Pubblicato in: Teatro

Prova a sollevarti dal suolo: festival di teatro nel Carcere di Opera

Oriana DaviniOriana Davini 4 anni fa

Prova a sollevarti dal suolo OperaSiete mai stati a teatro…in carcere?

Con ‘Prova a sollevarti dal suolo‘ apre le porte al pubblico il Teatro Stabile in Opera, sala teatrale da 350 posti all’interno della casa di reclusione di Opera – Milano (via Camporgnago 40).

Di cosa si tratta? Della terza edizione del festival di teatro coordinato e promosso dalla Direzione della I Casa di Reclusione Milano – Opera e dall’Associazione Opera Liquida, la compagnia teatrale residente presso lo Stabile in Opera.

Ogni giovedì, a partire dal 7 maggio e fino al 18 giugno, andrà in scena uno spettacolo comico di impegno sociale, da gustare come pubblico insieme ai detenuti del carcere.

Luca Klobas, Alberto Patrucco, Rita Pelusio e Claudio Batta, questi gli artisti che si alterneranno sul palco del Teatro del Carcere di Opera ogni quindici giorni.

Il cartellone di Prova a sollevarti dal suolo:

  • Giovedì 7 maggio, h 21 (prenotazioni entro lunedì 4 maggio) – VISTI DA EST – Luca Klobas (di Federico Andreotti e Luca Klobas, regia Federico Andreotti) – Vizi e virtù della nostra penisola, sotto la lente d’ingrandimento della satira e del paradosso, visti attraverso gli occhi di uno straniero proveniente dall’est Europa e di un veneziano trasferitosi nella metropoli milanese in cerca d’impiego.
  • Giovedì 21 maggio, h 21 (prenotazioni entro lunedì 18 maggio) – VEDO BUIO! –  Alberto Patrucco – Una panoramica al vetriolo sui tempi che stiamo vivendo, intrisa di comicità vera, sostanza ed argomenti. Lo spettacolo attinge dalla cronaca, ma si alimenta anche di più ampi scenari storici con, sullo sfondo, le tante vicende che segnano il nostro attuale stile di vita.
  • Giovedì 4 giugno, h 21 (prenotazioni entro lunedì 1 giugno) – EVA–DIARIO DI UNA COSTOLA – Rita Pelusio (di Rita Pelusio, Alessandra Faiella, Riccardo Piferi, Marianna Stefanucci, regia Marco Rampoldi) – Quante sono le regole con cui ogni donna deve fare i conti oggi? Rita Pelusio ne incarna una serie: dall’adolescente che deve ribellarsi per trovare la propria identità, all’anziana innamorata; dalla futura madre di un figlio maschio, alla manager multitasking, alla suora in crisi mistica.
  • Giovedì 18 giugno, h 21 (prenotazioni entro lunedì 15 giugno) – DA QUANDO HO FAMIGLIA SONO SINGLEClaudio Batta (di Riccardo Piferi, Claudio Batta, regia Riccardo Piferi) – Cosa c’è di più bello che avere un figlio? La grande gioia del nuovo arrivo, piano piano, si stempera col crescere delle responsabilità educative. Lo spettacolo è ricco di umorismo raffinato alternato ad una comicità irresistibile. Si ride molto ma si prova anche una grande tenerezza nei confronti di una generazione (la nostra) che è ancora in bilico tra l’essere figlio e diventare genitore.

I biglietti costano da 10 a 15 euro, ma per assistere agli spettacoli è necessario scaricare il form di prenotazioni dal sito di Opera Liquida e inviarlo, dopo averlo compilato con i dati anagrafici e quelli del proprio documento d’identità, all’indirizzo prenotazionistabileinopera@gmail.com.

L’ingresso in sala può avvenire sino a 20 minuti prima dell’orario di inizio dello spettacolo: gli spettatori devono presentarsi all’ingresso principale mezz’ora prima per ritirare il pass di ingresso.