Pubblicato in: News

Sei di Milano se…il gruppo su Facebook spopola tra i milanesi

Oriana DaviniOriana Davini 4 anni fa

duomo-generica-diurna

Sei di Milano se…su Facebook ti sei iscritto al gruppo e lo controlli ossessivamente almeno cinque volte al giorno, magari contribuendo a farlo crescere.

Ormai è febbre: sul famoso social network, che l’altro giorno ha compiuto 10 anni di attività, spopolano i gruppi che rievocano le origini al grido di ‘Sei di…se…’.

E non conta la dimensione del paese natale, può essere una capitale come Milano o un piccolo paese di 4000 anime. L’importante è rievocare i bei tempi andati dell’infanzia, condividere i ricordi vissuti di persona, i personaggi che hanno popolato certi anni. Magari corredando i ricordi con le fotografie.

Cosa si dice allora di Milano? Quali sono i segni distintivi di chi è nato in questa città o ci ha passato i primi anni di vita, frequentando le scuole? Abbiamo fatto un giro nel gruppo.

E possiamo dire che sei di Milano se…

  • sai dov’è la via Gluck
  • barlafuss e balabiott!
  • almeno una volta, dopo il 1985, hai sognato di svegliarti con una Milano bianca e silenziosa come nell’anno della grande nevicata (che diede anche il titolo a un romanzo di Scerbanenco)
  • il sabato pomeriggio vai al mercato di via Papiniano
  • ti sembra un miraggio vedere il sole a febbraio
  • alle medie andavi in gita all’Acquario o al Planetario
  • parliamo dei temp de Carlo Cudega
  • avevi gli adesivi di Fiorucci con i segni zodiacali (a proposito, avete letto la nostra intervista a Fiorucci?)
  • sapevi cos’è una cadrega prima di Aldo, Giovanni e Giacomo
  • mangiavi la crema alla vaniglia e quella al cioccolato della Centrale del Latte
  • la Madonnina te la ciamet Madunina
  • sai chi erano i paninari
  • la nebbia non è nebbia, è la scighéra
  • hai fatto la fila per un panzerotto da Luini
  • sprechi più benzina per cercare parcheggio rispetto al tragitto che hai fatto
  • avevi il Moncler, le Timberland, cavalcavi una Zundapp e mangiavi da Burghy in San Babila
  • il sabato pomeriggio avanti e indré per Buenos Aires
  • ti ricordi Piazza Duomo con le pubblicità
  • pensi che il panettone sia più buono del pandoro
  • la piscina era solo la Cozzi
  • la circonvallazione la chiami circonvalla
  • hai perso il conto di quante volte hai fatto il giro sulle palle del toro