Pubblicato in: News

RIAVVIA MI: l’iniziativa per donare vecchi PC ai ragazzi in DAD

RedazioneRedazione 1 mese fa
milano-digital-week

La DAD, o didattica a distanza, è diventata la quotidianità per tutti gli studenti italiani, dalla scuola elementare all’università. Per prendervi parte è ovviamente necessario possedere un computer o un tablet abbastanza potente da sostenere ore di lezione.

A questo scopo nasce RIAVVIA MI, la campagna lanciata da Lenovo a Milano per recuperare e ricondizionare vecchi PC e tablet da donare ai ragazzi in difficoltà che devono seguire le lezioni online.

A supporto di RIAVVIA MI, inoltre, Lenovo Foundation destinerà un importo di 50mila euro per permettere di individuare e realizzare interventi anche rivolti alle scuole dell’infanzia.

Il progetto è stato lanciato in concomitanza con la Digital Week 2021, con oltre 650 eventi dedicati al tema della tecnologia al servizio della sostenibilità sociale e ambientale.

RIAVVIA MI: come funziona

L’iniziativa, lanciata da Lenovo insieme al Comune di Milano, Città Metropolitana e l’Associazione Energie Sociali Jesurum, intende raccogliere e rimettere in funzione vecchi tablet, PC e telefoni cellulari per donarli ai ragazzi che non possono permettersi l’acquisto di un supporto per seguire la scuola in DAD.

Per partecipare alla raccolta e donare il proprio dispositivo basterà registrarsi al sito ufficiale della campagna. Da quel momento i volontari prenderanno in carico il dispositivo, ne organizzeranno il ritiro e Lenovo invierà al donatore un buono sconto del 15% sull’acquisto di prodotti Lenovo e Motorola.

In base alle condizioni dell’emergenza sanitaria sarà possibile anche andare a consegnare direttamente il dispositivo negli spazi Lenovo.

Una volta presi in carico i prodotti, il personale farà un’analisi delle condizioni, dopodiché il dispositivo sarà sanificato e ricondizionato, rendendolo pronto alla donazione. I costi di ripristino e manutenzione saranno coperti da Lenovo. Qualora non fosse possibile ricondizionare i dispositivi, saranno smaltiti secondo le normative RAEE.

Etichette: