Pubblicato in: Teatro

Gli Oblivion tornano al Manzoni con il loro OtHello

Marco Valerio 4 anni fa

Oblivion_OthelloRileggere il mito del Moro di Venezia con allegria, leggerezza e un briciolo di carica iconoclasta: questo l’obiettivo del gruppo teatrale Oblivion (vale a dire Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli) che portano in scena a Milano, al Teatro Manzoni, il loro ultimo lavoro OtHello, la H è muta, in scena da martedì 18 marzo.

Già andato in scena nel 2013 (è passato anche al Festival Mito), OtHello, la H è muta è una ulteriore tappa del percorso di ricerca avviato da questo gruppo di giovani artisti italiani che hanno dato vita ad un nuovo genere, una sorta di varietà musicale, reinventano e mescolano in maniera frizzante contenuti pop e culturali.

Due secoli di critica musicale e teatrale condensati in una rivoluzionaria scoperta: la differenza tra l’Otello verdiano e quello shakespeariano? È l’H…. E così si compie il misfatto e il doppio bicentenario Verdi–Wagner viene comicamente profanato alla maniera degli Oblivion.

Il pianista Denis Biancucci accompagnerà gli Oblivion in un percorso shakespeariano alternativo. Da Otello a BalOtello in tutti i Mori, in tutti gli Iaghi. La classica vicenda shakesperiana prenderà pieghe del tutto inattese e potrà capitare che i nobili personaggi verdiani si dimentichino i testi di Arrigo Boito per usare quelli di Mogol o di Zucchero.

Un progetto speciale con tanta musica e vocalità, arricchito dagli equilibrismi canori e dai montaggi beffardi, ma impeccabili di questi cinque formidabili attori e cantanti,  seguiti da decine di migliaia di spettatori anche su Internet.

Da segnalare che mercoledì 19 marzo, alle ore 18, per il ciclo Gli incontri di Milano per lo spettacolo presso il Mondadori Multicenter di Piazza Duomo, gli Oblivion  incontreranno il pubblico e presenteranno il loro spettacolo. A moderare l’incontro sarà Antonio Calbi, direttore del Settore Spettacolo, Moda e Design del Comune di Milano.

OtHello, la H è muta sarà in replica al Teatro Manzoni fino al 4 aprile.

Etichette: