Pubblicato in: Teatro

Il segreto della vita. Rosalind Franklin con Lucia Mascino e Filippo Dini

Il segreto della vita. Rosalind Franklin
Ph Bepi Caroli

Il segreto della vita. Rosalind Franklin è uno spettacolo che ridona voce e dignità a una donna caduta nell’oblio, tanto più se non si è del settore. Tocca a Lucia Mascino incarnarla, ma scopriamo di più.

Il segreto della vita. Rosalind Franklin: le note di regia di Filippo Dini

La grande Storia, la scoperta della struttura del DNA e il piccolo straordinario racconto degli ultimi anni di vita della scienziata Rosalind Franklin. Ci troviamo di fronte ad uno degli avvenimenti più sconvolgenti e controversi nella storia del pensiero e delle conoscenze scientifiche. Tutta l’umanità si inchina e si compiace in un unico trionfale applauso nei confronti dei grandi scienziati che sono riusciti a decifrare quello che comunemente era definito “il segreto della vita”.

La vicenda tuttavia fu tutt’altro che epica e nobile. I personaggi coinvolti in questa scoperta furono molti. Tutti lottarono per avere un personale posto di rilievo nella Storia, ognuno con le proprie capacità e spinto da personali motivazioni, talvolta anche nobili, ma sempre e comunque a discapito del sesto personaggio di questa storia, dell’unica donna di questa favola, una donna meravigliosa e detestabile, una persona limpida e contradditoria, ambiziosa e vigliacca, insomma una donna fuori dalle umane catalogazioni e impossibile da raccontare: Rosalind Franklin.

Il testo si avvolge proprio come una doppia spirale intorno a lei, intorno alle sue brutture e alla sua grazia. Il suo merito fu quello di fotografare un campione di DNA con una tecnica delicatissima e complessa che sfruttava la diffrazione a raggi X. In particolare, la fotografia numero 51, riuscì a immortalare in modo più nitido la X della doppia elica del DNA.

In scena, oltre a Dini e alla Mascino, anche Giulio Della Monica, Dario Iubatti, Alessandro Tedeschi e Paolo Zuccari.

Riassumendo

Il segreto della vita. Rosalind Franklin, dal 3 al 15 aprile

Teatro Franco Parenti

DURATA: 135′

ORARI: lunedì riposo; martedì e venerdì h 20; mercoledì h 19,30; giovedì h 21; sabato h 20,30; domenica h 16

PREZZI: prime file biglietto unico 38€; I e II settore 30€; III settore 23,50€; convenzioni (escluso prime file) 21€; over65 e under26 (escluso prime file) 18€
+ diritti di prevendita

Potresti essere interessato a: