Pubblicato in: News

Nuovo decreto: coprifuoco alle 23 e riaperture anticipate

RedazioneRedazione 4 mesi fa
milano-covid-mascherina-min

La stagione delle riaperture sta prendendo una piega positiva, con l’anticipo di alcune tappe previste nel decreto di aprile, una su tutte l’abolizione dell’impopolare coprifuoco, che avverrà in tre fasi. Concessa anche la riapertura a cena dei ristoranti al chiuso, dei parchi a tema e delle palestre.

Potranno usufruire delle nuove aperture tutte le 19 regioni in zona gialla, compresa la Lombardia, oltre a quelle che presto andranno in zona bianca grazie al numero sempre più basso di contagi.

Regioni in zona bianca

A partire dal 7 giugno (e forse anche prima) sei regioni italiane passeranno in zona bianca, la fascia di rischio più bassa, dove finora è stata per alcune settimane solo la Sardegna. Veneto, Liguria, Friuli-Venezia Giulia, Molise e di nuovo la Sardegna potranno dire addio al coprifuoco e a tutte le restrizioni. Rimarranno obbligatorie solamente la mascherina, il distanziamento e la sanificazione delle mani. Solamente le discoteche resteranno ancora ferme, nonostante si stia sperimentando la riapertura con dei test Covid.

Spostamenti liberi con il Green Pass

Come già anticipato nel decreto di aprile, per muoversi nelle zone arancioni o rosse per motivi non legati alla famosa triade lavoro-salute-emergenza, sarà necessario il famoso Green Pass. Si tratta di un documento che attesti una di tre possibilità:

  • Avvenuta vaccinazione
  • Avvenuta guarigione dal Covid
  • Tampone antigenico o molecolare negativo nelle passate 48 ore

Il documento potrà essere rilasciato dall’ente che si occupa delle vaccinazioni, dagli ospedali o dal medico di base in caso di avvenuta guarigione e dai centri per i tamponi o dalle farmacie per la terza opzione. Il pass avrà la validità di sei mesi.

Coprifuoco abolito in tre fasi

Dopo lunghe battaglie tra governo, opposizione, Cts e rappresentanti dei lavoratori il coprifuoco sarà gradualmente abolito. Già a partire da questo mercoledì, 19 maggio, l’ora X scatterà alle 23 e non più alle 22. Dal 6 giugno l’orario verrà ulteriormente allungato per arrivare alla mezzanotte. Infine, dal 21 giugno, primo giorno d’estate, il coprifuoco sarà definitivamente abolito.

Ristoranti e bar aperti al chiuso

Dal 1° giugno sarà di nuovo possibile mangiare al chiuso nei ristoranti. La norma che imponeva la chiusura alle 18 è stata abolita, concedendo di lasciare aperto anche durante l’ora di cena. Nei bar sarà consentita anche la consumazione al bancone, argomento finora mai affrontato e rimandato a data da destinarsi.

Centri commerciali aperti nel weekend

A partire dal 22 maggio centri commerciali e negozi di grande distribuzione potranno restare aperti durante il weekend, come già accade per i negozi al dettaglio.

Sport, piscine e palestre

Dopo la riapertura delle piscine all’aperto il 15 maggio, con un’anticipo di 8 giorni sarà la volta delle palestre, ufficialmente aperte dal 24 maggio. Le linee guida indicano il mantenimento della distanza di due metri durante gli allenamenti e negli spogliatoi, il divieto di usare le docce e l’obbligo per gli utenti di sanificare gli attrezzi dopo l’uso con detergenti messi a disposizione.

Stadi e grandi eventi

Dopo la concessione al pubblico in presenza (al 25%) all’Olimpico di Roma per la partita degli Europei Italia-Turchia dell’11 giugno, si è deciso di concedere il pubblico in presenza anche negli stadi per le competizioni agonistiche riconosciute dal CONI e dal CIP. Dal 1° giugno si potranno svolgere eventi e competizioni sportive all’aperto e al chiuso, con limitazione del 50% della capienza e comunque non superiore a 1000 persone per impianti all’aperto e 500 per impianti al chiuso. 

Fiere e congressi

Ferme dal 2020, le fiere non speravano più in una riapertura programmata, che finalmente è stata annunciata. Gli eventi fieristici potranno riprendere dal 15 giugno, mentre convegni e congressi potranno tornare in presenza dal 1° luglio. Salvo quindi il Salone del Mobile, che aveva annunciato l’evento in presenza a settembre 2021. Per partecipare all’evento sarà obbligatorio presentare il Green Pass.

Matrimoni e banchetti

Dopo un lungo tira e molla è stata concessa l’autorizzazione per svolgere banchetti e feste dopo le cerimonie. Il via libera è stato dato ai ricevimenti sia all’aperto che al chiuso, con l’obbligo per gli invitati di avere il Green Pass.

Parchi a tema

Centri termali, parchi acquatici e parchi a tema potranno riaprire dal 15 giugno, dopo un lungo contenzioso con i gestori delle attività.