Pubblicato in: Mostre

Cinque mostre da vedere a Milano fino al 26 dicembre

mostre milano dicembre 2017
L'abito di Krizia in mostra a Palazzo Morando.

Sarà pure uno dei periodi più frenetici dell’anno, tra corse ai regali, cene di Natale e scadenze da chiudere al lavoro prima di rilassarsi, ma è anche un periodo in cui l’arte a Milano è più viva che mai. Nuove mostre – a Palazzo Morando e al PAC – ma anche tante altre in corso e che sicuramente meritano una visita.

Ok, avete voglia ma scarsissimo tempo? Poco male, con lo #spiegonemostre avete una selezione di quelle 5 che non dovete proprio perdervi.

Mostre a Palazzo Morando

Se non siete mai stati a Palazzo Morando dovreste rimediare. Il bellissimo museo che esiste nientemeno che dal 1651 ospita per altro, oltre alle collezioni permanenti, due mostre: Milano e la Mala e dal 20 dicembre Oufit ‘900.  Abiti per le grandi occasioni nella moda di Palazzo Morando.

Un’esposizione che durerà fino al 4 novembre 2018 e che si tiene al primo piano della bella struttura in via Sant’Andrea. Qui potrete ammirare 23 abiti di donna per lo più donati al Museo dalle famiglie di chi li aveva posseduti e che vi racconteranno come la società e la donna si sono evoluti nel corso degli anni: dal primo Novecento fino agli anni ’90.

La mostra si suddivide in 2 sezioni, giorno e sera, e presenta dei vestiti che per la loro bellezza e le loro particolarità, vi faranno girare intorno per più minuti estasiati.In mostra stilisti famosi come Yves Saint Laurent, Krizia, Pucci e tanto altro ancora.

Un cenno a parte meritano, nella sezione giorno, gli abiti da sposa. Sapevate che, prima ancora dei giorni nostri, non sempre l’abito nuziale era bianco? A Palazzo Morando vedrete anche uno splendido esemplare blu.

Curiosi di saperne di più? Leggete la nostra recensione.

Outfit’ 900. Abiti per le grandi occasioni nella moda di Palazzo Morando
20 dicembre 2017 – 4 novembre 2018
Palazzo Morando
Per ulteriori informazioni: www.costumemodaimmagine.mi.it

Mostre al PAC Milano

Potrebbe sembrare una mostra per addetti ai lavori, quella che il PAC dedica ai 90 anni di Vittorio Gregotti, grande architetto italiano vivente, di cui racconta l’ampia attività in oltre 60 anni di progetti in Italia e all’estero.

E invece interessa anche chi architetto non è, perché in fondo tutti abbiamo a che fare con questa disciplina che non è fatta solo di grandi opere e monumenti, ma circonda qualsiasi cosa facciamo. Inoltre la mostra, con 60 disegni e 40 modelli originali e oltre 700 tra riproduzioni e immagini, riesce a farvi fare un viaggio intorno al mondo visto con gli occhi dell’architetto: dall’Italia a Marrakech e Agadir, in Marocco, da Berlino alla Cina, i progetti sono molteplici. Non vi resta che vederla.

Potete approfittarne anche nel periodo di Natale visto che il PAC è aperto il 24 dicembre dalle 9.30 alle 14.30, il 25 dicembre dalle 14.30 alle 18.30, il 26 dicembre dalle 9.30 alle 22.30.

Curiosi di saperne di più? Leggete la nostra recensione.

Il territorio dell’architettura, Gregotti e Associati 1953_2017
20 dicembre 2017-11 febbraio 2018
PAC – Padiglione d’arte contemporanea
Per ulteriori informazioni: www.pacmilano.it

Mostre a Palazzo Marino

Che Natale sarebbe a Milano senza l’opera di Palazzo Marino? Quest’anno tocca alla Sacra Conversazione di Tiziano che potrete ammirare gratis sempre entrando da Piazza della Scala. Un’opera che merita sicuramente di essere vista perché dice tanto della pittura di Tiziano.

La realizzò quand’era trentenne per il mercante di Dubrovnik Luigi Gozzi, e destinata all’altare principale della chiesa di San Francesco ad Alto ad Ancona, la “Sacra Conversazione” è il primo dipinto firmato e datato di Tiziano a noi noto.

Da ammirare anche sul retro, dove sono presenti disegni di Tiziano, rientra nel classico genere iconografico delle pale ma con dettagli tipici del grande pittore: la Madonna con il Bambino appare improvvisamente in un cielo infuocato dal tramonto; in basso San Francesco, a cui era dedicata la chiesa che ospitava la pala, e San Biagio protettore della città dalmata, che indica al committente inginocchiato l’apparizione celeste.

Sullo sfondo  spicca il bacino di San Marco con il Palazzo Ducale e il suo campanile.

Sacra Conversazione di Tiziano
5 dicembre 2017 – 14 gennaio 2017
Palazzo Marino
Per ulteriori informazioni: www.comune.milano.it

Mostre al Museo della Scala

Magari ci andrete per il Concerto di Natale o dopo avere visto Tiziano, non siete ancora sazi di arte, qualunque sia il motivo, fate una tappa al Museo Teatrale della Scala. Qui è protagonista di una mostra Victor de Sabata, dal titolo “Victor de Sabata – Una vita per la Scala”, curata da Franco Pulcini.

Fino al 7 gennaio potrete vedere 14 pannelli che attraverso fotografie e testimonianze provenienti dagli archivi scaligeri e dall’Archivio Eliana de Sabata. Viene ripercorsa la sua opera di musicista, sia come compositore che come direttore d’orchestra ripercorrono la vita di musicista.

De Sabata ha vissuto in pieno l’età delle grandi voci – Callas, Tebaldi, Corelli, Del Monaco – e ha dovuto interrompere la carriera per ragioni di salute nel 1953, a causa di un infarto durante l’incisione della mitica Tosca (Callas, Di Stefano, Gobbi, Coro e Orchestra della Scala) che tutti conoscono.

La mostra è allestita dentro il Ridotto dei Palchi – che già ospita un busto del direttore d’orchestra realizzato dallo scultore Igor Mitoraj – ed è a ingresso libero con biglietto d’entrata del museo (intero 9, ridotto 6).

Victor de Sabata – Una vita per la Scala
Museo Teatrale della Scala
12 novembre – 7 gennaio
Per ulteriori informazion www.museoscala.org

Mostre a Cremona

E se invece in queste feste avete voglia di fare un giro fuori città? Noi vi consigliamo Cremona e non solo perché è una città splendida ma perché in corso oltre alla mostra su Genovesino, ce n’è un’altra a ingresso gratuito dal titolo Spiegando le vele.

A Palazzo Fodri, fino al 5 gennaio potrete dunque vedere questa mostra fotografica realizzata da AL Lombardia con la collaborazione di Fondazione Città di Cremona.

Un percorso di foto e video proposti come omaggio ai quattro anni di esperienze di navigazione vissute dagli studenti dell’Ente di Formazione Professionale IAL Lombardia a bordo di un mezzo speciale: il mitico Brigantino Nave Italia.

La mostra dunque è una sorta di diario di bordo dei momenti vissuti dagli studenti di Ial Lombardia e più che essere cronaca, vuole avere una connotazione sociale: l’esperienza sulla nave è infatti un momento di coesione sociale e di apprendimento delle regole in un contesto particolare: quello marittimo.

Spiegando le Vele – Mostra fotografica
25 novembre 2017 – 5 gennaio 2018
Palazzo Fodri, ex Banca Intesa – Corso Giacomo Matteotti 17, Cremona

Etichette:

Forse sei interessato a: