Luoghi nascosti Milano: gli angoli senza tempo
 

Luoghi nascosti di Milano: gli angoli senza tempo della città

piazza mercanti


Milano è ricca di luoghi che sanno d’altri tempi, dalla nota Galleria Vittorio Emanuele rinominata il “salotto meneghino” fino a quelli più piccoli e nascosti, che forse si vedono solo se li conosci o se alzi lo sguardo. Noi vogliamo svelarvi alcuni di questi luoghi nascosti di una volta, dei veri e propri angoli senza tempo.

Luoghi nascosti di Milano a due passi dal Duomo

piazza sant'alessandro

Girovagando per il centro è facile perdersi tra vetrine e location artistiche note. Diverse sono però le vie o le piazze che hanno ancora il sapore di una volta. Prima fra tutti Piazza Mercanti a due passi dal Duomo, col suo pozzo in disuso, il colonnato e la vietta stretta che riporta nel trantran milanese, all’interno della quale sembra di tornare indietro nel tempo. Sempre in zona, verso Piazza Cordusio si incrocia via Rovello, famosa per il Piccolo Teatro storico. Affacciandosi proprio da via Dante si nota subito un palazzo con terrazzi d’altri tempi ricco di verde e piane ben tenute.

Chi non conosce Panarello? Milanesi e turisti ogni giorno gustano la sua specialità storica: il cannolo. Ma anche la location in cui si trova uno dei tanti indirizzi è da cornice storica, stiamo parlando di via Speronari. Una piccola via che da via Torino porta verso zona Missori, stretta, con case affacciate einsegne di una volta.

Sempre a metà strada tra Missori e via Torino si incrocia un’altra Piazza fuori dal tempo, anche per la sua posizione fuori dal traffico: piazza Sant’Alessandro. Dominata dalla grande chiesa, la piazza è spesso presa d’assalto durante la bella stagione per un pranzo sui gradini da lavoratori e studenti. Dando le spalle alla chiesa e posizionandosi all’imbocco di via Zebedia si noterà subito un portone con un cancello in legno che purtroppo non lascia intravedere molto. Ma aspettare ne varrà la pena. Appena si apre il portone, infatti, si fa un tuffo doppio carpiato indietro nel passato con un cortile pieno di verde e di colonnati, uno spazio quasi fiabesco.

Luoghi nascosti a Milano nel cuore della città

via lincoln

Cambiando direzione e superando la zona di San Babila si arriva in via Lincoln, un vero e proprio villaggio operaio tutto colorato con vicoli aperti e pieni di biciclette, gatti e fiori, il luogo perfetto per uno scatto da vero Instagramers.

Allontanandosi leggermente dal centro, ci si perde tra la magnificenza di Corso Como 10, in zona Porta Garibaldi, con il suo giardino e le case antiche adornate di piante rampicanti, e la zona di Porta Venezia di via dei Cappuccini che vanta case particolari e strade d’altri tempi, ma anche ville con un leggero tocco di rosa grazie ai fenicotteri che da anni vivono nel giardino privato di Villa Invernizzi.

Infine, è d’obbligo terminare il giro di una Milano antica su un tram storico, il tram 1. Con i suoi sedili in legno e uno sguardo fuori dal finestrino si farà un bel viaggio nel cuore di Milano e forse si scopriranno gli altri posti d’altri tempi che nasconde questa città ricca di sorprese.