Pubblicato in: News Teatro

Sei spettacoli teatrali da vedere a Milano dall’11 al 17 settembre 2017

spettacoli teatrali Milano 2017
26/06/2017 60 Festival dei 2 Mondi di Spoleto. Teatro Caio Melisso, spettacolo Memorie di Adriana. Nella foto Adriana Asti

 

 

Avete l’imbarazzo della scelta su cosa vedere a teatro? Vi state chiedendo come impiegare, culturalmente, quella sera libera o la domenica pomeriggio? Come ogni lunedì, Milano Weekend vi segnala alcune opere in cartellone nella nostra città: un nuovo appuntamento con lo #spiegoneteatri.

Ecco cosa vedere a teatro a Milano nella settimana dall’11 settembre 2017

Alcuni consigli sugli spettacoli in cartellone

— Entropy (Teatro Filodrammatici 14 – 16 settembre)

La giovane compagnia teatrale La Scène Plané (nata nel 2016) propone in questi tre giorni uno spettacolo un po’ onirico, sempre in linea con ciò che si propone cercando “di affrontare l’opera teatrale in un modo significativo e responsabile per trasmettere le infinite ragioni per cui il teatro debba esistere ancora oggi. La nostra speranza è che una nuova opera, ricca di metafore e di verità risulti come un piccolo seme interrato nel cuore degli spettatori”, questa la dichiarazione d’intenti.

“Mentre faccio i miei sogni, noi sfioriamo i sogni degli altri come se nulla fosse. Nel settore culinario, alberghiero e cinematografico le luci nelle sagome delle stelle vuote vengono spenti ed accesi innumerevolmente ogni giorno solamente da un movimento leggero delle nostre dita. Tuttavia voi sapete che anche queste stelle vuote hanno ossa e cuore? Qui c’è la storia di cinque protagonisti che fanno aumentare l’entropia dell’universo” (dalla sinossi).

ORARI: h 21

PREZZI: da 22,40€ a 16,80€

— La vecchia Dorotea (Teatro Gerolamo 12 – 17 settembre)

Il Teatro Gerolamo riapre le porte della nuova stagione scegliendo di inaugurare con questa commedia in due tempi curata da Carlo Colla II. Il testo fu, infatti, acquistato dalla Compagnia Carlo Colla & Figli dal marionettista Fiando che, come molte altre compagnie marionettistiche, l’aveva in repertorio con il titolo ‘La giocatrice del lotto‘ – al centro del plot c’è proprio questo vizio del gioco del lotto. “Dai primi anni del secolo fino al 1957 la commedia venne rappresentata abitualmente al Teatro Gerolamo” (dalla scheda) ed è emozionante che torni in scena proprio su questo palco.

“Un fatto di cronaca della Milano ottocentesca che ha come sfondo il quartiere del Verziere con le sue case e i suoi abbaini, con i caffè popolati dai ‘ligera’, giovani senza lavoro e dediti a piccole e grandi truffe ai danni dei più deboli, diviene immediatamente tema per gli spettacoli di marionette e burattini”, dalle note di regia di Eugenio Monti Colla. La vecchia col vizio del gioco al lotto, presa da superstizione, giura di non giocare mai più pena l’arrivo del diavolo. “Ma appunto un ‘ligera’ ordirà una truffa ai danni della vecchia. Vi è anche un compare che mette in atto un’opera di seduzione verso una fanciulla ingenua di buona famiglia. I progetti dei due verranno sventati dal personaggio di Gerolamo “maschera” che, dopo aver soppiantato il collega Meneghino, divenne il beniamino del pubblico milanese al punto che a lui venne intitolato il teatro di marionette di piazza Beccaria”. Si tratta quindi di un’occasione per vedere non solo uno spettacolo storico, ma scoprire anche un po’ alcune radici di Milano.

