Pubblicato in: Cinema

Film in uscita giovedì 5 giugno 2014: le novità del weekend

Marco Valerio 4 anni fa

incompresaSono otto le nuove uscite al cinema nel weekend che inizia oggi, giovedì 5 giugno.

Il film più interessante del lotto è sicuramente Incompresa, opera terza da regista per Asia Argento, una sorta di autobiografia sui generis con Charlotte Gainsbourg e Gabriel Garko che affiancano la protagonista, la sorprendente dodicenne Giulia Salerno. Incompresa si prepara al debutto nelle sale italiane dopo il successo riscontrato a Cannes, dove il film è stato presentato in Un Certain Regard.

Aria è una bambina di 9 anni che si ritrova suo malgrado a vivere una violenta separazione dei suoi genitori, lo strappo dalle sue “sorellastre” in una famiglia allargata. I suoi genitori non la amano quanto le vorrebbe. Aria, strattonata nel conflitto tra suo padre e sua madre, respinta e allontanata, attraversa la città con una sacca a strisce e un gatto nero, sfiorando l’abisso e la tragedia e cercando solo di salvaguardare la sua innocenza.

Altra uscita interessante del weekend è la commedia We are the best dello svedese Lukas Moodysson, autore del cult Fucking Amal.

Stoccolma, 1982. Bobo, tredici anni, affronta con una certa intraprendenza la propria adolescenza inquieta. La sua amica del cuore è la coetanea Klara, con la quale condivide una fiera marginalità rispetto agli altri compagni di scuola. Bobo suona il basso e Klara la batteria, amano il punk, vorrebbero una band tutta loro. La svolta avviene quando conoscono Hedvig, bravissima a suonare la chitarra (classica). La convertono al rock e a tagliarsi i capelli suscitando l’ira della madre e finalmente, suonano. Il loro motto è: “Il punk non è mai morto”.

We are the best è stato presentato al Festival di Venezia 2013, esattamente come Walesa del Maestro polacco Andrzej Wajda, dedicato al sindacalista Lech Walesa premio Nobel per la pace nel 1983. Questo controverso personaggio, non esente in sé da difetti, ha aiutato milioni di persone a dare sfogo ai sogni di libertà che esse tenevano nascosti in fondo al cuore, gettando così le basi per l’avvento di trasformazioni inimmaginabili in quel momento. Eppure la storia di Walesa non ha soltanto quest’unica dimensione psicologica o locale. Di fatto è inserita nel contesto della politica internazionale.

Il weekend è caratterizzato anche dal ritorno dell’attore comico francese Dany Boon con la commedia Tutta colpa del vulcano. Per i viaggiatori di tutto il mondo l’eruzione del vulcano Eyjafjallajökull è un duro colpo. Per Alain e Valerie è un disastro. Per poter arrivare nel piccolo villaggio della Grecia per il matrimonio della loro figlia, questa coppia di divorziati, che nutre un odio reciproco senza limiti, sarà costretta a intraprendere il viaggio insieme.

Curiosamente c’è poca America nelle uscite di questo fine settimane. La cinematografia a stelle e strisce è rappresentata solo dal thriller 3 days to kill (di McG con Kevin Costner, Amber Heard, Hailee Steinfeld, Connie Nielsen), e dal sentimentale Un amore senza fine (di Shana Feste con Alex Pettyfer, Gabriella Wilde, Bruce Greenwood).

Spazio anche per il cinema italiano con 365 Paolo Fresu, il tempo di un viaggio, docufiction dedicata al musicista jazz sardo Paolo Fresu e il thriller low budget Controra – House of shadows di Rossella De Venuto.

Etichette: