Pubblicato in: Mostre

Wildlife Photographer of the Year in Foro Buonaparte: la natura in 100 immagini

Wildlife Photographer of the Year
The Good Life - Daniel Nelson - Wildlife Photographer of the Year

La salvaguardia del pianeta è il tema portante del Wildlife Photographer of the Year, la mostra di fotografie naturalistiche che, alla sua 53esima edizione, si può visitare a Milano dal 5 ottobre al 9 dicembre 2018 negli spazi della Fondazione Luciana Matalon in Foro Buonaparte 67.

Paesaggi, regno botanico e animali sono stati immortalati nelle 100 immagini premiate al concorso di fotografia indetto dal Natural History Museum di Londra.

Come funziona il concorso

Per la 53a edizione la giuria internazionale ha visionato oltre 50mila scatti realizzati da fotografi professionisti e non, provenienti da 92 paesi. Di queste, in base a creatività, valore artistico e complessità tecnica, ne sono state selezionate 100 finaliste, in esposizione, divise per 16 categorie.

Il percorso espositivo

Tra le fotografie che si possono ammirare c’è naturalmente quello del vincitore assoluto del concorso: il fotografo sudafricano Brent Stirton che ha ritratto un rinoceronte appena colpito e mutilato del suo corno all’interno del Parco Hluhluwe Imfolozi, la più antica riserva naturale africana, portando in primo piano il tema del bracconaggio di cui questa specie è vittima. Stirton ha dichiarato di aver visto almeno altre trenta scene di questo tipo durante il suo reportage all’interno della riserva.

Un gorilla felicemente sdraiato e intento a mangiare con gusto un frutto dell’albero del pane è lo scatto che ha premiato, nella categoria giovani l’olandese Daniël Nelson, una fotografia scattata nella foresta del Parco Nazionale di Odzala, nella Repubblica del Congo che ci parla della innegabile somiglianza tra le scimmie selvatiche e l’essere umano, ma soprattutto dell’importanza dell’ambiente da cui dipendono.

Oltre ai due massimi riconoscimenti The Wildlife Photographer of the Year 2017 e The Young Wildlife Photographer of the Year 2017, il percorso espositivo illustra tutte le immagini vincitrici e finaliste divise in categorie: Ritratti di animali, Uccelli, Invertebrati, Anfibi e Rettili, Mammiferi, Bianco e nero, Fauna selvatica urbana, Ambienti terrestri, Animali nel loro ambiente, Piante e Funghi, Sott’acqua. Altre sezioni importanti sono The Wildlife Photographer Portolio Award, The Wildlife Photojournalist: Single Image e The Wildlife Photojournalist Award che portano all’attenzione su questioni complesse quali il cambiamento climatico e la deforestazione.

A corredo della mostra, c’è la possibilità di richiedere un visore RV per provare un’esperienza di realtà immersiva in affascinanti ambienti naturalistici.

Perché visitare la mostra fotografica

Per chi ama la fotografia naturalistica il Wildlife Photographer of the Year è un appuntamento da non perdere per la potenza delle immagini, ma anche per la coralità dell’esposizione, che offre numerose e differenti ambientazioni e descrive in immagini molteplici luoghi del nostro pianeta.

L’esposizione offre anche uno spunto di riflessione sull’ambiente e la sua salvaguardia, ma anche la possibilità di accedere a punti di vista inediti, mettendosi nei panni, o meglio negli occhi, dei fotografi che hanno scattato le immagini.

Gli eventi correlati

Incontri con i fotografi: l’Associazione culturale Radicediunopercento, organizzatrice dell’evento, propone diverse serate di approfondimento e presentazione di libri con rinomati fotografi di natura, alla Casa della Cultura.

Sabato ore 21 – Casa della Cultura – Via Borgogna 3 – 20122 Milano

  • 27 ottobre – Roberta Castiglioni (naturalista e zoologa) – La natura in trappola. Bracconaggio e crimini ambientali
  • 3 novembre – Eleonora De Sabata (giornalista) – Un mare di plastica: le soluzioni concrete di Clean Sea Life
  • 10 novembre – Francesco Tomasinelli (naturalista), Emanuele Biggi (biologo e conduttore Geo su Rai 3) – libro Predatori del Microcosmo 17 novembre – Marco Colombo – Dieci luoghi da salvare
  • 24 novembre – Marco Urso – Il continente Antartico: fascino, storia e vita 1 dicembre – Alessandro Bee, Ekaterina Bee, Daniela De Donno – libro Wild, incontri e natura con prefazione di Jane Goodall

Visite guidate: ogni venerdì dal 5 ottobre alle ore  19.30, con il fotografo Marco Colombo. € 5 con prenotazione.

Workshop di fotografia: durante il periodo della mostra, l’Associazione culturale Radicediunopercento organizza presso la propria sede in via Stresa 13, workshop tenuti dai noti fotografi Marco Urso e Marco Colombo. 6 incontri dal 13 ottobre al 16 dicembre. Info, date e costi su www.radicediunopercento.it.

Orari e biglietti

Tutti i giorni e festivi dalle 10 alle 19, venerdì ore dalle 10 alle 22, sabato 17 novembre dalle 10 alle 18. Chiuso lunedì.

Biglietti: Intero € 9 / Ridotto € 7 (bambini 6 -12 anni, Over 65) Promozione family friendly: con 2 genitori (o adulti) paganti, gratuità per 2 bambini (6-12 anni).

Etichette:

Forse sei interessato a: