Pubblicato in: News

Vaccino anti-Covid al Parco di Trenno: come funziona il drive-through

RedazioneRedazione 4 settimane fa
vaccino-covid-parco-trenno

Nonostante la chiusura immediata per la sospensione italiana al vaccino AstraZeneca, il primo drive-through per le vaccinazioni anti-Covid al Parco di Trenno ha riaperto appena dato il via libera.

La grande area verde a sud-ovest di Milano ospita il più grande centro per i tamponi d’Italia, parzialmente riconvertita per vaccinare in tempi rapidi fino a 2.000 persone al giorno.

Il metodo di vaccinazione drive-through è già attivo a Milano da inizio marzo presso l’ospedale militare di Baggio, dove si svolgono circa 1.300 vaccini al giorno.

Vaccino drive in: come funziona

Le vaccinazioni si svolgeranno dalle 8.30 alle 17.30 dal lunedì al sabato. I primi saranno gli insegnanti, a cui verrà somministrato AstraZeneca. Nel frattempo continuano le prenotazioni per le vaccinazioni in tutta la città, secondo le modalità indicate dalla Regione.

Il centro del Parco di Trenno è il più grande d’Italia, con un’area di circa 2.000 mq e un parcheggio di 20.000 mq. Al momento due linee sono convertite alle vaccinazioni, mentre le altre sei restano a disposizione per i tamponi, ma se necessario la Regione è pronta a riconvertire in polo vaccinale l’intera struttura.

Inizialmente si partirà con 600 vaccini al giorno, per poi crescere fino a un massimo di 2.000 giornalieri.

Una volta arrivati si potrà andare alle postazioni senza scendere dall’auto, effettuando la vaccinazione in 5 minuti. Altri 15 minuti di attesa saranno poi richiesti per l’osservazione di eventuali effetti collaterali immediati.

Realizzare centri vaccinali è stato fondamentale. La struttura è pronta, e anche l’organizzazione: ora dobbiamo solo aspettare i vaccini per iniziare quella di massa, che è quello di cui abbiamo bisogno. Stiamo iniziando un’operazione che deve essere rapidissima per essere efficace e sarà fondamentale l’arrivo dei nuovi vaccini. Confidiamo molto in Johnson&Johnson, che è monodose e sarà più facile” ha commentato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana durante la cerimonia di inaugurazione.

Etichette: