quasi della domenica. Con la sfida di Napoli che vede l’Atalanta sopra gli azzurri, penalizzati dalla questione Juventus-Napoli, e con la possibilità di ritrovarsi a 12 punti e in testa alla A a fine serata. In compagnia del Milan, se dovesse uscire vincente dal derby di Milano, che non vince da più di quattro anni. L’ultima è del 31 gennaio 2016 in campionato, mentre in Coppa Italia i rossoneri hanno vinto con il colpo di coda di Cutrone del 28 dicembre 2017. Inter, che dovesse vincere, si ritroverebbe proprio a ridosso dei cugini.

Non può sbagliare nemmeno la Lazio che finora ha vinto solo contro il Cagliari e che va ad affrontare l’insidiosa trasferta di Genova senza Immobile.

Chiude la serata Crotone-Juventus, che vede nettamente favoriti i bianconeri, anche se l’assenza di Ronaldo (fermato dal Covid) pootrebeb creare difficoltà alla squadra di Pirlo.

Napoli-Atalanta: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

Gli orobici valutano un po’ di turnover con i rientri dal Sudamerica di Gomez, Zapata, Muriel e Mojica e quindi Ilicic è stato convocato dopo tanto tempo. Il Napoli pensa ancora al 4-2-4 o a un più stretto 4-3-3.

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Fabian Ruiz, Bakayoko; Politano, Mertens, Osimhen, Lozano. All. Gattuso. 

Atalanta (3-4-2-1); Sportiello; Toloi, Palomino, Romeroi; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Malinovskiy/Ilicic, Gomez/Malinovskiy; D. Zapata/Muriel/Lammers. All. Gasperini.

La sfida sarà trasmessa dall’emittente Sky sui canali Sky Sport Serie A, in streaming su NOW TV e SkygoSi gioca alle 15.

Inter-Milan: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

Nel nostro speciale sulle partite di San Siro, potete leggere tutte le ultime notizie sul derby di Milano.

Sampdoria-Lazio: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

I doriani aspettano Jankto e attendono i debutti di Adrien Silva e Keità Balde, mentre la Lazio deve fare a meno di Immobile (squalificato), di Luiz Felipe e di Lazzari (infortunato).

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Colley, Augello; Candreva, Verre, Ekdal, Thorsby; Ramirez, Quagliarella. All. Ranieri.

Lazio (3-4-1-2): Strakosha, Hoedt, Acerbi, Patric; Parolo, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto, Anderson A.; Caicedo/Muriqi, Correa. All. Inzaghi S. 

La sfida sarà trasmessa dall’emittente Sky sui canali Sky Sport Serie A e Sky Calcio HD, in streaming su NOW TV e SkygoSi gioca alle 18.

Sulla sfida dell’Olimpico e sull’importanza di questa sfida, e in più sulle formazioni probabili ecco il nostro speciale delle partite all’Olimpico.

Crotone-Juventus: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

La squadra di Pirlo arriva dalla vittoria a tavolino contro il Napoli e dal pareggio tirato contro la Roma. Fra le assenze pesanti c’è quella di Ronaldo e Mckennie (positivi al Covid). Esordi possibili per i nuovi acquisti Morata e Chiesa.

Crotone che deve aspettare ancora i nuovi acquisti Dijdij (non convocato) e Luperto (in panchina). Esordio per Petriccione, ex lecce. Riviere e Benali ancora ai box.

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Golemic; Molina, Petriccione, Cigarini, Vulic, Reca; Messias, Simy. All. Stroppa. 

Juventus (3-5-2): Szczesny/Buffon; Danilo, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Rabiot, Bentancur, Arthur; Kulusevski, Morata. All. Pirlo.

La sfida sarà trasmessa alle 20.45 da DAZN, canale Sky-DAZN, in streaming  su DAZN.

Partite Serie A domani

Bello il derby regionale fra Bologna e Sassuolo, con i rossoblù che hanno già vinto la sfida dell’Emilia-Romagna contro il parma. Sassuolo che ha iniziato la stagione con il piglio giusto e un ottimo andamento e cerca continuità.

Partita del pomeriggio che si apre con Spezia-Fiorentina. Una sfida non facile per entrambe le formazioni, perchè arrivano da due sconfitte e nel caso dei Viola per capire come sarà il dopo Chiesa.

Sfida “salvezza” fra Torino e Cagliari alla ricerca dell’identità da trovare per Giampaolo e Di Francesco. Sfida non da rischio esonero, ma tremolio, quello sì.

Identica situazione nella sfida delle 18 fra l’Udinese di Gotti e il Parma di Liverani, che ha recentemente stravolto la squadra. Le due compagini sono in crisi di punti e risultati e cercano riscatto.

Chiude in serata la Roma di Fonseca, che proprio a Udine ha vinto la prima partita e che vuole avviare una striscia positiva. Davanti alla matricola di Inzaghi che sorprendentemente ha incassato finora 6 punti e gioca a testa libera.

Bologna-Sassuolo: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

Felsinei alle prese con guai fisici dei giocatori e necessità strettisime: Skov Olsen, Medel, Poli e Dijks. Chanche per i giovani Schouten e Hickey.

Anche i ragazzi di De Zerbi non se la passao meglio. Boga è guarito dal coronavirus, ma Toljan è positivo. Acciaccato Defrel e problemi fisici ad Ayhan.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski, De Silvestri, Tomiyasu, Danilo, Hickey; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Barrow, Palacio. All. Mihajlovic. 

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Marlon, G. Ferrari, Kyriakopoulos; Obiang, Locatelli; Berardi, Djuricic, Haraslin; Caputo. All. De Zerbi. 

La sfida sarà trasmessa alle 12.30 da DAZN, canale Sky-DAZN, in streaming  su DAZN.

Spezia-Fiorentina: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

Senza Galabinov l’allenatore dei liguri Vincenzo Italiano pensa a un Gyasi come falso centravanti, accomapgnato da Piccoli e Verde. Fermo anche Marchizza per positività al Covid-19. Fiorentina che lancia subito il sostituto di Chiesa José Maria Callejon e recupera Pezzella, Castrovilli e Pulgar.

Spezia (4-3-3): Rafael; Ferrer/Sala, Erlic, Chabot, Dell’Orco; Mora, Ricci, Bartolomei; Piccoli, Gyasi, Verde. All. Italiano.

Fiorentina (3-4-3): Dragowski, Pezzella, Caceres, Milenkovic; Amrabat, Castrovilli, Bonaventura, Biraghi; Callejon/Lirola, Kuoamé, Ribery. All.Iachini.

La sfida sarà trasmessa alle 15.00 da DAZN, canale Sky-DAZN, in streaming  su DAZN.

Torino-Cagliari: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

Nei granata c’è un positivo al Covid-19, ma non si sa chi sia. Ballottaggi serrati fra Izzo e Murru con Vojvoda e Rodriguez, così come in attacco fra Bonazzoli e Zaza. Esordio possibile per Segre a centrocampo.

Nei sardi possibile il lancio del neo-acquisto Ounas e occhio anche a Pavoletti che potrebbe tornare al posto di Simeone.

Torino 4-3-1-2: Sirigu, Vojvoda/Izzo, Bremer, Nkoulou, Rodriguez/Murru; Meité, Segre, Linetty; Verdi, Belotti, Zaza. All. Giampaolo.

Cagliari (4-3-3): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Godin, Lykogiannis; Nandez, Marin, Rog; Sottil, Simeone, Joao Pedro. All. Di Francesco. 

La sfida sarà trasmessa dall’emittente Sky sui canali Sky Sport Serie A e Sky Calcio HD, in streaming su NOW TV e Skygo.  Si gioca alle 15.

Udinese-Parma: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

L’Udinese nell’ultimo mercato ha riportato a casa due affetti famigliari di nome Pereyra e Pussetto più Deulofeu, vecchia conoscenza del calcio italiano. Nuytinck è in dubbio ed è pronto De Maio.

Nel Parma il coronavirus fa perdere i pezzi, anche se fra i più pregiati restano gli infortunati Inglese e Cornelius. Cyprien è pronto all’esordio e c’è attesa anche per i nuovi acqusiti: Nicolussi Caviglia, Sohm, Osorio.

Udinese (3-5-2): Musso; Rodrigo Becao, Nuyticnck/De Maio, Samir; Molina, Pereyra, Arslan, De Paul, Ouwejan,; Okaka, Lasagna. All. Gotti. 

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Cyprien, Kurtic; kucka, Karamoh, Gervinho. All. Liverani. 

La sfida sarà trasmessa dall’emittente Sky sui canali Sky Sport Serie A e Sky Calcio HD, in streaming su NOW TV e Skygo.  Si gioca alle 18.

Roma-Benevento: probabili formazioni e dove vederla in TV streaming

Per la sfida della Roma ecco il nostro speciale dedicato alle sfide interne dell’Olimpico.

Nuova gestione casi Covid in A

Dopo il caso clamoroso di 18 giocatori positivi al Covid-19 nel Genoa, il Consiglio di Lega Calcio ha preso una decisione chiara su come gestire le partite. Ecco la novità a partire dalla regola base dell’UEFA che ritiene che una squadra possa giocare se i giocatori negativi ai controlli sono 13, portiere compreso.

Nel caso in cui nelle prossime giornate di A, siano rilevati casi di giocatori positivi, in un numero consistente (più di 10 giocatori) il club colpito può chiedere il rinvio del match o il posticipo una volta sola durante la stagione. In tutti gli altri casi dovrà scendere in campo, pena la sconfitta a tavolino per 0-3!

Calendario Serie A 2020/21

Prima giornata (andata 19 settembre – ritorno 31 gennaio)

  • BENEVENTO – INTER (spostata il 30 settembre alle 18.00)
  • UDINESE – SPEZIA (spostata il 30 settembre alle 18.00)
  • LAZIO – ATALANTA (spostata il 30 settembre alle 20.45)
  • FIORENTINA – TORINO – 19 settembre – 18.00
  • HELLAS VERONA – ROMA – 19 settembre – 20.45
  • PARMA – NAPOLI – 20 settembre – 12.30
  • GENOA – CROTONE – 20 settembre – 15.00
  • SASSUOLO – CAGLIARI – 20 settembre – 18.00
  • JUVENTUS – SAMPDORIA – 20 settembre – 20.45
  • MILAN – BOLOGNA – 21 settembre – 20.45

Seconda giornata (andata 27 settembre – ritorno 7 febbraio)

  • BOLOGNA – PARMA
  • CAGLIARI – LAZIO
  • CROTONE – MILAN
  • INTER – FIORENTINA
  • NAPOLI – GENOA
  • ROMA – JUVENTUS
  • SAMPDORIA – BENEVENTO
  • SPEZIA – SASSUOLO
  • TORINO – ATALANTA
  • HELLAS VERONA – UDINESE

Terza giornata (andata 2/4 ottobre – ritorno 14 febbraio)

  • FIORENTINA – SAMPDORIA – venerdì 2 ottobre – 20.45
  • SASSUOLO – CROTONE – sabato 3 ottobre – 15.00
  • GENOA – TORINO – rinviata
  • UDINESE-ROMA – sabato 3 ottobre – 20.45
  • ATALANTA – CAGLIARI – domenica 4 ottobre – 12.30
  • BENEVENTO – BOLOGNA – domenica 4 ottobre – 15.00
  • LAZIO – INTER – domenica 4 ottobre – 15.00
  • PARMA – HELLAS VERONA – domenica 4 ottobre – 15.00
  • MILAN – SPEZIA – domenica 4 ottobre – 18.00
  • JUVENTUS – NAPOLI – domenica 4 ottobre – 20.45

Quarta giornata (andata17/ 18/19 ottobre – ritorno 21 febbraio)

  • NAPOLI – ATALANTA
  • INTER – MILAN
  • SAMPDORIA – LAZIO
  • CROTONE – JUVENTUS
  • BOLOGNA – SASSUOLO
  • SPEZIA – FIORENTINA
  • TORINO – CAGLIARI
  • UDINESE – PARMA
  • ROMA – BENEVENTO
  • HELLAS VERONA – GENOA

Quinta giornata (andata 25 ottobre – ritorno 28 febbraio)

  • ATALANTA – SAMPDORIA
  • BENEVENTO – NAPOLI
  • CAGLIARI – CROTONE
  • FIORENTINA – UDINESE
  • GENOA – INTER
  • JUVENTUS – HELLAS VERONA
  • LAZIO – BOLOGNA
  • MILAN – ROMA
  • PARMA – SPEZIA
  • SASSUOLO – TORINO

Sesta giornata (andata 1°novembre – ritorno 3 marzo)

  • BOLOGNA – CAGLIARI
  • CROTONE – ATALANTA
  • INTER – PARMA
  • NAPOLI – SASSUOLO
  • ROMA – FIORENTINA
  • SAMPDORIA – GENOA
  • SPEZIA – JUVENTUS
  • TORINO – LAZIO
  • UDINESE – MILAN
  • HELLAS VERONA – BENEVENTO

Settima giornata (andata 8 novembre – ritorno 7 marzo)

  • ATALANTA – INTER
  • BENEVENTO – SPEZIA
  • BOLOGNA – NAPOLI
  • CAGLIARI – SAMPDORIA
  • GENOA – ROMA
  • LAZIO – JUVENTUS
  • MILAN – HELLAS VERONA
  • PARMA – FIORENTINA
  • SASSUOLO – UDINESE
  • TORINO – CROTONE

Ottava giornata (andata 22 novembre – ritorno 14 marzo)

  • CROTONE – LAZIO
  • FIORENTINA – BENEVENTO
  • INTER – TORINO
  • JUVENTUS – CAGLIARI
  • NAPOLI – MILAN
  • ROMA – PARMA
  • SAMPDORIA – BOLOGNA
  • SPEZIA – ATALANTA
  • UDINESE – GENOA
  • HELLAS VERONA – SASSUOLO

Nona giornata (andata 29 novembre – ritorno 21 marzo)

  • ATALANTA – HELLAS VERONA
  • BENEVENTO – JUVENTUS
  • BOLOGNA – CROTONE
  • CAGLIARI – SPEZIA
  • GENOA – PARMA
  • LAZIO – UDINESE
  • MILAN – FIORENTINA
  • NAPOLI – ROMA
  • SASSUOLO – INTER
  • TORINO – SAMPDORIA

Decima giornata (andata 6 dicembre – ritorno 4 aprile)

  • CROTONE – NAPOLI
  • FIORENTINA – GENOA
  • INTER – BOLOGNA
  • JUVENTUS – TORINO
  • PARMA – BENEVENTO
  • ROMA – SASSUOLO
  • SAMPDORIA – MILAN
  • SPEZIA – LAZIO
  • UDINESE – ATALANTA
  • HELLAS VERONA – CAGLIARI

Undicesima giornata (andata 13 dicembre – ritorno 11 aprile)

  • ATALANTA – FIORENTINA
  • BOLOGNA – ROMA
  • CAGLIARI – INTER
  • CROTONE – SPEZIA
  • GENOA – JUVENTUS
  • LAZIO – HELLAS VERONA
  • MILAN – PARMA
  • NAPOLI – SAMPDORIA
  • SASSUOLO – BENEVENTO
  • TORINO – UDINESE

Dodicesima giornata (andata 16 dicembre – ritorno 18 aprile)

  • BENEVENTO – LAZIO
  • FIORENTINA – SASSUOLO
  • GENOA – MILAN
  • INTER – NAPOLI
  • JUVENTUS – ATALANTA
  • PARMA – CAGLIARI
  • ROMA – TORINO
  • SPEZIA – BOLOGNA
  • UDINESE – CROTONE
  • HELLAS VERONA – SAMPDORIA

Tredicesima giornata (andata 20 dicembre – ritorno 21 aprile)

  • ATALANTA – ROMA
  • BENEVENTO – GENOA
  • CAGLIARI – UDINESE
  • FIORENTINA – HELLAS VERONA
  • INTER – SPEZIA
  • LAZIO – NAPOLI
  • PARMA – JUVENTUS
  • SAMPDORIA – CROTONE
  • SASSUOLO – MILAN
  • TORINO – BOLOGNA

Quattordicesima giornata (andata 23 dicembre – ritorno 25 aprile)

  • BOLOGNA – ATALANTA
  • CROTONE – PARMA
  • JUVENTUS – FIORENTINA
  • MILAN – LAZIO
  • NAPOLI – TORINO
  • ROMA – CAGLIARI
  • SAMPDORIA – SASSUOLO
  • SPEZIA – GENOA
  • UDINESE – BENEVENTO
  • HELLAS VERONA – INTER

Quindicesima giornata (andata 3 gennaio – ritorno 2 maggio)

  • ATALANTA – SASSUOLO
  • BENEVENTO – MILAN
  • CAGLIARI – NAPOLI
  • FIORENTINA – BOLOGNA
  • GENOA – LAZIO
  • INTER – CROTONE
  • JUVENTUS – UDINESE
  • PARMA – TORINO
  • ROMA – SAMPDORIA
  • SPEZIA – HELLAS VERONA

Sedicesima giornata (andata 6 gennaio – ritorno 9 maggio)

  • ATALANTA – PARMA
  • BOLOGNA – UDINESE
  • CAGLIARI – BENEVENTO
  • CROTONE – ROMA
  • LAZIO – FIORENTINA
  • MILAN – JUVENTUS
  • NAPOLI – SPEZIA
  • SAMPDORIA – INTER
  • SASSUOLO – GENOA
  • TORINO – HELLAS VERONA

Diciasettesima giornata (andata 10 gennaio – ritorno 12 maggio)

  • BENEVENTO – ATALANTA
  • FIORENTINA – CAGLIARI
  • GENOA – BOLOGNA
  • JUVENTUS – SASSUOLO
  • MILAN – TORINO
  • PARMA – LAZIO
  • ROMA – INTER
  • SPEZIA – SAMPDORIA
  • UDINESE – NAPOLI
  • HELLAS VERONA – CROTONE

Diciottesima giornata (andata 17 gennaio – ritorno 16 maggio)

  • ATALANTA – GENOA
  • BOLOGNA – HELLAS VERONA
  • CAGLIARI – MILAN
  • CROTONE – BENEVENTO
  • INTER – JUVENTUS
  • LAZIO – ROMA
  • NAPOLI – FIORENTINA
  • SAMPDORIA – UDINESE
  • SASSUOLO – PARMA
  • TORINO – SPEZIA

Diciannovesima giornata (andata 24 gennaio – ritorno 23 maggio)

  • BENEVENTO – TORINO
  • FIORENTINA – CROTONE
  • GENOA – CAGLIARI
  • JUVENTUS – BOLOGNA
  • LAZIO – SASSUOLO
  • MILAN – ATALANTA
  • PARMA – SAMPDORIA
  • ROMA – SPEZIA
  • UDINESE – INTER
  • HELLAS VERONA – NAPOLI

Serie A: i nuovi criteri per le partite

Ma le cose non saranno per ora, come prima. Il protocollo che il Comitato Tecnico Scientifico e il Governo hanno avvallato prevede regole molto severe.

Arrivo delle squadre

Le squadre arriveranno allo stadio separate. Non ci sarà nessuna ricognizione di campo e ne scambio di chiacchiere o saluti con gli avversari.

Ingressi separati in campo e pure nell’uscita dal campo verso gli spogliatoi.

Spogliatoi

Gli spogliatoi verranno divisi fra sezione titolari e quella delle riserve. Non si potranno lasciare maglie o altri oggetti. Quando usciranno i giocatori, una volta sanificati, nessuno potrà più rientrare.

La partita

In campo, come già accade in Germania, i giocatori avranno i loro scontri di gioco, ma in caso di goal devono sfiorarsi poco o per nulla.

Le proteste verso gli arbitri verranno fatte a distanza.

In panchina

La prima cosa sarà che negli stadi non ci saranno tifosi. Tutte le partite saranno a porte chiuse. Al massimo potranno esserci fra addetti, giornalisti e altri collaboratori 300 persone. Compresi i gruppi squadra e massimo 60. I non titolari potranno decidere se stare in panchina a distanza e con maschera o andare in tribuna. Ognuno avrà la propria bottiglietta d’acqua e non si potranno scambiare o passare. Lo staff avrà mascherina e guanti.

Per ora è stata introdotta la regola ufficiale delle 5 sostituzioni durante la partita, da effettuare in tre tranche.

Serie A: protocollo positivo prima della partita

Stabilito anche il famoso protocollo del caso positivo prima dell’inizio di una partita. La quarantena light è la linea accettata dalle autorità e dal CTS. Quindi il giocatore in positivo resta subito in quarantena. Si effettuano dei test rapidi sui giocatori di squadra. I negativi possono giocare e poi a seguire subito ritiro, come previsto dal protocollo indicato qui sotto.

Serie A: il protocollo in allenamento e in caso di giocatore positivo

In caso di positivo durante la settimana o dopo la partita, il protocollo è molto preciso. Quarantena del giocatore, con susseguenti test sierologici e tamponi. Ritiro obbligatorio della squadra, che però potrà continuare ad allenarsi.

La squadrà verrà spostata in tota in un altro luogo, dove il medico Sociale potrà effettuare tamponi ogni due giorni e test sierologici ogni 10 giorni.

In allenamento, per ora, lo staff tecnico e l’allenatore mantengono i due metri di distanza dalla squadra. I giocatori fra loro no. Ciascuno dopo l’allenamento può farsi la doccia rispettando le distanze. I giocatori o i singoli componenti dello staff devono tornare a casa senza autisti. 

Anche le sale di massaggi, palestra o altro, che la prima settimana non sono state usate, prevedono ingressi scaglionati e programmazione. Uso di oggetti monouso (asciugamani o copri-lettini) e sanificazione di tutte le macchine.

I giocatori che arrivano dal’estero o zone a rischio, vengono messi sotto controllo con tamponi e test. Mentre nel caso in cui un giocatore debba andare all’estero per controlli, l’unico che lo accompagnerà sarà il Medico Sociale o un suo delegato.

Ricordiamo che nei campi di allenamento ci sarà sempre un presidio per misurare la temperatura corporea e un saturimetro.