Pubblicato in: Mostre

Cinque mostre da vedere a Milano dall’8 al 14 settembre

mostre milano settembre 2016
La Fabbrica Orobia sede della mostra Women: New Portraits

Siete in città da poco e avete già voglia di evadere? Mancano pochi giorni alle vostre vacanze e di stare dietro la scrivania non ce la fate più? O state approfittando degli ultimi scampoli d’estate per visitare l’estate? Qualunque sia il vostro motivo, ecco #lospiegonemostre: 5 mostre da non perdervi nella città di Milano.

Mostre alla Fabbrica Orobia

Se amate la fotografia, se leggete da tempo riviste come Rolling Stone, Vogue o Vanity Fair, non potete non sapere che  a Milano finalmente arriva la mostra di Annie Leibovitz dal titolo Women: New Portraits che, come fa intuire il titolo, presenta i suoi nuovi scatti. L’esposizione che apre venerdì 9 settembre è a ingresso libero e arriva nella città meneghina alla Fabbrica Orobia (non molto distante da Piazzale Lodi) dopo essere stata a Città del Messico, Hong Kong, Singapore, San Francisco, Tokyo e Londra.

Commissionata da UBS, l’esposizione espone i nuovi ritratti realizzati dalla fotografa statunitense, impegnata da oltre quindici anni in un progetto artistico dedicato alla donna e al cambiamento del suo ruolo nella società contemporanea.

Leibowitz, se non lo sapete, nel 2009 ha ricevuto il Premio alla carriera dell’International Center of Photography, il primo premio dedicato all’Eccellenza creativa dell’American Society of Magazine Editors e la Medaglia del Centenario da parte della Royal Photographic Society di Londra. Due motivi in più per andarci.

Women: New Portraits
9 settembre -2 ottobre 2016
Fabbrica Orobia
Per ulteriori informazioni: www.o15.it

Mostre al Pac Milano

Ultimi giorni per vedere la mostra dedicata a Cuba dal titolo Cuba. Tatuare la storia. Se ancora non avete fatto un salto nel mondo dell’arte cubana e di tutto ciò che contrassegna questa isola, avete tempo fino a lunedì 12 settembre. 31 gli artisti che attraverso le ore opere, raccontano le tappe di un viaggio verso l’ambito antropologico e ontologico dell’isola, con i suoi splendori e le sue difficoltà, i suoi rumori e furori, le sue istanze culturali, linguistiche e mitiche, le sue differenze ideologiche e i suoi accecamenti etno-centrici.

Un’esposizione che fa vedere come a partire dagli anni ’70 e fino al 91 l’arte a Cuba va sempre più nella direzione della critica sociale e politica volendo denunciare i problemi della gente e del Paese.

Cuba. Tatuare la storia
5 luglio – 12 settembre 2016
PAC Milano
Per ulteriori informazioni: www.pacmilano.it

Mostre alla Triennale

Il ricco parterre di mostre della XXI esposizione Internazionale alla Triennale dal titolo 21st Century. Design After Design, sarà visitabile fino 12 settembre 2016. Oltre 20 location a Milano in cui è possibile vedere questa “esposizione diffusa”, tra cui oltre agli spazi della Triennale, la Fabbrica del Vapore, l’Hangar Bicocca, il MUDEC, il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, il Palazzo della Permanente, il Museo Diocesano, i Campus del Politecnico, l’Università IULM, l’Università degli Studi di Milano, l’Accademia di Belle Arti di Brera. E fuori Milano la Villa Reale di Monza e l’ex area Expo di Rho Fiera.

Per quanto riguarda la Triennale vi segnaliamo tra le mostre da vedere: Neo Preistoria-100 verbi che percorre un cammino che collega gli strumenti dell’antica preistoria alle moderne nano-tecnologie, Brilliant! dedicata al gioiello con oltre 50 pezzi, frutto di maestri e giovani talenti, artigiani e maison orafe, La Metropoli Multietnica che mette in mostra come il formarsi di società multietniche sia la caratteristiche più significative del XXI secolo, Stanze, Altre filosofie dell’abitare che propone un viaggio nell’architettura degli interni facendo vedere come siano parte integrante – più di quanto si pensi  – dell’essere umano.

Per vedere le mostre basta il biglietto a ingresso unico, di 15 euro, valido non solo per la Triennale ma anche per altre location.

XXI Esposizione Internazionale
2 aprile – 12 settembre 2016
Palazzo della Triennale
Per ulteriori informazioni: www.triennale.org

Mostre al Wow Spazio Fumetto

Se invece la vostra passione sono i fumetti, sicuramente da vedere è la mostra Diabolik – La mostra: il passato, il presente, il futuro che resterà aperta fino al 18 settembre. Perché? Perché allo Spazio Wow in viale Campania, troverete tavole originali, albi d’epoca, pubblicazioni, libri, gadget, memorabilia, ricostruzioni 3D e video oltre a inserti e approfondimenti multimediali attraverso la app ufficiale che consentirà ai visitatori di  interagire con l’allestimento attraverso QR-Code e realtà aumentata.  In più, grazie a un pannello touchscreen sarà possibile scoprire il database segreto di Diabolik che racchiude tutte le copertine uscite dal 1962 fino a oggi. La mostra è suddivisa in un percorso a tappe che inizia con un viaggio nella letteratura che ispirò la nascita di Diabolik ed Eva Kant.

Diabolik – La mostra: il passato, il presente, il futuro
18 giugno – 18 settembre 2016
Wow Spazio Fumetto
Per ulteriori informazioni: http://www.museowow.it/

Mostre alla Casa- Museo Bagatti Valsecchi

Dal fumetto all’arte, e in particolare quella tra ‘400 e ‘500 dove imperavano i polittici. Si intitola Un affare di famiglia. I Marinoni e il Polittico di San Giovanni Battista, alla Casa-Museo Bagatti Valsecchi l’esposizione che celebra infatti il ritorno al museo del Polittico di San Giovanni Battista, dipinto da Giovanni Marinoni e dai figli Bernardino e Antonio, unico dipinto, datato 1493, che ci è arrivato da questa bottega, che lavorava nella fine del 1400.

Grazie alla tecnologia e al touchscreen, i visitatori inoltre possono contestualizzare l’opera e conoscere meglio l’attività dei Marinoni, radicati essenzialmente nel bergamasco. Il museo fornisce inoltre ai visitatori una mappa in omaggio della Val Seriana, Brembana e Bassa Bergamasca, in modo da orientarsi meglio nel percorso artistico della famiglia Marinoni. Segnaliamo che nei giovedì di settembre il museo sarà aperto fino alle 20.30 e che alle 19 di ogni giovedì, compreso nel biglietto, c’è una visita guidata del Museo e della Mostra. I posti sono limitati pertanto è necessaria la prenotazione allo 02 76006132
o via mail a  rsvp@museobagattivalsecchi.org

Museo Bagatti Valsecchi
Un affare di famiglia. I Marinoni e il Polittico di San Giovanni Battista
16 giugno – 2 ottobre 2016
Per ulteriori informazioni: museobagattivalsecchi.org

Etichette:

Forse sei interessato a: