Pubblicato in: Bambini

I tesori de l’isolachenonc’è: quattro appuntamenti in Fondazione Feltrinelli tra letture e creatività

Veronica MonacoVeronica Monaco 1 settimana fa
isolachenoncè-feltrinelli

Quattro appuntamenti (e una festa finale) pensati per i bambini tra i 3 e gli 11 anni e le loro famiglie dedicati a letture e creatività: questo il programma de I tesori de l’isolachenonc’è che parte sabato 15 dicembre con tanti laboratori, spettacoli interattivi e divertimento presso la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli in Viale Pasubio 5.

Ogni giornata è dedicata all’approfondimento di un tema diverso, animato da autori, illustratori, formatori, pedagogisti e artisti. Tra gli ospiti dell’iniziativa ci saranno Elisabetta Gnone, Maria Daniela Raineri, Emanuela Bussolati, Alicia Baldan, Daniele Bergesio, Anna Lavatelli, Serena Viola, Daniele Movarelli, Cecilia Campani, Stefano Filippi, Musica e Gioco di Danilo Mineo e Pasquale Mirra, MalaStranaCompagnie di Marzia Gambardella, Macinapepe.

Sabato 15 dicembre sarà la volta  della curiosità di pensiero e della scoperta, con letture animate, laboratori e giochi di parole, e spettacoli coinvolgenti. Il programma de I tesori de l’isolachenonc’è prosegue poi sabato 12 gennaio con una giornata incentrata sul tema dell’azione e della partecipazione; sabato 9 febbraio sull’identità e la ricchezza della diversità; sabato 2 marzo sulla fiducia e l’empatia, la comunità e la partecipazione. Infine dal 7 al 9 giugno la Fondazione Feltrinelli ospiterà la Festa finale dell’isolacheonc’è a conclusione dell’anno scolastico e come benvenuto per l’estate.

Oltre alle attività specifiche, i bambini avranno accesso agli spazi permanenti allestiti in Fondazione: la Baia dell’immaginazione in cui fermarsi a leggere, ascoltare e fantasticare; l’Arcipelago dei sogni,  piccola officina della creatività con materiali naturali; i Bauli dei travestimenti, dove sperimentare ruoli e identità; e l’Oasi degli incontri speciali, per condividere assieme emozioni e nuove idee.

Biglietti: l’ingresso consente di accedere agli spazi permanenti dei Tesori de l’isolachenonc’è; le altre attività sono su prenotazione a questo link

I tesori dell’isolachenonc’è: il programma di sabato 15 dicembre

Ore 11-12:

Il misterioso tesoro del nonnolettura animata dal libro “Billy il misterioso tesoro del nonno” di Caterina Valckx (Babalibri Edizioni) per bambini di 4-7 anni, per comprendere che in fondo non sono i tesori materiali quelli capaci di regalare indimenticabili momenti di felicità.

Amelia e il suo amico Floppy, lettura animata dal libro “Floppy, a cosa serve un amico?” di Mavis Miller (Maria Daniela Raineri, DeAgostini Edizioni) per bambini di 7-10 anni. Amelia è un’inventrice, la sua ultima creazione si chiama Floppy ed è un robot un po’ particolare. Questo insolito compagno di gioco sarà forse lui l’amico perfetto?

– Qualche volta è importante capire quando è il momento di fermarsi, lettura animata dal libro “Lindo” di Emily Gravett (Valentina Edizioni) con l’attrice Cecilia Campani per bambini di 3- 7 anni. Un tasso pignolo imparerà ad amare e rispettare la foresta esattamente com’è, anche se un po’ caotica e disordinata.

Ore 14-15: 
Cosa significa diventare grandi?, giochi di scrittura creativa con Elisabetta Gnone, l’autrice di “Fairy Oak” e della nuova serie “Olga di carta” per bambini da 8 a 11 anni.

– Il grande scarabocchio (primo turno): atelier di pittura, movimento e gestualità, guidato da Elisa Pezzolla, per bambini da 4 a 7 anni

Raccontare e raccontarsi: dai mondi fantastici al mondo interiore: laboratorio con Maria Grazia Bertolino e Nicola Tomba a partire da “l’inventafiabe” (Edizioni Gribaudo) per bambini da 3 a 5 anni e genitori

Ore 15-16:

Il grande scarabocchio (secondo turno): atelier di pittura, movimento e gestualità, guidato da Elisa Pezzolla, per bambini da 4 a 7 anni

Ore 16,30-17:

– La scimmia Filomena ovvero sappiamo anche ciò che non sappiamo: spettacolo di corpo e voce alla scoperta di sé e dell’altro attraverso l’incontro con una scimmia che si fa portavoce del linguaggio dell’invisibile e delle antiche tradizioni dei toltechi. Di e con Stefano Filippi.