Pubblicato in: News

FAI torna a Villa Necchi Campiglio a Milano con l’evento “Soffio di primavera”

Redazione 4 mesi fa
agrumi-fai-villa-necchi-campiglio-min
Foto Gabriele Basilico 2019 © FAI - Fondo Ambiente Italiano

Sabato 12 e domenica 13 marzo 2022 Villa Necchi Campiglio, Bene del FAI a Milano, ospiterà la IX edizione di “Soffio di primavera”, la mostra mercato che porta in città un anticipo di primavera in due giorni dedicati all’esposizione di piante, fiori e prodotti per il giardino appositamente selezionati da una trentina di vivaisti.

In vendita ellebori, bergenie, primule, viole e ciclamini, camelie, viburni, gelsomini e ciliegi da fiore, ma anche piante aromatiche per le insalate di primavera, piante da orto freddo, piante rustiche da ingresso e da cortile, come aspidistre, liriopi, convallarie e felci, cactacee e bulbose, in fioritura tra fine inverno e inizio primavera; e ancora, arredi e attrezzi per il giardino e l’orto, libri dedicati al verde e illustrazioni botaniche. Non solo l’occasione per abbellire giardini e terrazze, imparando come prendersene cura con i consigli di esperti, ma anche un’esposizione ragionata di specie più o meno rare per una lezione di botanica a cielo aperto.

Ad arricchire la manifestazione un programma di incontri con docenti e scrittori, paesaggisti e agronomi, giardinieri e vivaisti, illustratori e chef, per approfondire la conoscenza delle piante e dei fiori e fare esperienza di giardinaggio come attività ricreativa, ma anche educativa, che accende curiosità e promuove sensibilità, perché insegna, in piccolo, a prenderci cura dell’ambiente, oggi minacciato dal riscaldamento climatico e dalla perdita di biodiversità.

Soffio di primavera: gli incontri a tema a Villa Necchi Campiglio

Nel primo appuntamento Antonio Perazzi, paesaggista e scrittore, progettista di importanti spazi pubblici come di parchi e giardini privati, dialogherà con Sabrina Diamanti, presidente del Conaf – Consiglio dell’Ordine Nazionale dei dottori Agronomi e Forestali, moderati da Costanza Pratesi, responsabile dell’Ufficio Paesaggio e Patrimonio del FAI. Si parlerà dell’importanza del verde sia negli spazi pubblici che privati, per la vivibilità e la qualità della vita e come leva per la rigenerazione urbana, ma soprattutto si parlerà della necessità di progettare oggi giardini a basso consumo idrico e a bassa manutenzione e di tecniche e strategie utili a questo scopo, come la scelta delle piante più adatte.

Giuseppe Barbera, professore di Colture Arboree presso l’Università di Palermo e autore de Il giardino del Mediterraneo, in una conversazione con Susanna Magistretti di Cascina Bollate – il vivaio del Carcere di Bollate – condurrà alla scoperta della diversità di colori, profumi e sapori che caratterizza le sponde del Mediterraneo in un racconto tra botanica, storia e mitologia. La conversazione, invece, tra Bianca Pitzorno, scrittrice e autrice de Le piante di via Romolo Gessi, e Giuseppe Barbera offrirà uno spunto di riflessione sull’importanza degli alberi, soprattutto per chi vive in una metropoli come Milano, e un approfondimento sulla biodiversità urbana e le diverse funzioni che la natura oggi è chiamata a svolgere in città: dagli orti condivisi alle alberature per ombreggiare e raffrescare.

Sarà possibile partecipare a laboratori teorici e corsi pratici sui temi della coltivazione e della cura del verde. In compagnia di Luca Dell’Acqua – giardiniere di Villa Necchi Campiglio – si potranno comprendere le attività di manutenzione tipiche della stagione primaverile, con un approfondimento dedicato agli attrezzi e ai prodotti biocompatibili più adatti alla preparazione e cura di terrazzi e piccoli giardini. Saskia Pellion di Persano – vivaista specializzata, tra le altre, nella coltivazione di rose antiche, ortensie e clematis – illustrerà, in una lezione teorica, tipologie e tecniche per la potatura delle ortensie, cui seguirà una parte pratica sul campo. Umberto Giolli, giardiniere del FAI, metterà a disposizione la sua esperienza accompagnando i visitatori in percorsi ragionati tra gli stand offrendo consigli per gli acquisti delle piante più adatte alle diverse esigenze di esposizione e collocazione – in piena terra o un vaso – e consigli tecnici sulla scelta del terriccio o sulla messa a dimora, irrigazione, concimazione e potatura delle diverse specie.

Per gli amanti della cucina, sono in programma dimostrazioni su come usare e abbinare i fiori eduli in cucina: idee e ricette a cura di Enrico Venturi, cuoco per passione e chef a domicilio.

Infine, nel basement, saranno esposti disegni di fiori, piante e insetti realizzati con colori Diaphoto, caratterizzati da ombreggiature e definizione dei dettagli così particolareggiate da farne quasi delle miniature; l’autore, Luciano Monti, durante la manifestazione, offrirà al pubblico una dimostrazione di disegno botanico che ne svelerà tecniche e segreti.

Soffio di Primavera: come partecipare all’evento

L’evento del FAI “Soffio di primavera” si terrà sabato 12 e domenica 13 marzo dalle 10 alle 18 negli spazi di Villa Necchi Campiglio, in via Mozart 14 a Milano.

Biglietti:

  • Intero: 7€; manifestazione e visita alla villa: 15€
  • Ridotto 6-18 anni: 4€; manifestazione e visita alla villa: 7€
  • Studenti 19-25 anni: 4€; manifestazione e visita alla villa: 10€
  • Iscritti FAI: 4€

Milano Weekend