Pubblicato in: Animali

Giornata Nazionale del Gatto 2024: Milano è La città dei Gatti

Redazione 2 settimane fa
giornata nazionale gatto 2024

Si rinnova per il settimo anno La Città dei Gatti, la manifestazione milanese che celebra per un mese i felini più amati al mondo. L’occasione è quella della Giornata Nazionale del Gatto, istituita nella data del 17 febbraio.

In programma, dal 17 febbraio al 17 marzo 2024 al WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano, ci sono incontri letterari, mostre, eventi e attività per la famiglia. Sono, dunque, tanti gli appuntamenti con esperti di cultura felina, laboratori dedicati ai più piccoli, tour cittadini alla scoperta delle colonie feline e l’immancabile FELIWAY Concerto in Miao dedicato alla musica. La Città dei Gatti è realizzata da Fondazione Franco Fossati, Excalibur e Bestia… che Giovedì! con il supporto di Feliway.

Quest’anno sono le gatte le protagoniste di quest’anno: da Catwoman alla Duchessa de Gli Aristogatti fino alla Gatta Nera di Spider Man.

Giornata Nazionale del Gatto: perché cade il 17 febbraio?

Per comune decisione delle maggiori associazioni feline si è stabilito che la moderna giornata mondiale del gatto debba essere il 17 febbraio. Diverse le ipotesi sull’origine della data: febbraio è il mese dell’Acquario, dominato da Urano, protettore di quegli spiriti liberi che, come i gatti, non amano sentirsi oppressi da regole troppo rigide. Il giorno 17, anche se non cade di venerdì, richiama quelle atmosfere arcane e superstiziose a cui il gatto è inevitabilmente legato da secoli.

Qualche intellettuale raffinato ha però cercato un’altra interpretazione: in numeri romani il 17 si scrive XVII, che anagrammato diventa “VIXI”, cioè “vissi”, “sono vissuto e sono morto”, vale a dire il motto di coloro che hanno il beneficio di vivere sette vite e poter dire di essere morti più volte.

Secondo alcuni la scelta del giorno 17 sarebbe invece da interpretare così: 1 volta morirò e 7 vivrò. Una teoria, quest’ultima, comprovata dal fatto che nei paesi nordici il numero 17 porta fortuna proprio perché significa “vivere una vita per sette volte”.

C’è invece chi sostiene che la scelta del giorno si debba all’iniziativa della giornalista Claudia Angeletti, che nel 1990 si adoperò per creare questa ricorrenza

La Città dei Gatti Milano 2024: il programma

Inaugurazione mostra “C’era una volta una gatta…”

Il 17 febbraio alle ore 16 al Wow Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano si inaugurerà la mostra C’era una volta una gatta….Un percorso dedicato a tutte le gatte protagoniste negli ultimi 100 anni nel mondo del fumetto e dei cartoni animati. Un viaggio che parte dall’antico Egitto con la più antica raffigurazione di una gatta che conosciamo: la dea Bastet venerata come protettrice dell’abbondanza.

Tra le protagoniste della mostra non potevano mancare figure importanti come Catwoman l’amica-nemica di Batman fin dal 1940, classificata all’undicesimo posto nella lista dei “100 maggiori cattivi dei fumetti di tutti i tempi”. Un personaggio che ha ispirato la Gatta Nera, l’amica – nemica di Spider Man, nata nel 1979.

Non poteva certo mancare Krazy Kat, personaggio nato nel 1913 dalla fantasia di George Herriman, innamorata non corrisposta del perfido topo Ignazio che la prende spesso a mattonate. E poi, Hello Kitty, le affascinanti protagoniste del cartone Occhi di gatto e tante altre.

Ma le vere chicche sono le illustrazioni di Gino Paoli, opere nate per illustrare una delle sue canzoni più note, appunto La gatta. Una possibilità per ammirare un aspetto artistico poco conosciuto del cantautore genovese.

Il concerto “felino”

Sempre il 17 febbraio al WOW, dalle ore 21 andrà in scena il concerto Feliway Concerto In Miao, ormai appuntamento fisso de La città dei Gatti. Ad aprire le danze la splendida voce di Elisabetta Viviani, attrice e cantante nota al grande pubblico per l’interpretazione della sigla di Heidi. La cantante interpreterà La gatta di Gino Paoli, inno dell’edizione 2024.

A seguire, le performance della soprano Anna Rita Taliento e del mezzosoprano Manuela Boni con il Duetto Buffo di due gatti su musiche di Gioacchino Rossini. Sempre in tema musica classica ecco il divertente duetto Nun Liebes Weibchen K625 di Wolfgang Amadeus Mozart, un’esibizione tutta da ridere fra il tenore Danilo Formaggia e Manuela Boni.

Non mancheranno brani tratti da L’enfant et les Sortilèges di Maurice Ravel e l’intepretazione di Memories, brano di punta del musical Cats. Non solo: durante il concerto saranno proiettati spezzoni di cartoni animati come Allegro non troppo di Bruno Bozzetto (episodio della micia che gira spaurita tra le macerie della sua vecchia casa abbattuta) e il primo cartone animato della storia con protagonista un gatto: Feline Follies del 1919 con protagonista il mitico gatto Felix.

Per tutte le mostre in corso a Milano non perdete il nostro #spiegonemostre annuale

Etichette: