Pubblicato in: Mostre

L’arte contemporanea degli Antipodi dell’Australia in una mostra al PAC

Alessio CappuccioAlessio Cappuccio 3 settimane fa
mostra australia pac
Foto: Claudia Capelli

Il PAC torna ad esplorare i continenti sulle tracce dell’arte contemporanea con la mostra Australia. Storie dagli Antipodi, portando a Milano dal 17 dicembre 2019 al 9 febbraio 2020 una selezione di 32 artisti australiani, sia emergenti che affermati, appartenenti a diverse generazioni e background culturali.

Australia. Storie dagli Antipodi è la più grande ricognizione sull’arte australiana contemporanea mai realizzata al di fuori del continente e racchiude un’ampia costellazione di pratiche e prospettive culturali, politiche e sociali. La mostra costituisce un viaggio metaforico all’interno del panorama multiculturale dell’arte contemporanea australiana, influenzato da storie personali, lingue, origini etniche, religioni e tradizioni eterogenee: dagli artisti afferenti alle molte culture aborigene e ‘First Nations’, a quelli che sono arrivati dal Pacifico, dall’Europa, dai paesi asiatici e dalle Americhe.

Inserita nel percorso di ricerca del PAC, teso a scardinare pregiudizi e costruire nuove interpretazioni attraverso l’arte, la mostra prende le distanze da qualsiasi idea stereotipata di ‘Australia’, evidenziando invece una serie di connessioni e suggerendo una narrazione caratterizzata dalla prossimità e dalla vicinanza.

Le opere selezionate utilizzano diversi mezzi espressivi quali pittura, performance, installazione, scultura, video, disegni e fotografia, e sono state realizzate in un arco di tempo esteso, oltre ad includere alcuni interventi site specific ideati appositamente per la mostra. Diversamente provocatorie, politiche o poetiche, le opere trattano temi socialmente e politicamente impegnati in relazione a questioni di razza, genere e classe; ansie identitarie, individuali e collettive; problemi di conoscenza e azione; storie contestate e narrazioni represse; preoccupazioni derivanti dalla gestione di fenomeni di colonizzazione e decolonizzazione.

La settimana di apertura della mostra sarà animata da live performance di Mike Parr (16 dicembre ore 19), di Marco Fusinato (17 dicembre ore 15-21) e dalla proiezione del film Terror Nullius del collettivo Soda Jerk per la prima volta in Italia grazie alla collaborazione con il MIC Museo Interattivo del Cinema di Milano (18 dicembre ore 20:30).

A gennaio il PAC ospiterà invece due lavori partecipativi dell’artista australiano Stuart Ringholt che esplora la funzione sociale dell’arte attraverso workshop collaborativi: per la prima volta in Italia il Naturist Tour (18 gennaio ore 20:30) che consiste in una visita guidata alla mostra dove l’artista e i partecipanti saranno nudi per riscoprire la relazione dello spettatore con l’architettura e l’opera d’arte, e due Anger Workshops (16 gennaio ore 18 e ore 20), nei quali i partecipanti guidati dall’artista impareranno semplici tecniche per esprimere lo stress e la rabbia.

Un Public Program ispirato alle opere in mostra coinvolgerà come sempre grandi e piccoli avvicinandoli alla cultura australiana con laboratori per famiglie, favole, visite guidate gratuite settimanali e visite guidate con il curatore e altri ospiti speciali.

Orari:

  • 9:30 – 19:30
  • martedì e giovedì 9:30 – 22:30
  • 24.12 ore 9:30 –14:30
  • 25.12 ore 14:30 – 18:30
  • 26.12 ore 9:30 – 22:30
  • 31.12 ore 9:30 – 14:30
  • 1.1 ore 14:30 – 19:30
  • 6.1 ore 9:30 – 19:30

Biglietti:

  • Intero € 8,00
  • Ridotto € 6,50 (gruppi di almeno 15 persone accompagnati da guida; visitatori dai 6 ai 26 anni; visitatori oltre i 65 anni; portatori di handicap; soci Touring Club con tessera; soci FAI con tessera; militari; forze dell’ordine non in servizio; insegnanti; altre convenzioni)
  • Ridotto Abbonamento Musei Lombardia € 5,00
  • Ridotto speciale € 4,00 (ogni martedì e giovedì dalle 19.00; gruppi di studenti delle scuole di ogni ordine e grado; gruppi organizzati direttamente dal Touring Club e dal FAI; volontari Servizio Civile muniti di tesserino; giornalisti non accreditati e iscritti all’albo con tesserino ODG munito del bollino dell’anno in corso, possessori Cinetessera 2020)
  • Biglietto famiglia 1 o 2 adulti € 6,50 + ragazzi 6-14 anni € 4,00
  • Gratuito: minori fino ai 6 anni, un accompagnatore per ogni gruppo, due accompagnatori per ogni gruppo scolastico; un accompagnatore per disabile che presenti necessità; un accompagnatore e una guida per ogni gruppo Touring Club e FAI; dipendenti della Soprintendenza ai Beni Architettonici e Artistici; giornalisti accreditati; tesserati ICOM; guide turistiche

Scopri tutte le nuove mostre del 2020 a Milano