Pubblicato in: Guide

Festa della Liberazione a Milano: cosa fare in città il 25 aprile

25 aprile 2019 milano
Foto: Don Berto Ferrari con partigiani

Come ogni anno ritorna la celebrazione dell’anniversario della liberazione dell’Italia dal nazifascimo, che cade il 25 aprile. Anche Milano, insignita della medaglia d’oro per la Resistenza, commemora il giorno decisivo del 1945 che segnò il termine del regime che aveva oppresso l’intero Paese.

Per quanto le inevitabili polemiche politiche siano praticamente certe, la città organizzerà una serie di iniziative, ufficiali o meno, su direttiva del Comune oppure autonome. Ecco la nostra guida alle attività e le celebrazioni che si susseguiranno durante il 25 aprile, ma anche nei giorni precedenti o successivi (comunque legate al tema della Resistenza).

Festa della Liberazione: il corte dell’Anpi

Il tradizionale corteo dell’Anpi – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – quest’anno intitolato “Nessuno escluso”, prevede la partenza dei partecipanti da corso Venezia, dopo l’assembramento previsto alle 14. Percorrendo le vie del centro si arriverà fino in piazza Duomo, dove alle 15.30 interverranno dal palco il sindaco Giuseppe Sala, Annamaria Furlan, segretaria generale CISL, Dario Venegoni, Presidente nazionale ANED e  Carla Nespolo, Presidente nazionale ANPI.

Deposizione delle corone

Per la giornata del 25 aprile 2019 sono in programma le deposizioni di alcuni corone commemorativa in vari luoghi della città di Milano.

  • 9.00 – piazza del tricolore (Monumento alla Guardia di finanza)
  • 9.15 – Palazzo Isimbardi (Lapide dedicata ai Caduti)
  • 9.30 – Palazzo Marino (Lapide che riporta la motivazione della Medaglia d’oro al Valor militare)
  • 10.00 – largo Caduti milanesi per la Patria (Sacrario dei Caduti di tutte le guerre)
  • 10.30 – Campo Giuriati (Lapide dedicata ai Caduti)
  • 10.45 – piazzale Loreto (Monumento in ricordo dei Quindici martiri)
  • 11.00 – via cascina Bellaria (Cimitero inglese di Trenno)

Presidi e manifestazioni

  • Alle ore 10 del 25 aprile, presso largo Antonio Balestra, si svolgerà il presidio al Giambellino
  • Alle ore 10.30 del 25 aprile, in piazza Miani, ci sarà la manifestazione istituzionale davanti al Monumento ai caduti per la libertà. Interverranno Santo Minniti, Ivano Tajetti, Massimiliano Loizzi (Terzo segreto di satira) e Claudia e Silvia Pinelli.
  • Il 26 aprile 2019 – dalle 21, in via Lodovico il Moro 187, ecco il presidio del Ronchetto sul Naviglio, con fiaccolata e canti della Resistenza

25 aprile: le iniziative della Casa della Memoria

Tantissime le iniziative patrocinate od organizzate direttamente dal Comune. Presso la Casa della Memoria in via Federico Confalonieri 14 si può visitare Gli eroi sono tutti giovani e belli, una mostra sulla Resistenza italiana ed europea, a cura di Anpi, 5 maggio 2019.

Inoltre dalle 10 alle 13 proiezioni non-stop a cura dell’Archivio audio visivi dell’ANPI Provinciale di Milano. In programma una serie di documentari storici sulla nascita del fascismo e sul primo sangue versato.

  • «Gli squadristi» consulenza storica di Giovanni Sabbatucci
  • «Mussolini socialista» consulenza storica di Emilio Gentile
  • «La marcia su Roma» consulenza storica di Emilio Gentile
  • «Le elezioni del 1924» consulenza storica di Giovanni Sabbatucci
  • «Antonio Gramsci» consulenza storica di Mauro Canali
  • «L’omicidio Matteotti» consulenza storica di Marco Marra
  • «Il caso Rosselli» consulenza storica di Giovanni Sabbatucci

25 aprile al cinema e a teatro

La rete di sale di Fondazione Cineteca Italiana (Spazio Oberdan e MIC) partecipa alla commemorazione con la proiezione di due film legati al periodo.

Alle 17 il MIC proietterà Il terrorista di Gianfranco De Bosio: 1943, Venezia. L’ingegnere Renato Bruschi, con l’aiuto di un prete, costituisce un Gruppo di Azione Patriottica. Lungi da essere un’opera celebrativa e agiografica, il film di De Bosio affonda le sue analisi all’interno dei problemi storici e politici che furono alla base della lotta partigiana. Biglietto: Intero € 6,50 -Ridotto* € 5,00

Allo Spazio Oberdan, alle 17.30,l’ultimo film di Pier Paolo Pasolini, Salò o le 120 giornate di Sodoma. Un capolavoro uscito postumo che si rifà al celebre romanzo di de Sade trasportandolo al tempo della Repubblica di Salò. Una favola feroce sulla disumana crudeltà del potere. In un villa isolata, sontuosa e cadente, al tempo della Repubblica di Salò, si riuniscono 4 signori, rappresentanti di tutti i poteri, 4 megere ex meretrici, e una schiera di ragazzi e ragazze catturati fra i figli dei partigiani o partigiani essi stessi che saranno le vittime sacrificali di ogni sorta di efferatezze. Biglietto:

25 aprile in musica

L’Arco della Pace diventerà teatro di un grande evento musicale a partire dalle 18.30 fino a mezzanotte circa: si tratta di Partigiani in Ogni Quartiere 2019, iniziativa arrivata alla 12esima edizione. Impegnati in un concerto antifascista a ingresso libero e gratuito, vi saranno gruppi come Gang, i Persiana Jones, i Delta V, Moni Ovadia, Alberto Patrucco, Double Trouble, Tommy Kuti, Sistah Awa, Paolo Berizzi, Renato Sarti e Rap Caverna Posse. Deputati alla conduzione della serata Rita Pelusio e Alessandra Pasi. La manifestazione si sposterà a Macao (viale Molise 68) in caso di maltempo.

Sempre a Milano il Circolo Arci Bellezza dedica una giornata speciale alla Festa della Liberazione, a partire dalle 12.30. In programma alle 12.30 la commemorazione del partigiano Aliotta, quindi alle 13.00 pranzo resistente. Alle 18.30 invece aperitivo con reading e visita alle mostre (opere di un giovane pittore russo e una fotografica sul israeliano-palestinese). Ingresso gratuito con tessera Arci obbligatoria.

A Trezzo sull’Adda, presso il Live Music Club, concerto del Corpo musicale cittadino parrocchiale con special guest Tonino Carotone. In programma dalle 21.15 una Notte clandestina a offerta libera fino ad esaurimento (posti a sedere).

A Cernusco sul Naviglio, presso Villa Fiorita, cena a base di pastasciutta in occasione di Parole (chiave) della Resistenza. Ragazzi e ragazze raccontano e attualizzano testimonianze dell’epoca, mentre dalle ore 19.00 pastasciuttata antifascista per la Liberazione, e infine alle 21.30 il concerto dell’Orkestrina Katerinke basato sulle musiche tradizionali dell’Europa dell’est, con un repertorio Klezmer, Yiddish e di musica Rom.

Il 25 aprile in museo

In occasione di questa giornata speciale la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli apre le porte in via straordinaria per permettere la visita, dalle 10.00 alle 20.00, alla mostra mostra ‘900, la Stagione dei Diritti. L’esposizione si arricchisce di nuovi contenuti appositi: una selezione di brani tratti di fonti del patrimonio della Fondazione, proposti in podcast, accompagnerà i visitatori. I testi raccontano i diciotto mesi dell’esperienza della Resistenza italiana, con l’obiettivo di far risuonare il tema dell’urgenza della libertà, connettendo l’esperienza italiana con altri mondi e altri momenti storici in cui quella stessa necessità era stata avvertita.

Ingresso gratuito

Un 25 aprile fuori porta

Desiderate trascorrere la giornata di festa con una bella gita? Se desiderate alcuni itinerari studiati nel dettaglio allora abbiamo la soluzione che fa per voi: potreste recarvi a Soncino, oppure a Portovenere, o potete visitare uno dei tanti castelli della Lombardia. Volete rilassarvi, come giusto che sia? Ecco allora un’idea molto particolare, quella di un viaggio sulle acque del Po a bordo di un battello storico.

Ma ancora vi possiamo suggerire una gita tra i castelli della Valle d’Aosta a Bard e Tour de Vill, in Val Vigezzo a Craveggia e Santa Maria Maggiore, a Bormio (non solo per le terme!) e a Bolzano (che non ha solo mercatini) o ancora in Trentino tra Bressanone e l’Abbazia di Novacella e lungo i laghi di Tovel e di Carezza. I vostri mezzi vi portano verso Roma? Non perdete l’apertura dell’incantevole Roseto.

Etichette: