Pubblicato in: Cinema

Film in uscita nel weekend: le novità da giovedì 16 novembre 2017

Maria Lucia TangorraMaria Lucia Tangorra 4 settimane fa
Film in uscita nel weekend
Foto tratta dal film 'The Big Sick' di Michael Showalter

Avete voglia di cinema e non sapete per cosa optare? Cercate una serata di puro divertimento grazie al grande schermo o un film che riesca a unire più anime? Come ogni giovedì, Milano Weekend vi segnala eventi cinefili e nuove uscite in sala nella nostra città: un nuovo appuntamento con lo #spiegonecinema.

Ecco cosa vedere al cinema a Milano dal 16 novembre 2017

Alcuni consigli sui film in uscita

— La signora dello zoo di Varsavia di Niki Caro

Come accade sempre più spesso, il cinema ci fa scoprire storie sconosciute ai più. Il regista neozelandese ha voluto raccontare la vera storia di Jan (Johan Heldenbergh) e Antonina (la brava Jessica Chastain) Zabinski, che con amore e dedizione portavano avanti lo zoo di Varsavia. Durante i primi minuti si nota molto bene il mutamento di atmosfera nel momento in cui irrompono le truppe naziste occupando la stessa villa della coppia. Quando cominciano le deportazioni, “nel 1942, la coppia si mobilita per nascondere intere famiglie di ebrei all’interno del giardino zoologico, mascherato da allevamento di maiali. La villa degli Zabinski e le vecchie gabbie ancora intatte diventano un rifugio segreto al riparo dai feroci nazisti” (dalla sinossi). In questo modo, rischiando la propria pelle e quella dei propri cari, sono riusciti a salvare ben trecento persone.

Dal lungometraggio emerge tutta la spontaneità con cui questa coppia resiste di fronte al Male e alla Storia. “Questa è diversa da tutte le altre storie sulla Seconda Guerra Mondiale, perché è una vicenda privata tra marito e moglie. Quello che ci ha colpite è stato il modo in cui emerge, nel bel mezzo di una guerra, la dimensione della lotta per preservare la vita quotidiana e il matrimonio”, ha dichiarato la co-produttrice Robbie Rowe Tollin. Sicuramente avrà presa su chi ama i film appartenenti a questo filone.

— Ogni tuo respiro di Andy Serkis

Ecco un altro film tratto da una storia vera, quella di “Robin Cavendish, un uomo spigliato, ironico e avventuroso, rimasto paralizzato dal collo in giù all’età di 28 anni. Durante un viaggio d’affari in Kenya, Cavendish (Andrew Garfield) si ammala gravemente di poliomielite e resta per mesi incollato a un letto di ospedale, lontano dalla famiglia e dall’amata moglie Diana (Claire Foy). Proprio Diana, preoccupata per l’aspetto sempre più cupo e abbattuto del marito, decide di strapparlo alla sorveglianza ininterrotta di medici e infermieri, e riportarlo a casa nel Derbyshire. Grazie anche alla rivoluzionaria sedia a rotelle dotata di respiratore, progettata su misura dall’amico Teddy Hall (Hugh Bonneville), Cavendish ritrova la vitalità perduta”. Con quest’opera prima, il regista si rapporta a una vicenda privata in un modo molto sensibile, mettendo al centro l’amore che quest’uomo e questa donna provano l’uno per l’altra e anche per la vita. C’è da commuoversi, ma non perché si ricorra a facili sentimentalismi, anzi.

Una curiosità: lo sguardo così attento di Serkis deriva anche da esperienze personali. Ha raccontato: “quando era giovane, mia madre insegnava a bambini disabili. Jonathan [il figlio di Cavendish] aveva visto e amato il film ‘Sex & Drugs & Rock & Roll‘, in cui interpreto il cantante Ian Dury, che come tutti sanno era affetto dalla poliomielite. Inoltre, mia sorella è malata di sclerosi multipla ed è costretta a vivere su una sedia a rotelle ormai da dieci anni. Mio padre era un medico, quindi sono cresciuto sentendo spesso parlare di malattie gravi. Dagli allievi di mia madre, ho imparato molto sulla poliomielite, la spina bifida, gli effetti della talidomide e tante altre patologie”.

— Pipì, Pupù e Rosmarina in Il Mistero delle note rapite di Enzo D’Alò

Se avete voglia di andare al cinema coi vostri piccoli, facendogli conoscere anche l’animazione nostrana, questa è l’occasione giusta. Questo gioiellino di un autore come D’Alò può fungere anche da veicolo di avvicinamento verso la musica classica – in fondo lo stesso regista è un compositore e musicista.

“Qualcuno ha rubato le note musicali della partitura composta dal Mapà per il Grande Concerto di Ferragosto. Il Narratore, inseparabile voce amica dei tre piccoli ed avventurosi Pipì, Pupù e Rosmarina, affida loro il delicato compito di scoprire il colpevole dello scellerato furto e di recuperare dunque la musica, senza la quale non potrà essere eseguito il tanto atteso Concerto di Ferragosto. E questo sarebbe un vero dramma per gli animali che abitano nel Bosco! I nostri tre impavidi amici non hanno indizi, sanno però una cosa molto importante: le note hanno vita propria e sono attirate dalla musica. E cosa escogiteranno per far sì che tutta la partitura del concerto di ferragosto si ricomponga come per magia? Decidono di rappresentare tre grandi opere classiche con l’aiuto degli animali del bosco, nella speranza di veder arrivare le note tutte insieme, svelando così il grande Mistero del loro rapimento” (dalla trama).

Tra le voci troviamo quella di Giancarlo Giannini e Francesco Pannofino.

— The Big Sick di Michael Showalter

Dopo l’ottimo riscontro al Sundance, questa commedia romantica arriva da noi e siamo sicuri che conquisterà i cuori anche dei più restii a lasciarsi andare.

“Durante uno dei suoi spettacoli serali, l’attore comico Kumail (Nanjiani) nota nel pubblico la bella Emily Gardner (Zoe Kazan), e alla fine dello show le chiede di uscire. Tra i due nasce prima un’intesa e poi un’appassionata storia d’amore, destinata a incontrare i pregiudizi delle rispettive famiglie. Quella di Kumail è la tipica famiglia pakistano-musulmana legata alle tradizioni, compresa quella del matrimonio combinato. Mentre i genitori di Emily, Beth (Holly Hunter) e Terry (Ray Romano), sono una coppia di cinquantenni cinici e disillusi. Sarà la grave malattia che colpirà la ragazza a dare a Kumail il coraggio di ribellarsi alle rigide imposizioni familiari e provare a conquistare la fiducia della madre e il padre di Emily” (dalla scheda).

Fonte di ispirazione è ancora una volta la vita vera e la reale storia d’amore di Kumail con la sua attuale compagna

Eventi cinematografici

— Lezione di cinema con Francesca Archibugi (Anteo Palazzo del Cinema 20 novembre)

Qui tutti i dettagli.

Rassegne cinematografiche

— Invideo, Mostra internazionale di video e cinema oltre (Spazio Oberdan e Istituto Europeo di Design 16 – 19 novembre)

Ventisettesima edizione per una kermesse che cerca, di anno in anno, di crescere senza mai denaturarsi. “Il tema di quest’anno, Origini”, spiegano Fattorossi e Lischi, “ci è sembrato il filo conduttore di lavori che in modi diversi evocano le fonti, le nascite, le radici. Il cosmo, le origini stesse della videoarte, cui alcune opere sembrano tornare per ritrovare una creatività radicale e pura; archivi da interrogare; l’universo; le proprie radici; gli inizi di storie appassionanti, di vicende che meritano di essere raccontate. Ma anche le forme primarie, la memoria, le astrazioni che sono alla base di ricerche stilistiche importanti. Un’edizione che ci parla di nuove strade della creazione audiovisiva, fra nascita e sviluppi”.

Per chi ama il cinema di ricerca e la sperimentazione, potrà fare una vera e propria full immersion visto che sono in programma trentatré titoli.

Etichette:

Non perderti un evento a Milano!

Ricevi solo eventi utili grazie alla Newsletter curata da Andrea

Aggiungiti agli altri 16.000 della community!