Pubblicato in: Trasporti

Sciopero ferroviario del 21 e 25 marzo: tutte le informazioni

sciopero treni marzo
Foto: Wikimedia - Manuel Paa

Ancora cattive notizie per viaggiatori e pendolari, i quali hanno dovuto affrontare un 2017 di fuoco: il mese di marzo riserva infatti delle sorprese tutt’altro che piacevoli, nella forma di due scioperi che andranno a compromettere seriamente la circolazione dei treni.

Vediamo dunque insieme quali sono le caratteristiche delle due manifestazioni di protesta che andranno a paralizzare il traffico ferroviario il 21 e il 25 marzo. Nel frattempo lo sciopero del 23 febbraio indetto dall’organizzazione sindacale Or.S.A. Ferrovie e che avrebbe interessato i lavoratori di Trenord è stato rinviato.

Sciopero ferroviario del 21 marzo: Trenord

A incrociare le braccia per primi saranno in ogni caso i dipendenti dell’azienda che si occupa del trasporto pubblico locale ferroviario in Lombardia.

Lo sciopero è indetto dalla sigle sindacali OSR FILT-CGIL/FIT-CISL/UILT-UIL/UGL-AF/FAISA-CISAL/FAST MOBILITA’ + RSU e prevederà il blocco della circolazione dei vagoni dalle ore 9 alle 17. Le fasce di garanzie in questo caso coinvolgono tutti i treni che partiranno entro le ore 9 e con destinazione finale prevista entro le ore 10.

Assicurati anche i collegamenti aeroportuali tramite un servizio di autobus sostitutivi: le destinazioni sono quelle di Milano Cadorna – Malpensa Aeroporto e Malpensa Aeroporto – Bellinzona.

Per seguire l’evoluzione dello sciopero si consiglia di tenere monitorato il sito di Trenord.

 

Sciopero ferroviario del 25 marzo: Trenitalia, Italo e Trenord

Onnicomprensivo, invece, lo sciopero del 25 marzo, che interesserà le tre maggiori compagnie ferroviarie italiane, ovvero Trenitalia, Trenord e Italo.

In questo caso la dimostrazione di protesta proclamata dal sindacato Orsa ferrovia avrà carattere nazionale e avrà una durata di 24 ore, ovvero dalle 21 del 25 marzo alle 21 del 26 marzo. Con ogni probabilità verranno assicurate fasce di garanzia, ma al momento non sono state comunicate informazioni a riguardo.

Come sempre Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto, nonché alcuni treni a lunga percorrenza. I treni che hanno iniziato il tragitto a sciopero iniziato sono obbligati ad arrivare a destinazione, se raggiungibile entro un’ora dall’inizio della manifestazione; gli altri invece si fermeranno nelle stazioni precedenti.

Trenord ricorda che il personale è tenuto ad assicurare alcuni servizi minimi di trasporto, nelle fasce orarie di maggiore afflusso nel trasporto locale (dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21), con politica sui treni in viaggio uguale a quella di Trenitalia.

Per seguire l’evoluzione dello sciopero in merito ai servizi offerti da NTV si consiglia di tenere monitorato il sito di Italo.

Etichette: