Pubblicato in: Concerti

JazzMi 2021: il programma del festival a Milano dal 21 al 31 ottobre

RedazioneRedazione 1 settimana fa
jazzmi-2021-locandina-min
Locandina di JazzMi 2021

Torna a Milano uno degli appuntamenti più attesi dagli amanti della musica jazz: JazzMi è una rassegna diffusa che porta i protagonisti del jazz internazionale sui grandi palcoscenici di Milano e nei quartieri delle periferie. Artisti emergenti e grandi nomi del jazz si alterneranno in un ricchissimo calendario composto da oltre 200 eventi, diffusi in 60 spazi cittadini.

Dal Castello Sforzesco al Giambellino, dal Piazza Duomo all’Ortica e Chiaravalle, da Porta Nuova e City Life a Corvetto e San Siro JazzMi porta la musica jazz in tutti i quartieri con giovani emergenti accanto ai nomi di grandi artisti insieme a oltre 80 eventi gratuiti.

JazzMi 2021: le location e gli eventi

Dai due poli principali Triennale Milano Teatro e il Blue Note Milano, JazzMi coinvolgerà tutta la città, da Casa degli Artisti al Volvo Studio Milano, da Made in Corvetto alla Loggia dei Mercanti e Villa Necchi Campiglio, da Nuovo Armenia a Dergano a PuntoZero Teatro a Bisceglie e ancora all’Olinda – Ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini, all’Off Campus San Siro in Piazza Selinunte, a Casa Jannacci e al Padiglione Chiaravalle, passando per micrò in Chiesa Rossa e ancora oltre. Una vasta mappa di eventi che copre tutta la città.

Triennale Milano Teatro si conferma cuore pulsante di JazzMi anche per la sua sesta edizione ed ospiterà sul palco l’innovatore della chitarra Paolo Angeli con un progetto dedicato ai Radiohead; la coppia Dj Gruff & Gavino Murgia, Roberto Gatto con la sua interpretazione del repertorio progressive, Theon Cross, leader della band britannica Sons of Kemet. Un omaggio a tre icone del jazz d’avanguardia come Ornette Coleman, Dewey Redman e Julius Hemphill con Broken Shadows (Tim Berne, Chris Speed, Reid Anderson, Dave King). 

Fabrizio Bosso Quartet sarà sul palco per presentare l’ultimo e intimistico progetto. Torna il pianista franco-israeliano Yaron Herman e dalla Francia arriva il duoVincent Peirani & Èmile Parisien, che propongono le magie del tango. Per la prima volta a JazzMi arriva Roberto Fonseca con il suo trio, il giovane vibrafonista americano Joel Ross e il talento londinese Moses Boyd. Il giovane ed eclettico Theo Croker precederà lo scrittore britannico Jonathan Coe accompagnato dall’Artchipel Orchestra, mentre Marcin Wasilewski suonerà con la sua formazione insieme a Joe Lovano. 

Sempre in Triennale sarà possibile assistere ai concerti di Stefano di Battista con un personale omaggio a Ennio Morricone, Ada Montellanico con We Tuba con ospite Michel Godard, Paolo Botti e Dario Napoli. Saranno protagonisti di JAZZMI anche l’Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti diretta da Paolo Damiani e il progetto “Giornale di bordo” che vede insieme Antonello Salis, Gavino Murgia, Paolo Angeli & Hamid Drake.

Il Blue Note Milano apre le sue porte alle star Richard Bona e Alfredo Rodriguez, il cantante britannico membro degli Incognito Tony Momrelle e la stravagante Camille Bertault. Appuntamento speciale con Vinicio Capossela, che festeggerà i 30 anni dal suo album “All’una e trentacinque” e con la stella della chitarra jazz Peter Bernstein accompagnato da Jesse Davies, Doug Weiss e Roberto Gatto. Spazio anche per il comedian nostrano Germano Lanzoni, il diciottenne super star Joey Alexander e il trombettista amico delle popstar Keyon Harrold.

JAZZMI come tradizione sarà presente anche nei grandi teatri cittadini. Al Conservatorio di Milano si esibiranno Paolo Fresu con Around Tŭk e il genio dell’hip hop Grandmaster Flash. Il Teatro Dal Verme ospiterà “Progetto Speciale” di Alex Britti insieme al trombettista Flavio Boltro e poi l’omaggio a Lucio Dalla con il progetto Anidride Solforosa di Mario Tronco (direttore dell’Orchestra di Piazza Vittorio) e Peppe Servillo (Avion Travel). 

La musica live torna nei club come Santeria Toscana 31 con il violocellista Redi Hasa e all’Alcatraz Milano dove JAZZMI inaugura la sua sesta edizione con il concerto di una delle voci più interessanti della scena blues, jazz e R’nB di New York: Josè James. Per la prima volta il Teatro Filodrammatici di Milano aprirà le sue porte a JazzMi, per accogliere tre serate dedicate al nuovo format JAZZMI FUTURE: un festival nel festival per scommettere sul futuro con Giuseppe Vitale, Studio Murena, Simone Alessandrini Storytellers, Costanza Alegiani, Bo!led, Federico Calcagno,  Ferdinando Romano, Sophia Tomelleri, Francesco Zampini e i vincitori di Jam The Future 2021.

JazzMi Free: gli eventi gratuiti in giro per Milano

Ancora più che in passato la rassegna JAZZMI FREE invita il pubblico a esplorare decine di quartieri cittadini con progetti speciali e con focus dedicati ai tanti quartieri. Con la collaborazione con associazioni e cittadini che ogni giorno trasformano la città in una metropoli policentrica, i molti progetti a ingresso libero permettono a tutti, ovunque, di vivere più di dieci giorni di grande musica.

JazzMi anche quest’anno supera i confini della città con tanti eventi di giovani band e grandi nomi del jazz a ingresso libero nei Comuni di San Donato Milanese, Trezzano sul Naviglio, Carugate e Buccinasco per il progetto JAZZMI AROUND, con il supporto di e Fondazione di Comunità Milano Onlus. Nei due weekend del festival sarà possibile attraversare oltre venti quartieri cittadini e tantissimi parchi con AbbracciaMi, il progetto speciale sulla circle line di Milano guidato dalla Mefisto Brass Band, una jazz band in bicicletta. JAZZMI presenta un ricco programma di giovani jazz-band e grandi maestri in spazi culturali e luoghi simbolici come Casa degli Artisti, Loggia dei Mercanti – grazie al Comitato Provinciale A.N.P.I. Milano – Villa Necchi Campiglio – in collaborazione con ilFAI – Università Bocconi. 

Il Volvo Studio Milano già a giugno ha ospitato la rassegna Break in jazz dei Civici Corsi di Jazz e il 30 settembre vedrà in scena l’ultima serata di JAM THE FUTURE. Music for a new planet, la competizione fra giovani jazz band che compongono musica dedicata al mondo di domani e che vede finaliste tre jazz band a contendersi un posto nel cartellone di JazzMi 2021.

In occasione del festival il Volvo Studio Milano si caratterizzerà per un focus dedicato a Paolo Fresu e alla sua Tŭk Music. Si parte con la mostra delle copertine dei dischi dell’etichetta, contraddistinte dal tratto pulito dei più grandi fotografi e illustratori italiani. Si continua ancora con un talk con l’artista e uno speciale concerto della band selezionata dal trombettista sardo, Sade Mangiaracina Trio.

Nel secondo weekend del festival si chiude con The Last Coat of Pink e con Gabriella Di Capua Quartet. Per il sesto anno il festival arriva in uno dei palazzi simbolo della città, Palazzo Pirelli, con tre concerti grazie alla collaborazione con il Consiglio di Regione Lombardia. Inaugurato da pochi mesi, JAZZMI troverà casa all’ADI Design Museum con tanti eventi, fra cui una mostra e una lunga notte di concerti.

In Piazza Gae Aulenti e al Babitonga Cafè presso Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, sei jazz band si esibiranno grazie alla proficua collaborazione con RED Libreria Bistrot. JazzMi torna anche negli straordinari spazi di alcuni hotel simbolo della città, allo Sheraton Diana Majestic, al TheWestin Palace e allo Sheraton Milan San Siro. Altro appuntamento tradizionale di JazzMi sono i nostri focus dedicati ai quartieri fuori dal centro.

Si parte venerdì̀ 22 ottobre al PuntoZero Teatro presso l’Istituto penale per minorenni Cesare Beccaria con la partecipazione straordinaria del Maestro Enrico Intra accompagnato da Margherita Carbonell. Si continua sabato 23 e domenica 24 ottobre fra Affori e la Bovisasca all’Ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini, a Dergano al Nuovo Armenia, a San Siro con un progetto speciale dedicato a Piazza Selinunte con Jazz Hop Workshop + Showcase all’Off Campus San Siro e sui Navigli nei Giardini di IBVA.

Il secondo weekend JazzMi si sposterà fra Ortica e Forlanini a CasciNet – Cascina Sant’Ambrogio, in Chiesa Rossa al micrò e fra Corvetto e Chiaravalle. Tornano in questa sesta edizione le presentazioni e gli incontri con gli artisti che quest’anno troveranno casa all’interno del Parco Sempione fra le mura di Cascina Nascosta dove oltre ad incontrare Gavino Murgia, Fabrizio Bosso, Roberto Fonseca e Stefano Di Battista, il pubblico potrà seguire i racconti di Claudio Sessa su recentissime pubblicazioni discografiche che hanno fatto esaltare il mondo del jazz: John Coltrane – A Love Supreme Live in Seattle e Lee Morgan – The Complete Live at The Lighthouse.

Spazio anche ai libri con la presentazione di Jazz Frames di Severino Salvemini, Arrigo Polillo a cura di Luca Cerchiari e Roberto Polillo e La storia del jazz di Luigi Onori, Riccardo Brazzale e Maurizio Franco. L’Anteo Palazzo del Cinema ospiterà per la rassegna JAZZMI MOVIES in questa sesta edizione con tre speciali anteprime. Oltre al docufilm Ten Tŭk 2010 – 2020, dedicato ai festeggiamenti per i primi 10 anni di vita di Tŭk Music, l’etichetta di Paolo Fresu che vuole valorizzare le più interessanti stelle neonate del jazz, l’antico palazzo del cinema di Milano ospiterà due importanti proiezioni dedicate alla Regina del jazz Billie Holiday: il documentario Billie di James Erskine e l’anteprima nazionale del film The US Vs Billie Holiday di Lee Daniels.

JazzMi 2021: come partecipare

Gli eventi di JazzMi si dividono in 5 categorie, ognuna delle quali ha caratteristiche differenti per location, prezzi e tipologia di evento.

  • Artist: Grandi artisti sui palchi principali della città.
  • Free: concerti, eventi e mostre gratuite in luoghi non convenzionali per la musica (musei, portici, cortili ecc.)
  • Around: itinerari musicali alla scoperta dei quartieri periferici della città
  • Stories & Movies: incontri, film e documentari dedicati alle grandi storie del jazz
  • Night & Day: Eventi prodotti da spazi culturali partner del festival che producono musica jazz durante tutto l’anno

Tutti gli eventi sono soggetti a prenotazione obbligatoria, compresi quelli gratuiti. L’accredito è possibile anche alla porta all’arrivo all’evento lasciando nome e contatto telefonico o email. Il Green Pass è obbligatorio per tutti gli eventi della rassegna. In caso di annullamento per motivi dovuti al Covid i biglietti dei concerti a pagamento saranno rimborsati.

JazzMi 2021: il programma completo