Pubblicato in: News

Sostenibilità e innovazione: al Green Pic-nic si immagina la Milano del futuro. Il nostro racconto

RedazioneRedazione 4 mesi fa
green picnic

Come sarà la Milano del 2035? E, soprattutto, quanto e come sarà sostenibile? Se ne è parlato proprio all’inizio della Settimana delle energie sostenibili, raccogliendo spunti, idee e visioni intorno ad un “decalogo” per il vivere sostenibile e su un ideale e virtuale prato verde come intorno a un pic nic. Perché si chiama proprio Green Pic-Nic l’evento a cui abbiamo partecipato anche noi di Milano Weekend, organizzato da MarchinGenio, CNA Lombardia e Unicredit che l’ha ospitato nella sua Tree House di piazza Gae Aulenti. Ma non si tratta di un appuntamento isolato: l’idea è infatti quella di partire da questo numero zero per una serie di altri “pic nic verdi”, magari anche itineranti, ognuno dedicato a un aspetto particolare del vivere sostenibile, dal design al turismo, dalla mobilità al cibo.

Abbiamo intervistato Massimiliano Mandarini, ceo di Marchingenio.

MW: Cos’è Marchingenio e di cosa si occupa?
“Siamo un design center e green lab, nato da qualche anno all’interno del Politecnico di Milano. Ci occupiamo di vivere sostenibile partendo dal mondo del design e dell’architettura pensando anche all’economia circolare, al green thinking, agli spazi e alle tecnologie”.

MW: Cos’è il Green Picnic?
“Lo definiamo come una sorta di degustazione di temi di sostenibilità e contenuti, intorno a un decalogo di discussione. Crediamo molto che il concetto della sostenibilità si debba legare a quelli dell’innovazione e dell’economia. L’incontro si svolge in due momenti: abbiamo una sessione pitch in cui aziende, istituzioni, università, società di vario tipo, dalle finanziarie alle immobiliari, raccontanto esperienze, best practice e strategie. E poi una seconda parte, più creativa, uno speed dating con visioni e progetti da condividere, in un’atmofera friendly come su un ideale tappeto da picnic, sul futuro della nostra città e non solo”.

Infatti quello che si è tenuto a marzo a Milano è il punto di partenza: il progetto dovrebbe diventare itinerante, con un appuntamento ogni due o tre mesi per riprendere e affrontare in maniera specifica le idee e i punti raccolti. Prossimo appuntamento? Si lavora alla Design Week.

Creative Sessions: idee e progetti a confronto

Green Picnic è soprattutto un momento di confronto, riflessione e networking tra realtà, esperienze e innovazioni orientate al Green Living e alla Sharing economy. Alla sessione di pitch è seguita la creative session in cui i partecipanti sono stati invitati a presentarsi e ad esporre le proprie idee, visioni e proposte sulla Milano 2035.
Tutti sono stati chiamati a immaginare la Milano del futuro riflettendo su pratiche , soluzioni e progetti del vivere sostenibile. In particolare il confronto si è sviluppato partendo dai dieci temi che costituiscono il “decalogo” per il vivere sostenibile.

green picnic

Vivere sostenibile: il decalogo di Green Pic-Nic

• Innovation Design
• Green Lifestyle & Quality Life
• Sport tempo libero – Walkability
• Carta di Milano & Green Agrifood
• Enviroment design Green&Circle Economy
• Green Building & Energy Efficiency
• Smart City & Living Sharing
• Ecoquarter &Green Mobility
• Substainable Tourism – Slow culture Lab
• Valorizzazione culturale & sviluppo locale

La Milano del futuro: mobilità, risparmio energetico, innovazione

Lo speed dating ha dato vita a un’interessante discussione da cui sono emerse tante idee e visioni per la Milano del futuro. L’attenzione è stata posta soprattutto sul tema della mobilità, del risparmio energetico, dell’innovazione.
Dalla creazione di gruppi di acquisto per acquistare energia nelle zone più bisognose, alla nascita di prodotti che cambieranno la vita delle persone e trasformeranno case e punti vendita, dall’utilizzo sempre più massiccio dell’intelligenza artificiale alla diffusione della domotica, dall’intensificazione delle auto ibride a quelle elettriche, sono solo alcuni dei punti affrontati durante il confronto. Ma anche l’utilizzo di materiali riciclabili come il legno e l’acciaio nella costruzione delle case unito all’uso delle energie rinnovabili come il fotovoltaico, potrebbero avere un impatto positivo diretto sulla qualità della vita delle persone.

green picnic

Challenge Cities for our future

L’incontro Green Picnic è stato anche l’occasione per presentare il challenge internazionale Cities for our Future, dedicato proprio alla sostenibilità ambientale e rivolto a giovani studenti, professionisti e startupper del mondo dell’architettura e dell’ingegneria. La sfida lanciata da l RICS (Royal Institution of Chartered Surveyors), invita le giovani generazioni a trovare soluzioni ai problemi di oggi e domani legati all’urbanizzazione di massa, alla scarsità di risorse ai cambiamenti climatici. I progetti possono essere presentati fino al 31 maggio 2018. Il vincitore riceverà un premio da 50.000 sterline e un tutoraggio con esperti del settore per dare vita alla propria. idea.

Come possiamo rendere più vivibili le nostre città? Come riduciamo le emissioni di anidride carbonica nell’aria? Come assicuriamo a tutti l’accesso alle risorse della terra? Questi ed altri non sono solo i quesiti lanciati dal challenge e da Green Picnic, ma sono domande che devono indurre tutti a una riflessione e stimolare delle risposte concrete.
Ci vediamo al prossimo Green-Picnic!

Articolo a cura di Elena Stafano e Mariangela Traficante