DURATA: 75′ più intervallo

ORARIO: martedì 12 anteprima; da mercoledì a sabato h 20; domenica h 16

PREZZI: anteprima del 12 posto unico 10€; da 34€ a 6€

— Memorie di Adriana (Teatro Franco Parenti 12 – 24 settembre)

Dopo aver debuttato all’ultimo Festival dei Due Mondi di Spoleto, lo spettacolo con una signora del teatro italiano qual è Adriana Asti apre la stagione 2017 – 2018 del Teatro Franco Parenti. “Quante scene ho immaginato insieme a Gianmaurizio Fercioni (scenografo, nda) per raccontare uno spazio vuoto che si riempia solo con l’amore per il Teatro…quell’amore che sa creare legami fortissimi tra le persone durante le prove e sa rimanere nel tempo quasi indissolubile come è successo tra Adriana e me”, ha dichiarato Andrée Ruth Shammah, che ne ha curato l’adattamento teatrale (è tratto dal libro ‘Ricordare e dimenticare, conversazione tra Adriana Asti e René De Ceccatty‘) e la regia. Basterebbero queste parole così sentite, insieme all’opportunità di vedere la Asti recitare dal vivo, a invogliare per un’uscita teatrale. “Pensieri e racconti prendono vita. Non sono soltanto gli episodi di una lunga carriera, le ansie del palcoscenico, gli incontri con i più grandi registi di teatro e di cinema, i travestimenti e le nudità, la leggerezza e la follia. A raccontare è il meccanismo stesso dello spettacolo. Apparire senza rivelarsi, guardarsi da fuori quasi con distacco, riversando su quell’altra se stessa ironia e rabbia, irritazione e tenerezza. Un gioco in cui nessuno interpreta la sua parte. Né il direttore, né il tecnico, né l’ammiratore, né soprattutto lei, Adriana, e neanche l’altra, il suo alter ego” (dalla nota ufficiale).

ORARIO: martedì e venerdì h 20; mercoledì h 19,30; giovedì h 21; sabato h 20,30; domenica 17 settembre h 16; domenica 24 settembre h 16,30. Riposo: il lunedì, sabato 16, mercoledì 20 e giovedì 21.

PREZZI: prime file biglietto unico 38€; I e II settore 30€; III settore 23,50€; convenzioni (escluso prime file) 21€; over60 e under26 (escluso prime file) 18€ + diritti di prevendita

Eventi teatrali

— Dossier: Pirandello 150 anni (Chiostro Nina Vinchi 12 settembre)

Sul numero di Hystrio di luglio – settembre è stato presentato il dossier ‘Pirandello 150‘, che verrà presentato in questa circostanza dai curatori Roberto Rizzente e Albarosa Camaldo. Intervengono anche Claudia Cannella (direttore di Hystrio), i professori Fausto Malcovati, Andrea Bisicchia e Giuseppe Liotta, e Maria Grazia Gregori (firma de l’Unità).

ORARIO: h 18,30

PREZZO: ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Rassegne teatrali

— Dance Explosion (Teatro Martinitt 16 – 23 settembre)

Nel programma dell’edizione 2017 (qui il nostro articolo dettagliato) sono previsti quattro spettacoli (il 16, 17, 22 e 23 settembre) di danza dal respiro internazionale.

ORARI: h 21

PREZZI: intero 22€; ridotto 16€. Miniabbonamento libero a tre spettacoli a 40€

— Tramedautore (Piccolo Teatro Grassi e Piccolo Teatro Studio Melato 13 – 24 settembre)

Qui tutti i dettagli della XVII edizione del Festival Internazionale delle Drammaturgie, da quest’anno sotto la direzione di Benedetto Sicca.

ORARI: variano a seconda dell’evento.

PREZZI: biglietto intero 15€. Concerti, performance e incontri con gli autori nel Chiostro Nina Vinchi sono a ingresso gratuito.

Etichette:

Non perderti un evento a Milano!

Ricevi solo eventi utili grazie alla Newsletter curata da Andrea

Aggiungiti agli altri 16.000 della community!