Cinque mostre da vedere a Milano fino al 5 settembre
 

Cinque mostre da vedere a Milano fino al 5 settembre

mostre milano settembre 2017

Malala Andrialavidrazana, Figures 1850, in mostra al PAC con “Africa. Raccontare un mondo”

 


 


Siete rientrati da poco in città e avete ancora voglia di stare all’aria aperta, fare qualcosa fuori dall’ufficio e magari vedere anche una bella mostra? Buona, anzi buonissima idea!

Ecco che come ogni settimana, con lo #spiegonemostre vi consigliamo anche per questa 5 mostre da vedere, 4 a Milano e una in Puglia. In più, domenica 3 settembre torna Domenica al Museo e avete l’ingresso gratis a tanti luoghi culturali. Che ne dite: ci sono i motivi per fare il “pieno di arte”? Cominciamo!

Mostre al Mudec

In attesa che apra la mostra dedicata a “Egitto: la straordinaria scoperta del faraone Amenofi II”, il Mudec – Museo delle Culture propone una rassegna multimediale dedicata a uno dei pittori più amati e forse più noti: Gustav Klimt.

Si intitola infatti Klimt Experience la mostra multisensoriale che, attraverso immagini, suoni, musiche, evocazioni, racconta l’universo pittorico, culturale e sociale in cui visse e operò il pittore austriaco. Forse non lo sapete o forse sì: Klimt fece parte del Secessionismo, movimento che si sviluppò tra la fine dell’800 e i primi anni del ‘900 sia in Germania che in Austria, in particolare a Vienna.

Come fa intuire la parola, era un movimento di distacco dall’arte del passato per andare verso un’arte che corrispondesse alle esigenze del tempo con l’obiettivo di esplorare le infinite possibilità creative al di fuori dei confini accademici e del tradizionalismo.

L’experience, infatti, parte proprio da un presupposto o meglio un interrogativo: conosciamo le opere di Klimt, ma quanto sappiamo del contesto in cui visse e lavorò, di quanto lo condizionò?

L’obiettivo di questo percorso è dunque quello di proporre al visitatore un nuovo modello di fruizione dell’opera d’arte attraverso le potenzialità sempre più “allargate” delle nuove tecnologie. Come? Attraverso 700 immagini dal pavimento al soffitto che vi faranno immergere in maniera totale in quello che era l’universo del pittore de “Il bacio”.

Klimt Experience
26 luglio 2016 – 7 gennaio 2017
Mudec – Museo delle Culture
Per ulteriori informazioni: www.mudec.it

Mostre al Wow Spazio Fumetto

Un motivo per andare al Wow Spazio Fumetto? Ce ne sono tanti: oltre alla mostra dedicata agli anni ’80, venerdì 1 settembre apre una mostra che chi è appassionato di fumetti, di eroi, della Marvel e non solo non può proprio mancare. Parliamo di “L’arte di Jack Kirby, King of Comics”, dedicata appunto a colui che viene considerato l’inventore del Marvel Way, ossia un modo unico di rappresentare i supereroi che ha fatto scuola.

D’altra parte, basta qualche nome: Capitan America, così come i Fantastici Quattro, Thor e tanto altro. Nell’esposizione, vedrete non solo le tavole note del fumettista statunitense, ma anche altre meno conosciute che vi aiuteranno a capire come si è evoluto il suo stile che è arrivato a essere “imitato” ancora oggi.

La mostra è a ingresso libero, un motivo in più per non farvela scappare!

L’arte di Jack Kirby, King of Comics
Wow- Spazio Fumetto
1 settembre – 15 ottobre 2017
Per ulteriori informazioni: www.museowow.it

Mostre a Palazzo Morando

Ultimi giorni per ammirare al Palazzo Morando  la mostra organizzata da Associazione Memoria & Progetto dal titolo “Obiettivo Milano. 200 fotoritratti dall’archivio di Maria Mulas”.

Avrete infatti tempo fino al 6 settembre per potere vedere 200 ritratti fotografici che vengono dall’archivio di Maria Mulas, fotografa e stilista, che rappresentano personaggi che hanno animato la scena artistica, culturale e sociale di Milano dalla fine degli anni Sessanta al Duemila. Tra questi ci sono meneghini di nascita, di adozione o di passaggio, stranieri compresi: artisti, galleristi, designer, stilisti, scrittori, editori, giornalisti, registi, attori, intellettuali, imprenditori e molti altri.

In occasione della chiusura della mostra, una chicca: martedì 5 settembre alle 18.30 Patrizia Zappa Mulas leggerà il monologo “Maria Mulas mia madre”, ritratto dell’artista e del suo rapporto con Milano. Proiezioni in movimento e musiche a cura di Matteo Maltecca e Francesco Lo Campo. In occasione dell’incontro, sarà presentato il numero 10.000 delle edizioni Pulcinoelefante di Alberto Casiraghy dedicato a Maria Mulas. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Quanto alla mostra, sarà aperta dal martedì alla domenica dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17,30. Ingresso gratuito.

Obiettivo Milano. 200 fotoritratti dall’archivio di Maria Mulas
Palazzo Morando
1 giugno – 6 settembre 2017
Per ulteriori informazioni: www.costumemodaimmagine.mi.it

Mostre al Padiglione d’Arte Contemporanea

Desiderate da sempre andare in Africa? O ci siete stati e non riuscite a guarire dal “mal d’Africa”? O invece vi interessa conoscere da vicino quel continente da cui partono ogni giorno migliaia di persone, in fuga da problemi economici, da guerre e che rischiano la vita per farlo?

Qualunque sia la vostra motivazione, vi consigliamo di andare a vedere al PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea la mostra Africa. Raccontare un mondo. Un modo per esplorare il Continente Nero anche dal punto di vista della produzione artistica contemporanea, soffermandosi in particolare su una selezione di artisti dalla scena dell’Africa a sud del Sahara.

L’esposizione, curata da Adelina von Fürstenberg e per la sezione di video e performance da Ginevra Bria, sarà aperta fino all’11 settembre 2017.

Potrete ammirare: fotografie, dipinti, installazioni, disegni, sculture, ma anche video e performance, provenienti da collezioni pubbliche e private internazionali: 33 gli artisti coinvolti, che incarnano e rappresentano oggi la molteplicità dei loro contesti sociali di riferimento, con racconti sulla memoria e sul suo superamento, stravolgimenti delle tradizioni e riconfigurazioni dei miti; inattese trasformazioni del ruolo della donna e riletture di un’estetica del riuso, giusto per fare qualche esempio dei tanti temi e linguaggi che verranno esplorati. Collegato alla mostra è una rassegna cinematografica tra il PAC e lo Spazio Oberdan.

Vi piacerebbe vedere la mostra raccontata dalla stessa curatrice? Allora non prendete impegni per il 5 settembre: alle 19 ci sarà una visita guidata con Adelina von Fürstenberg.

Partecipazione gratuita purché acquistiate il biglietto mostra speciale al costo di 4 euro. La visita dura un’ora e vi conviene prenotarla in anticipo. Ecco come: al numero 3395713185 (da chiamare dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16) o scrivere un’e-mail a didattica.pac@gmail.com.

Africa: raccontare un mondo
27 giugno – 11 settembre 2017
PAC Milano
Per ulteriori informazioni: www.pacmilano.it

Mostre a Otranto – Puglia

Ok, tutte belle le mostre a Milano, ma voi siete ancora in vacanza e magari nello splendido Salento? Se avete voglia di lasciare il mare per mezza giornata, vi consigliamo di andare al Castello di Otranto dove fino al 24 settembre si può vedere la mostra “Caravaggio e i caravaggeschi dell’Italia Meridionale della collezione della fondazione Roberto Longhi” (morto nel 1971) che a Michelangelo Merisi e ai suoi seguaci dedicò diversi studi, proprio quando, a differenza di oggi, il pittore era tra i meno noti.

Nel Castello Aragonese, troverete opere di Caravaggio ma anche e soprattutto dei suoi seguaci attivi nel Sud Italia. Notevole spazio viene dato a Mattia Preti che fu colui che più di ogni altro contribuì a mantenere viva la tradizione caravaggesca.

Non solo arte, anche cinema: potrete infatti sedervi ad ammiare la proiezione del film di Mario Martone dal titolo “Caravaggio, l’ultimo tempo”, girato nel 2004. Biglietto d’ingresso: 12 euro, ridotto 10.

Caravaggio e i caravaggeschi dell’Italia Meridionale della collezione della fondazione Roberto Longhi”
Castello Aragonese – Otranto
11 giugno – 24 settembre 2017
Per ulteriori informazioni: www.mostracaravaggio.it