Pubblicato in: Teatro

Mr & Mrs Dream: la grande danza al Piccolo Teatro

Marco Valerio 4 anni fa
Foto: Pascal Elliot

Interprete dalla presenza scenica e dal grande carisma, Marie-Claude Pietragalla porta al Piccolo Teatro, dal 28 al 30 maggio, Mr & Mrs Dream. Lo spettacolo andrà in scena al Piccolo Teatro Strehler con coreografia e allestimento firmati da Marie-Claude Pietragalla e Julien Derouault.

Per la prima volta in Italia, quella del Théâtre du Corps Pietragalla-Derouault è una performance completamente nuova concepita per catapultare lo spettatore in un mondo dove i confini tra reale e virtuale si fondono. Un sogno a occhi aperti che intreccia danza, teatro e illusione, nel quale la realtà è ribaltata, manipolata e resa virtuale.

Mr & Mrs Dream si ispira alle opere di Eugène Ionesco, tra i massimi esponenti del teatro dell’assurdo, che nei suoi lavori ha usato la comicità paradossale e il nonsense per mettere in scena l’angoscia e l’irrazionalità della condizione umana. È la storia di due creature fantastiche che viaggiano nel tempo, sfuggite alla penna del loro autore, che reinventano le proprie vite, sognano l’amore e sperimentano la realtà solo per brevi momenti.

Ma la particolarità e unicità dello spettacolo è una scenografia onirica e allo stesso tempo estremamente tecnologica che permette ai due ballerini non solo di danzare all’interno di essa, ma anche di interagire con le immagini e le visualizzazioni che appaiono sul palcoscenico.

Questo incontro tra arte, scienza e tecnologia è stato reso possibile grazie alla collaborazione di un team di ingegneri della Dassault Systèmes con Marie-Claude Pietragalla e Julien Derouault: insieme, sono riusciti a creare uno spettacolo di un genere nuovo, una sfida alla realtà, un ampliamento del potere dell’immaginazione.

Mr & Mrs Dream apre la stagione della grande danza al Piccolo Teatro che, nel mese di giugno, porterà sui palcoscenici del Teatro Strehler e del Teatro Studio Melato: Short Stories, un trittico che rende omaggio alla signora della danza, Carolyn Carlson, in scena nella prima delle tre coreografie Immersion (con le altre due Li e Mandala al Teatro Strehler, dal 4 al 6 giugno); Aterballetto con Antitesi di Andonis Foniadakis, in prima mondiale, due coreografie di Mauro Bigonzetti e una di Philippe Kratz (Teatro Strehler, 11-14 giugno/18-21 giugno); Tracks, in prima italiana, della Compagnia Zahrbat/Brahim Bouchelaghem, che intreccia l’hip hop con il jazz e con la danza contemporanea (Teatro Studio, 23-25 giugno). E, per finire, Marie-Louise, il circo coreografico di L’Éolienne (Teatro Strehler, 26-28 giugno).

ORARI:

Giovedì e sabato ore 19.30; venerdì ore 20.30

DURATA:

80 minuti senza intervallo

PREZZI:

Platea 33 euro, balconata 26 euro

Etichette: