Pubblicato in: Teatro

Milano a Teatro – Aprile 2015: gli spettacoli da non perdere

Marco Valerio 4 anni fa
Filippo Timi_Favola

Filippo Timi_FavolaCosa ci riservano i palcoscenici milanesi nel mese di aprile? Come sempre un’offerta ricchissima e variegata, adeguato preludio della stagione extra che partirà a maggio in concomitanza con Expo 2015 e porterà molti numerosi teatri a rimanere aperti anche d’estate con titoli di grande richiamo.

Iniziamo la nostra panoramica con il Piccolo Teatro che fino a fine mese propone Divine parole, esordio per il regista Damiano Michieletto in scena al Teatro Studio Melato. Due graditi ritorni caratterizzano il mese di aprile: quello dei fratelli Toni e Peppe Servillo con il reading La parola canta (Teatro Strehler, 14-19 aprile), dedicato ai poeti napoletani, e quello di Anna Marchesini con Cirino e Marilda non si può fare (Teatro Grassi, 21-24 aprile), monologo già andato in scena a Milano lo scorso novembre. In programma anche Emilia, nuovo spettacolo del regista argentino Claudio Tolcachir (Teatro Grassi, 9-19 aprile), Cendrillon, versione di Cenerentola rielaborata dal regista Joël Pommerat (Teatro Strehler, 22-16 aprile) e la Cenerentola della Scuola di Ballo dell’Accademia del Teatro alla Scala (29 aprile-3 maggio).

Tre nuovi spettacoli al Teatro Elfo Puccini: si inizia con La mia vita era un fucile carico (Sala Fassbinder, 10-23 aprile) dedicato alla figura di Emily Dickinson, si prosegue con Tu, eri me (Sala Bausch, 10-19 aprile) spettacolo che fa parte del ciclo Nuove storie e si conclude con La misteriosa scomparsa di W interpretato da Ambra Angiolini (Sala Shakespeare, 14-19 aprile).

Al Teatro Franco Parenti saranno di scena tre appuntamenti molto attesi della stagione in corso: il ritorno di Filippo Timi con il suo spettacolo cult Favola (7-12 aprile), Finale di partita di Samuel Beckett con Lello Arena (21-26 aprile) e una nuova versione in chiave contemporanea dell’Amleto di Shakespeare (22-30 aprile).

Due i titoli in programma al Teatro Carcano: la rivisitazione in chiave teatrale de Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry (10-13 aprile) e Una pura formalità (15-26 aprile) adattamento per il palcoscenico della sceneggiatura scritta da Giuseppe Tornatore per l’omonimo film da lui diretto e interpretato da Gerard Depardieu e Roman Polanski.

Il Teatro Sala Fontana ospita uno dei testi più celebri di Luigi Pirandello riletto in ambito contemporaneo, vale a dire Uno, nessuno e centomila (14-26 aprile). Altri due classici del palcoscenico da non perdere sono Lo zoo di vetro di Tennessee Williams in scena al Teatro Menotti (9-19 aprile) e Hedda Gabler di Henrik Ibsen al Teatro Libero (14-28 aprile).

Etichette: