Pubblicato in: Teatro

Da Suite Amletica a Tramedautore: gli spettacoli da non perdere a Milano a settembre

spettacoli milano
Foto tratta da 'Sister(s). Miraggio su strada qualunque'. Ph Michela Tollin - Tramedautore festival

Avete l’imbarazzo della scelta su cosa vedere a teatro? Vi state chiedendo come impiegare, culturalmente, quella sera libera o la domenica pomeriggio?

Come ogni lunedì Milano Weekend vi segnala alcune opere in cartellone nella nostra città da luglio fino a settembre, abbracciando in pieno l’estate, il tutto nel nuovo appuntamento con lo #spiegoneteatri.

Ecco cosa vedere a teatro a Milano

Rassegne teatrali

— Suite Amletica (Teatro Fontana 20 – 22, 27 – 29 settembre)

Due diversi punti di vista, due riflessioni, due rappresentazioni dell’Amleto di Shakespeare danno vita ad una mini rassegna a tema che cerca un dialogo con la tradizione esplorando nuove modalità di trasmissione delle storie.

Amleto di Michele Sinisi (20 – 22) – prodotto da Elsinor – ritrae un essere umano, chiuso in una stanza e costretto a fare i conti con il proprio passato. In compagnia di un fantasma.

Mentre Io sono. Solo. Amleto di Marco Cacciola è uno studio tra la prontezza e l’azione, una riflessione sull’Identità, sulla solitudine, sull’Arte; mentre” (dalla nota ufficiale).

Sul sito del teatro maggiori dettagli. Ci sono sempre rappresentazioni che ti fanno riscoprire i classici shakespeariano, questa è una di quelle occasioni e nel chiostro cinquecentesco, en plein air.

— Tramedautore (Piccolo Teatro Grassi 14 – 23 settembre)

Qui tutti i dettagli sulla diciottesima edizione del Festival Internazionale delle Drammaturgie. Tra gli spettacoli, ‘Sister(s) – Miraggio su strada qualunque‘ di exvUoto teatro, “un ritratto attuale, grottesco e ironico della generazione dei Millennials, in conflitto tra paura e desiderio di cambiamento. Una fiaba moderna di cui sono protagonisti due fratelli in una desolata Rovigo in Alabama, creature semi-invisibili e prive di riferimenti, dagli orizzonti chiusi e razzisti come il mondo in cui sono cresciuti” (dalla scheda).

Spettacoli conclusi

— Cinemalteatro (Teatro Elfo Puccini 2 – 6 luglio)

Torna all’Elfo Cinemalteatro, con il meglio del suo repertorio, ma anche qualche chicca inedita. Se non avete ancora provato quest’esperienza di visione, ve la consigliamo, ma badate bene: “nessuno è al sicuro, nemmeno nelle ultime file, in questo format d’intrattenimento teatrale a forte coinvolgimento del pubblico. Si usano i mezzi del teatro per veicolare le storie dei grandi film, quelli che sono nell’immaginario di tutti. Ognuno dei film presentati ha una regia specifica e una particolare modalità di coinvolgimento del pubblico. In nessun caso la sicurezza del pubblico è a rischio. È possibile entrare a spettacolo iniziato o con il cellulare acceso: ciò attirerà notevolmente l’attenzione del team di Cinemalteatro e vi renderà immediatamente attori coinvolti nello spettacolo” (dalla nota ufficiale).

Ogni sera è prevista una prima per l’Elfo con un “film” non ancora proposto: Matrix, Rocky, Il gladiatore, The bodyguard. Da un’idea di Loris Fabiani, in scena troviamo lui insieme a Michele Di Giacomo e Umberto Terruso.

DURATA: 60′

ORARIO: h 21

PREZZI: intero 32,50€; martedì posto unico 21,50€; ridotto under25 e over65 17€; under18 e scuole 12€
Cineabbonamento: 2 serate 33€ (2 biglietti a 16,50€) / 3 serate: 40,50€ (3 biglietti a 13,50€) – Acquistabile solo in biglietteria.

— Come sposare un miliardario (Teatro Franco Parenti )

Un one woman show che porta la fine comicità francese da noi. La protagonista (Giorgia Sinicorni) sta per coronare il suo sogno, sposare un miliardario e, infatti, la ascoltiamo dispensare “consigli su come si fa ad accalappiare un rappresentante di questa specie rarissima. Mentre suggerisce alle giovani in sala di imparare a memoria la lista di FORBES, in cui sono elencati i 2208 fortunati che detengono il 50% della ricchezza mondiale, elogia le capacità imprenditoriali di uomini che hanno passato la loro vita a rubare ai poveri per dare ai ricchi, quindi a se stessi. Ne esce uno spettacolo tagliente, ironico, divertente e leggero allo stesso tempo, che fa riflettere sui paradossi della nostra società. La giovane sposa, preparata come un professore di economia, fa luce sulle verità del nostro sistema economico e sociale con la leggerezza di una Marilyn contemporanea” (dalla scheda).

Scritto da Audrey Vernon (ha riscosso molto successo in Francia), è stato adattato e tradotto dalla stessa Sinicorni. Regia a cura di Carla Bianchi.

DURATA: 75′

ORARIO: mercoledì e giovedì h 20,30; venerdì, sabato e martedì 10 h 21; domenica h 18

PREZZI: intero 15€ + prev.

Presentando il biglietto dello spettacolo ‘Come sposare un miliardario’ è possibile fare il bagno in piscina (via Botta 18) con un supplemento di 4€ secondo i seguenti giorni e orari orari: mercoledì 4 e 11 e giovedì 5 e 12 luglio bagno a partire dalle 18; spettacolo h 20,30; venerdì 6 e 13, sabato 7 e 14 e martedì 10 luglio bagno a partire dalle h 18,30; spettacolo h 21

— Trascendi e sali (Teatro Elfo Puccini 2 – 13 luglio)

Anche se siamo a luglio, la città meneghina può animarsi di vere e proprie prime nazionali com’è nel caso del nuovo lavoro di Bergonzoni. “Trascendi e sali arriva dopo ‘Urge‘ e ‘Nessi‘ spettacoli che hanno inciso profondamente Bergonzoni, in tutti i sensi, aprendogli artisticamente e socialmente strade sempre più intricate e necessarie. Uno spettacolo dove il disvelamento segue e anticipa la sparizione, dove la comicità non segue obbligatoriamente un ritmo costante e dove a volte le radici artistiche vengono mostrate per essere subito sotterrate di nuovo.

Trascendi e sali come vettore artistico di tolleranza e pace, colmo di visioni che, magari, riusciranno a scatenare le forze positive esistenti nel nostro essere. Piuttosto che in avanti potrebbe essere, artisticamente, un salto di lato a dimostrazione che a volte per una progressione non è sempre necessario seguire una linea retta. Dove la carta diventa forbice per trasformarsi in sasso, dove il comico si interroga per confessare e chiedere e tornare a indicare quello che evidentemente lui vede prima
degli altri. Forse dall’alto delle sue scenografie o nella regia condivisa con Riccardo Rodolfi. Forse. Sicuramente. Sicuramente forse” (dalla scheda).

DURATA: 90′

ORARIO: da lunedì a venerdì h 21

PREZZI: intero 32,50€; martedì posto unico 21,50€; ridotto under25 e over65 17€; under18 e scuole 12€

— Zelig Cabaret (14 e 15 settembre)

La stagione di Zelig Cabaret riparte venerdì 14 settembre con la vulcanica Teresa Mannino che, come prima altri suoi illustri colleghi, si farà intervistare live da Giancarlo Bozzo, direttore artistico di Zelig Cabaret. La serata è già sold out (ma mai dire mai, non si sa mai che qualcuno possa venir meno) e “sarà oggetto di registrazioni televisive di Stars (programma per il canale Zelig Tv sul DTT) in cui si sveleranno al pubblico i segreti del suo successo e dei suoi personaggi, con ospiti a sorpresa, video e aneddoti inediti.

Sabato 15 sarà la volta, invece, del verace comico pugliese Nando Timoteo, che presenterà un nuovo Show intelligente e intenso” (dalla nota ufficiale).

— Who is the King – Prove aperte (Teatro Franco Parenti 23 – 31 luglio)

Il teatro non va in vacanza e d’estate il Parenti ha deciso di aprire le porte delle prove su un progetto molto interessante. Dopo il primo episodio, dal 23 al 31 luglio sarà possibile assistere allo sviluppo del secondo, che copre gli eventi narrati in ‘Enrico IV – parte prima‘.

“Negli ultimi 15 anni le serie TV hanno sconvolto e rinnovato il concetto universale di narrazione, ma la serialità, in narrativa come in teatro, non è certo un’invenzione del nostro tempo.
William Shakespeare, a cavallo del 1600, ha dato vita ad otto opere (Riccardo II, Enrico IV parte prima e seconda, Enrico V, Enrico VI parte prima, seconda e terza, Riccardo III) che, messe in questo ordine, raccontano circa un secolo di storia d’Inghilterra anticipando in maniera geniale proprio i meccanismi narrativi delle migliori serie TV contemporanee.
In Who is the king – da William Shakespeare, la serie, assistiamo alla formazione di un vasto affresco nel quale, tra storia e poesia, le migliori qualità umane trionfano o soccombono contro le nere, eterne dinamiche del Potere”, hanno specificato gli ideatori Lino Musella, Andrea Baracco e Paolo Mazzarelli. Lo spettacolo compiuto sarà in scena nella prossima stagione.

ORARI: sabato riposo; lunedì e martedì h 20; mercoledì h 19,30; giovedì e venerdì h 21; domenica h 17,30

PREZZI: intero 20€; ridotto over65 e under26 15€. È previsto anche un biglietto unico a 24€ per spettacolo+bagno in piscina, utilizzabile lunedì, giovedì e venerdì con bagno a partire dalle 18.

Eventi teatrali conclusi

— AUT Un viaggio con Peppino Impastato (Cortile delle Armi – Castello Sforzesco 29 luglio)

Si parla ancora troppo poco di Impastato e come diceva lui stesso: la conoscenza salverà il mondo per cui bisogna fare memoria di ciò che è stato.

Tocca a Stefano Annoni dargli volto, “il quale si racconta durante un viaggio in treno, un treno fantasma che corre su quelle rotaie che saranno la sua tomba. Lui è seduto su quel treno e dal finestrino vede passare la sua vita, vita che non si ferma neanche con la sua morte, vita che non poteva mai essere vita privata ma era lotta e politica.

Il treno e la radio diventano teatro per raccontare la sua storia. Peppino si racconta in modo schizofrenico, saltando da un’immagine, da un ricordo, da una trasmissione all’altra. Lo spettacolo è lui, solo come negli ultimi giorni di vita, e come lui, un attore, solo, dà vita a Radio AUT” (dalla scheda). La regia è affidata a Paolo Trotti.

ORARI: h 21,30

PREZZI: intero 10€; ridotto over65 e under26 5€

— Diarios de Frida al Tempo delle donne (Triennale 9 settembre)

Scoprite gli appuntamenti del CETEC a settembre, tra cui la performance dedicata a Frida alla rassegna del ‘Tempo delle donne’. Nel nostro articolo i dettagli.

— Il rigore che non c’era (Giardino della Triennale 13 luglio)

CalcioCity offre un’anteprima davvero ghiotta: il nuovo spettacolo di Federico Buffa.

Il grande storyteller italiano racconta di quell’evento, magari improvviso, che ha cambiato la storia di una partita, che ha trasformato la storia di una vita…. Un percorso che passa le avventure di Sendero Luminoso a quella di George Best, da Leo Messi al millesimo gol di Pelè, da Elis Regina a Garrincha.

ORARIO: h 21

NOTA BENE: ingresso gratuito con prenotazione

Rassegne teatrali concluse

— Da vicino nessuno è normale (TeatroLaCucina 8 giugno – 21 luglio)

Un appuntamento immancabile per i milanesi e per tutti gli appassionati che vogliono scoprire nuovi artisti  – e non solo – e approfondire certi temi, abbattendo le barriere. Maggiori dettagli nel nostro articolo.

— Estate Sforzesca

Se siete ad agosto nella città meneghina, il teatro non va in vacanza. Nel nostro articolo potete scoprire tutti gli spettacoli previsti.

— Liberi d’estate (Teatro Libero 1- 18 luglio)

Torna per il quinto anno consecutivo la rassegna che dà spazio alle giovani generazioni. Oltre a spettacoli di giovani compagnie, è prevista la fase finale del concorso ‘Banco di prova’, ideato da Manuel Renga, Francesco Leschiera e Susanna Verri in collaborazione con Isolacasateatro. Al centro di questa parte della rassegna i testi di giovani drammaturghi italiani, presentati in forma di reading presso Isolacasateatro e poi modificati, elaborati, rifiniti dopo un confronto con critici e pubblico fino a trovare forma definitiva al Teatro Libero.

Ogni serata sarà per il Teatro una festa con compagnie differenti e il pubblico potrà fermarsi insieme ad attori e registi per un confronto o semplicemente per togliersi qualche curiosità dopo lo spettacolo.

Sul sito ufficiale trovate tutti gli spettacoli previsti.

PREZZI:  unico 12€; per banco di prova 10€

— L’ultima luna d’estate (nella provincia di Lecco 30 agosto – 9 settembre)

Nella nostra presentazione trovate tutte le info su un appuntamento ormai fisso che ci aiuta a salutare l’estate.

Etichette:

Forse sei interessato a: