Pubblicato in: Mostre

Cinque mostre da vedere a Milano fino al 28 giugno

mostre milano giugno 2017

mostre milano giugno 2017

Volete fare un giro a vedere mostre, ma pensate che con questo caldo sia meglio non uscire?

A parte il fatto che musei e luoghi di cultura sono sempre molto freschi, l’arte non va in vacanza e Milano vi propone tante interessanti mostre da vedere. Qualcuna che dura a malapena qualche giorno – quindi affrettatevi! -, qualcuna che è stata per fortuna prorogata, altre in corso da un po’ e infine una novità a Settimo Torinese ché conoscere quello che c’è a poche ore da casa non è mai male.
Ecco la selezione dello #spiegonemostre per questa prima settimana d’estate.

Mostre allo Spazio Cobianchi

La prima novità è certamente questa: è stata prorogata fino al 5 novembre la mostra storico-artistica dal titolo Templari: storia e leggenda dei Cavalieri del Tempio. Nello storico Spazio Cobianchi, in Galleria Vittorio Emanuele di Milano (lato Galleria del Toro), da poco restituito alla città potrete ammirare la mostra, ideata e progettata dalla Fondazione DNArt di Milano in collaborazione con il Circolo Culturale della Letteratura e delle Arti di Milano. Una esposizione che ha lo scopo di illustrare la storia dei Templari innanzitutto nelle sue evidenze storiche.

Tra le testimonianze presenti ci sono infatti: il Codice pergamenaceo La Regola dei Cavalieri del Tempio dalla Biblioteca Nazionale Lincei di Roma; i documenti del processo ai Templari dell’Archivio Segreto Vaticano. E ancora opere come: La Grande Tavola a foglia oro di San Nicola pellegrino della Cattedrale di Trani, la Croce stradale del cammino verso la Terra Santa del XII secolo del Museo Medievale di Arezzo e la Corona di Ruggero II del Museo Nicola Iano di Bari.

Attraverso l’esposizione di documenti, quadri, sculture ed oggetti la mostra illustra la nascita, lo sviluppo, la fine e l’eredità dell’Ordine, lungo il percorso storico di diverse tappe e la narrazione delle gesta dei personaggi che ne hanno fatto la storia. La mostra oltre a interessare gli appassionati è sicuramente un modo per far capire ai ragazzi delle scuole la particolarità di questo ordine e come si è evoluto nel corso dei secoli. Sono infatti previste visite guidate su prenotazione e libere nei pomeriggi del weekend. Orari della mostra: il lunedì dalle 15 alle 20,
martedì-domenica dalle 10 alle 20. L’ingresso è gratuito con la Musei Card.

Templari: storia e leggende dei Cavalieri del Tempo
Spazio Cobianchi Duomo Milano
13 aprile – 5 novembre 2017
Per ulteriori informazioni: www.circolocobianchiduomo.it

Mostre alla Galleria Still

Se non ci siete mai stati, sappiate che la Galleria Still è uno spazio che non vi dovete perdere specie se amate la fotografia o in generale tutto ciò che è fortemente legato al mondo delle immagini. È qui, in via Balilla 36, che fino al 23 giugno potete vedere la mostra dell’artista Stefano Prina che esporrà art works, bijoux e oggetti dal design particolare.

Gli oggetti sono in venduta ma per una buona causa: il ricavato sarà interamente destinato al sostegno dell’attività di accoglienza e cura dei minori vittime di maltrattamenti e abusi ospiti dell’Associazione CAF.

Quanto all’artista, Stefano Prina, architetto di formazione, è in realtà anche pittore, modellista e realizzatore di mock-up come si può vedere osservando gli oggetti in mostra. Ogni creazione è infatti caratterizzata da un’estetica singolare e riconoscibile.

La serie di occhi (nella foto sopra) ispirata da quelli del suo cane Luchino, intende l’occhio come forza centrifuga, capace di attirare, conservare la luce e l’energia positiva di ciò che lo circonda.

La mostra è a ingresso libero ed è aperta fino a venerdì dalle 15 alle 19.

Art works, bijoux e oggetti di design di Stefano Prina
Galleria Still, via Balilla 36
20 – 23 giugno 2017
Per ulteriori informazioni: www.stillfotografia.it

Mostre alla Pinacoteca di Brera

Avete adorato i Dialoghi di Brera? Ecco che dopo il Quarto Dialogo dedicato a Lorenzo Lotto  nella splendida cornice della Pinacoteca potete vedere il Quinto Dialogo su Pompeo Batoni, pittore del ‘700 che viene ospitato nella sala 34  dove a “conversare” ci sono i quadri sentinella del classicismo romano giunto a Milano.

La pala di Pompeo Batoni Madonna col Bambino e i Santi Giuseppe e Zaccaria, Elisabetta e Giovannino, proveniente dalla Chiesa dei SS. Cosma e Damiano alla Scala ormai scomparsa, viene accostata a Il Beato Tolomei assiste le vittime della peste dalla Chiesa di San Vittore al Corpo di Milano e a un bozzetto di questo stesso quadro proveniente dal Palazzo Borromeo dell’Isola Bella (Verbania).

Il dialogo si chiude con due disegni di Batoni, Nudo seduto di profilo e Nudo seduto con gamba accavallata provenienti dall’Accademia di Belle Arti di Brera. Non solo un’esperienza temporale, ma anche “spaziale” nel senso che attorno a Batoni è stato realizzato un itinerario che coinvolge altri pittori del ‘700 come Giambattista Tiepolo.

Il Quinto Dialogo sarà visibile fino all’1 ottobre.

Quinto Dialogo Attorno al Settecento. Pompeo Batoni e Milano
8 giugno – 1 ottobre 2017
Pinacoteca di Brera
Per ulteriori informazioni: pinacotecabrera.org

Mostre alla Fondazione Prada

Se non siete ancora stati alla Fondazione Prada, a due passi dalla metro Lodi e dalla Stazione di Porta Romana, è arrivato il momento di recuperare. Un motivo in più è che dal 9 maggio ha aperto la mostra TV70: Francesco Vezzoli guarda la Rai.

Un’esposizione originale che punta l’obiettivo sugli anni ’70 visti attraverso Mamma Rai. Se siete appassionati di quel periodo della nostra storia o più semplicemente curiosi, sappiate che questa mostra, che occupa una buona parte della Fondazione, vi catapulterà in quegli anni proprio attraverso il tubo catodico e vi farà vedere come la TV, quasi snobbata oggi dai Millennials e non solo, ai tempi fu un importante motore culturale. Tre le sezioni in cui è articolata la mostra: arte, politica e intrattenimento. Vedrete Mina e Carrà ma anche Mario Schifano, Renato Guttuso, Michelangelo Pistoletto. TV 70 sarà aperta fino al 24 settembre.

TV 70: Francesco Vezzoli guarda la Rai
9 maggio – 24 settembre 2017
Fondazione Prada
Per ulteriori informazioni: www.fondazioneprada.org

Mostre all’Ecomuseo del Freidano – Settimo Torinese

Chi ama il Mediterraneo, non può perdersi questa mostra di cui per altro noi di Milano Weekend siamo media partner. Ma ve la consigliamo nel nostro spiegone non tanto per questo, quanto il fatto che questa rassegna fotografica vi permette di vedere questo mare così amato e purtroppo spesso foriero di disgrazie sia un luogo “sperimentale” di relazioni, dove le culture e le arti coesistono, dialogano, si intrecciano.

La mostra è la seconda tappa di Mediterraneo: fotografie tra terre e mare ed è caratterizzata da un percorso espositivo tra stampe e video proiezioni che si snoda attraverso i lavori dei fotografi Michele Crameri, Alessandro Gaja, Alessandro Gandolfi, Alessandro Rota, Mara Scampoli, Guido Villani.

La rassegna fotografica, nella quale rientra appunto la mostra di Settimo Torinese, tratta differenti generi della fotografia ed è interessata al dialogo tra generazioni di fotografi e alle riflessioni intorno alle culture mediterranee.

Ogni anno vengono pubblicati i bandi attraverso cui i fotografi under 35 possono partecipare presentano lavori che hanno a che fare con l’attualità relativa anche alla ricerca e sostenibilità ambientale ed energetica,

Mediterraneo: fotografie tra terre e mare 
17 giugno – 8 luglio 2017
Settimo Torinese: Ecomuseo del Freidano – Complesso del Mulino Nuovo – Via Ariosto, 36/Bis
Per ulteriori infomazioni: www.mediterraneofotografia.eu

Etichette:

Forse sei interessato a: