Pubblicato in: Teatro

Otto spettacoli teatrali da vedere a Milano

figli-di-un-dio-minore-spettacolo-spiegone



Avete l’imbarazzo della scelta su cosa vedere a teatro? Vi state chiedendo come impiegare, culturalmente, quella sera libera o la domenica pomeriggio? Come ogni lunedì, Milano Weekend vi segnala alcune opere in cartellone nella nostra città: un nuovo appuntamento con #lospiegoneteatri.

Ecco cosa vedere a teatro a Milano nella settimana dal 31 ottobre al 6 novembre 2016.

10 Miniballetti (Teatro Elfo Puccini 2 – 4 novembre)

Francesca Pennini, direttrice artistica di CollettivO CineticO dal 2007, è ormai un’artista molto affermata nell’ambito teatrale, con una precisa poetica. “Un’antologia di danze in bilico tra geometria e turbinio dove l’elemento aereo è paradigma di riflessione sui confini del controllo”, dalla scheda dello spettacolo. Non è semplice far fruire a tutti la danza, lei ci riesce con un movimento coreografico ben studiato, ma al contempo molto naturale portando con sé lo sguardo puro e genuino dell’infanzia. Non a caso a far da spartito è un quaderno delle elementari della stessa Pennini in cui inventava coreografie che non erano state eseguite.

DURATA: 45′

ORARI: lunedì riposo; da martedì a venerdì h 21

PREZZI: intero 32.50€; martedì posto unico 21.50€; rid. 65 anni 17€; under 18 e scuole 12€

Esilio (Campo Teatrale 3 – 6 novembre)

Arriva a Milano lo spettacolo della Piccola Compagnia Dammaco, presentato in prima nazionale al festival Primavera dei Teatri. Serena Balivo e Mariano Dammaco hanno già una poetica molto riconoscibile e identificabile, ma per chi ancora non li conoscesse, questo testo può essere un primo approccio. Dopo L’ultima notte di Antonio, Esilio è il secondo passo della “Trilogia della Fine del Mondo”. Qui si sceglie di raccontare la storia di un uomo che, con la perdita del lavoro, sente di aver perso un ruolo nella società in cui vive. Tutto ciò comporta degli interrogativi per venire a capo della situazione. Una cifra della compagnia consiste proprio nel concentrarsi sulla parola (drammaturgia originale molto connessa con il nostro presente), con un taglio monologante, ma che comunque si rivolge a qualcuno di presente o immaginario.

DURATA: 65′

ORARI: da lunedì a mercoledì riposo; da giovedì a sabato h 21; domenica h 18.30

PREZZI: intero 20€, ridotto 14€ (per gruppo di 4 persone, se si porta una bottiglia di vino o due confezioni di taralli da condividere dopo lo spettacolo, se si acquista on-line)

Figli di un Dio minore (Teatro Franco Parenti 26 ottobre – 6 novembre)

Due straordinari protagonisti principali, Giorgio Lupano e Rita Mazza, affiancati da un cast all’altezza (Cristina Fondi, Francesco Magali, Gianluca Teneggi, Deborah Donadio) portano in scena il testo di Mark Medoff, reso celebre dall’omonimo film di Randa Haines (1986). Da noi è molto raro vedere spettacoli con anche attori sordi o poco udenti. Lo stesso vale rispetto alla fruibilità per pubblici diversi, compresi i non udenti e non è un caso che il regista, Marco Mattolini, abbia impiegato venticinque anni per riuscire a mettere in piedi questa pièce. Il merito va dato anche a due produzioni che l’hanno sostenuto Officine Teatrali Italiane di Roma e a.ArtistiAssociati di Gorizia. Non perdetevi questa storia, non solo d’amore, ma di integrazione. Nota bene: non ci sono sovratitoli, ma è pensato per tutti.

DURATA: 135′ con intervallo

ORARI: lunedì riposo; martedì e sabato h 20.30; mercoledì e venerdì h 19.45; domenica h 16

PREZZI: intero: prime file 40€/ II e III settore 32€/ IV settore 25€; over65/under26: II, III, IV settore 18€; convenzioni: II, III settore 22,50€/ IV settore 18€

Il cielo in una pancia (Teatro Verdi 26 ottobre – 6 novembre)

Ha debuttato in prima nazionale in questi giorni a Milano e sta riscuotendo il favore del pubblico e non solo. Protagonista è Alessandra Faiella, già nota per la cifra dell’ironia, che questa volta mette in campo per raccontare la donna dal punto di vista della sua pancia, dall’infanzia fino al momento in cui diventa madre. Come scrivevamo per Piuma di Roan Johnson rispetto alla leggerezza, anche in questo caso bisogna sottolineare che l’ironia non è sinonimo di superficialità, anzi può essere un ottimo strumento per andare in profondità. Regia di Andrea Lisco.

ORARI: riposo lunedì 31 ottobre e martedì 1° novembre; da mercoledì a sabato h 20,30; domenica h16,30

PREZZI: Intero 20€; convenzioni 14€ (Associazioni, Cral, Card9, Invito a Teatro); riduzione 10€ (over 65, studenti under 25); giovedì (posto unico) 10€
Prevendita 1€

Ma (Piccolo Teatro Studio Melato 2 – 10 novembre)

Antonio Latella è un regista da scoprire per la prima volta e da continuare a seguire nel tempo. Questa settimana debutta Ma, una sillaba che può richiamare diverse cose ed espressioni (dalla mamma al dubbio). La pièce è un percorso all’interno dell’opera pasoliniana, autore che tanto si era occupato della figura della madre anche nelle poesie. “In tutte le sue vittorie e sconfitte accanto all’uomo Pier Paolo Pasolini, c’è sempre la madre. Nel suo cinema la madre diventa uno dei perni attorno a cui tutto ruota. Sguardi e sorrisi spezzati delle madri scelte come icone assolute di un’Italia che sa che tutto sarà irrecuperabile. Quegli sguardi potenti e violentati da un dolore ancestrale. Tutta la sua letteratura e il suo teatro sono pervasi dalla presenza di quella madre che lo ha accompagnato nella fuga dalla banalità coatta del vivere quotidiano”, ha dichiarato Latella. Ogni volta la Ma sarà pronta a diventare altro da ciò che si è visto poco prima.

DURATA: 70′ senza intervallo

ORARI: lunedì riposo; martedì, giovedì e sabato, h 19.30; mercoledì e venerdì h 20.30; domenica h 16.

PREZZI: platea 33€; balconata 26€

Rocky Horror Tribute (Teatro Nuovo 31 ottobre)

Sempre più Halloween non passa inosservato per cui in un modo o nell’altro sembra vada festeggiato. Solo la sera del 31 ottobre, al Teatro Nuovo, potrete vedere Rocky Horror Musical tribute, l’adattamento della compagnia Manoprog del celebre musical di Richard O’Brien. Sono previsti più di trenta artisti in scena, con musica e canti dal vivo in versione italiana (l’inglese è stato conservato nelle parti cantate).

ORARI: h 22

PREZZI: a partire da 29,50€ a 39,50€

Romeo and Juliet (il Cielo sotto Milano 4 – 5 novembre)

Si svolge in un nuovo luogo teatrale nato da alcuni mesi e che nella stagione 2016-2017 vede nascere la sua programmazione più completa. Stiamo parlando del passante della stazione di Porta Vittoria. Nel caso particolare della rassegna Hello, Shakespeare!, forte del bilinguismo di molti membri de La Dual Band, verranno proposte messe in scena e letture drammatizzate di testi shakespeariani partendo con Romeo and Juliet per poi proseguire con altri due classici, A Midsummer Night’s Dream (2 – 3 dicembre 2016) e The Tempest (17 – 18 marzo 2017). Sul palco per questa circostanza: Benedetta Borciani e Anna Zapparoli. Musiche ed effetti sonori di Mario Borciani.

DURATA: 70′

ORARI: venerdì e sabato h 20.45

PREZZI: 15€ comprensivo della tesser Artepassante, un piatto da mangiare e un bicchiere di vino o di birra

Shakespeare without eyes (Teatro Libero 31 ottobre – 1 novembre)

Questo progetto di Manuel Renga, Vittorio Borsari e Valentina Malcotti vuole proporre un’esperienza multisensoriale legata a Shakespeare, di cui ricorrono i quattrocento anni dalla scomparsa. Siete pronti a farvi bendare gli occhi e condurre, scalzi, in un percorso che non conoscete? Se è così allora potete recarvi in teatro, disposti a mettere a frutto ancor più la vostra immaginazione.

“La nostra è la società dell’immagine. È tutta un pullulare di video, schermi, monitor, luci e segnali visivi, che rimbalzano, incessantemente, da tutti gli angoli delle città. […] Così diventa interessante chiedersi cosa succederebbe, a un simile spettatore, se gli venisse chiesto di rinunciare alla guida dei propri occhi per affidarsi a quella di attori, che lo conducano in un percorso sensoriale unico fatto solo di immagini invisibili e delle voci dei personaggi di Shakespeare”, ha dichiarato la compagnia. Si alterneranno percorsi da Macbeth e Amleto. Lo spettacolo sarà fruibile a piccoli gruppi e verranno somministrati cibo e bevande.

DURATA: la performance dura dai 20′ ai 30′, a seconda di quanto il pubblico si fidi degli attori

ORARI: da lunedì a mercoledì performance ogni mezz’ora a partire dalle h 19.30 (ultimo turno h 22).

PREZZI: 10€ per il singolo evento, 18€ per chi volesse partecipare a entrambi i percorsi shakespeariani.

Etichette:

Forse sei interessato a: