Pubblicato in: Cinema

Dicerie, calunnie e denigrazioni: i temi dell’Innuendo Film Festival, alla seconda edizione

Alessio CappuccioAlessio Cappuccio 4 settimane fa
innuendo film festival 2019

Seconda edizione per l’Innuendo Film Festival, che da venerdì 26 a domenica 28 luglio si svolgerà a Milano presso la Cascina Sant’Ambrogio, con proiezioni tutte le sere alle ore 21.30.

La kermesse è dedicata a opere che mettono sfacciatamente alla berlina o a volte alla gogna tutta quella serie di minacce del controllo sociale diffuso o mirato atte ad annichilire per sentito dire l’individuo o i gruppi in quel momento nell’occhio del ciclone tramite mitragliate di dicerie, calunnie, denigrazioni

Dal sito: “Innuendo è gerundio che in quanto stigma in essere sta già avvenendo, ragionamento per illazioni, condito con allusioni che menano verso successive illazioni, capaci di conseguenti azioni, sospinte da maldicenze che insistono come la lingua sul tamburo. Diffamazioni in atto, anche in atti giudiziari, innuendo come termine nacque infatti in aule di tribunali, espediente retorico nelle dispute politiche, gli rimane il sapore-sentore barocco nel retrogusto, ma è più in auge che mai – tra fake news e false accuse più retro-retrograde. Tradizioni, superstizioni, false religioni, nessuno ne è immune nessuno è salvo, molti credono di profittarne, tutti ne son possibili perpetratori, altri ne sono artefici.”

Sara Ferro, direttrice del festival, dichiara che “partecipano opere che a parole, fatti o a loro volta allusivamente accennano ad atteggiamenti sociali e disposizioni psicologiche o animosamente d’animo tutte qualitativamente in grado di far il buono e il cattivo tempo rispetto (o meglio, senza) ai destini di tutti noi immersi in climi (oltre alle contingenze, per cui senza tempo) dell’ispezione-vivisezione sotto la miope lente della repressione sociale. Lo fanno grazie ai potenti mezzi di cui si nutre il cinema”.

Il programma:

  • Venerdì 26 luglio: The Minds of Men (abside); Mascarpone, Red Hands e Angiò (fienile); Crabgirl, 9,8 m/s2 e Love Possibly (muro grande); The Story of Everything e About Strangers (food forest) – apertura alle ore 19.00 con cena sociale con sottoscrizione
  • Sabato 27 luglio: Se menti e May Day (abside); Matera e Io, Braga e il violoncello (fienile); Flora e X (muro grande); Spizella e Sneak Preview (food forest) – apertura alle ore 19.00 con aperitivo musicale
  • Domenica 28 luglio: Smile of Nazareno e Mata: the Island’s Gaze (abside); The Poet of Macau (fienile); Rwanda (muro grande); In the mood for Napoli e Kalavria (food forest) – apertura alle ore 19.00 con aperitivo musicale

Biglietti: 5 euro a giornata, 10 euro abbonamento per l’intero festival.

Scopri tutti i film in sala con il nostro #spiegonecinema