Cosa vedere a Milano: 4 attrazioni insolite tutte da scoprire
 

Cosa vedere a Milano: 4 attrazioni insolite tutte da scoprire

Milano è una città che stupisce a ogni passo per chi ha l’occhio attento ai particolari. E se vi state chiedendo cosa vedere a Milano – oltre ai monumenti più famosi che rendono questa città amata dai turisti di tutto il mondo – siete nel posto giusto.

Vi raccontiamo infatti quali sono le attrazioni insolite tutte da scoprire: luoghi istituzionali o posti informali che fanno parte a pieno diritto della storia di Milano e che il viaggiatore attento e desideroso di conoscere la città nei suoi aspetti più inediti non può mancare di visitare.

Palazzo_Lombardia

1 – Palazzo della Regione

Viene anche chiamato Palazzo Lombardia ed è la sede degli uffici della giunta regionale. Si tratta di un imponente e moderno grattacielo il cui vero plus è la vista mozzafiato su tutta la città. Il Palazzo viene in alcuni periodi aperto al pubblico per visite gratuite la domenica dalle ore 10 fino alle 18.

La visita non è guidata ma permette di seguire un percorso che parte dalle opere ‘Colonne dell’arte’ per proseguire con la salita al Belvedere del 39esimo piano da cui si scorge tutta la città. Non serve prenotare.

Il Palazzo si trova in piazza Città di Lombardia 1 ed è raggiungibile con la metropolitana linea 2, fermata Gioia.

cimitero-monumentale2 – Cimitero Monumentale

Si tratta di un vero museo a cielo aperto, questo cimitero ottocentesco che tra i suoi viali, sepolcri di personaggi illustri e cupole esprime il meglio del gusto eclettico tipico del diciannovesimo secolo, con ispirazioni dal gotico, dal romanico lombardo e pisano e dall’arte bizantina.

Anche il Famedio, il pantheon degli uomini illustri, rispecchia il fermento culturale, sociale ed economico dell’epoca della realizzazione del cimitero, che fu aperto nel 1866. Nella sua imponente architettura ospita le spoglie di alcuni milanesi celebri nel mondo come quelle dello scrittore Alessandro Manzoni, del filosofo e politico Carlo Cattaneo, dell’architetto Luca Beltrami. Degni di nota sono anche l’Ossario, e il Tempio Crematorio, progettati da Carlo Maciachini.

Il cimitero è sempre visitabile a ingresso gratuito, da martedì a domenica dalle ore 8 alle ore 18. La prima domenica del mese, da luglio a novembre, il Comune di Milano le giornate Monumentale Museo A Cielo Aperto: il cimitero diventa così luogo ospitante numerosi eventi con visite guidate, rappresentazioni teatrali e concerti gratuiti.

3 – Mercato di via Fauchè

mercato fauche milanoSi tiene ogni sabato in via Fauchè, non lontano dal Cimitero Monumentale. Viene definito ‘il mercato delle firme’ perché oltre alle bancarelle di frutta e verdura freschissima si trova un ricco assortimento di scarpe, vestiti e accessori alla moda o vintage, anche di grandi marche ma a prezzi ribassati rispetto ai negozi.

Soprattutto per questa caratteristica, il mercato è diventato praticamente un’ ‘istituzione’ del weekend milanese da non perdere anche per i turisti. Naturalmente, ci vuole buon occhio per distinguere i prodotti di valore dalla merce più scadente. Il mercato si tiene il sabato dalle ore 8 alle ore 17 e il martedì mattina in una versione ridotta. Per arrivare si possono prendere i tram 1, 12 e 14 oppure gli autobus 43 e 57.

Star Wars al Museo Fermo Immagine di Milano-74 – Museo Cinematografico Fermo Immagine

Decisamente da non perdere per tutti gli appassionati di cinema, il museo propone una vasta collezione di manifesti cinematografici ed è ospitato in uno stabile industriale valorizzato dalla restaurazione.

Le mostre che vi vengono allestite propongono svariati e curiosi temi del cinema internazionale e sono dedicate a grandi attori e registi, location e così via, con manifesti, ma anche pubblicazioni d’epoca, libri, gadget, fumetti e abiti.

Il museo è privato, e gestito dall’Associazione cinematografici. Si trova in via Gluck 45 (resa famosa dalla canzone di Adriano Celentano, infatti è presente una saletta con cimeli del “molleggiato”), raggiungibile a piedi dalla Stazione Centrale di Milano.

Selezione realizzata con i preziosi suggerimenti di Rosaria Turnaturi, accompagnatore turistico di Milano.

Foto in home page – evidenza: Carlo Alberto Hung