Pubblicato in: Evergreen Partner

Fare jogging a Milano: consigli e percorsi per chi ama correre in città

News PartnerNews Partner 4 settimane fa
jogging-ivan-kruk-123RF

Fare jogging in città è sicuramente tra gli sport preferiti da chi ci tiene a mantenersi in forma e contemporaneamente scaricare lo stress del vivere in una metropoli come Milano. Se siete agli inizi e state cercando qualche consiglio utile prima di andare a correre o i migliori percorsi frequentati dagli amanti del jogging o running milanesi, ecco i nostri suggerimenti.

Due importanti considerazioni prima di andare a correre

La corsa è forse uno degli sport più ‘semplici’ da praticare. È anche vero però che farlo in maniera scorretta a lungo andare può portare più svantaggi che benefici. Per questo, anche se possono sembrare ovvi, ecco 2 consigli importanti da tenere presente prima di uscire ad allenarsi.

La superficie su cui correre. Non tutti possono correre dove vogliono. Una superficie come l’asfalto per esempio è l’ideale per chi vuole andare veloce, ma può risultare dannosa per le articolazioni se non si ha una buona preparazione. Correre sull’erba o sulla terra risulta più ‘morbido’, ma è più facile incontrare ostacoli. I più allenati possono scegliere la sabbia, mentre il tartan è l’ideale per i principianti. Per i runner abituali sarebbe consigliato un percorso misto.

La giusta attrezzatura. Come tutti sappiamo, le scarpe sono la prima cosa da valutare, ma non l’unica. Anche l’abbigliamento deve essere comodo e adeguato alla stagione. Indossare un cappello e degli occhiali da sole con protezione UV sono due fattori essenziali visto che i raggi solari colpiscono pelle e occhi in tutte le stagioni e, a lungo andare, possono provocare danni. In estate, è altresì consigliato l’uso di una crema con fattore di protezione adeguato.

I percorsi per correre preferiti dai milanesi

Chi ama fare sport all’aria aperta sceglie soprattutto i parchi di Milano. In passato forse poteva essere una rischiosa opzione, ma ormai il Comune ha attrezzato a sufficienza tutti i parchi cittadini per essere sicuri e adatti per correre.

L’Idroscalo è soprannominato ‘il mare dei milanesi’ perché al suo interno, oltre a una natura incontaminata, c’è un lago artificiale in cui vengono praticate varie attività come il kayak e la canoa. Il percorso per chi vuole correre è segnalato da paletti di legno ed è lungo circa 2km, che si sviluppano tutti su erba.

Il Bosco in Città è amato da molti runner per la sua caratteristica unica di ‘forestazione urbana’ e perché viene ben gestito dal Comune. È la meta preferita di chi vuole distaccarsi dalla realtà e correre per almeno un’oretta lontano dallo smog e dal caos metropolitano.

I giardini pubblici Indro Montanelli hanno un anello esterno lungo circa 1,8km e sono ben attrezzati: oltre ai viali alberati e alcuni laghetti artificiali, vi si trova una fontanella da cui poter bere e si gode di un contorno culturale, visto che al suo interno ci sono il Planetario e il Museo di Storia Naturale.

Il Parco Nord, con i suoi 5, 10 e 15 km di percorso misto segnalato (da frequentare di giorno, la notte è meno consigliato) è un parco naturale di oltre 640 ettari, ben tenuto e pulito, ideale per chi vuole correre in un contesto tranquillo e rilassante.

Il Parco Sempione offre un percorso ben illuminato per correre in qualsiasi stagione dalla mattina al tramonto. Sono circa 3,5 km, anche se in parte è da condividere con pedoni e ciclisti, ma con la bella stagione si riempie soprattutto di runner.

Per finire, tra i parchi molto apprezzati per la corsa, ci sono anche il Forlanini, con un percorso che arriva fino a quasi 12 km, e i più tortuosi parco di Trenno e di Lambro, per corridori più esperti.

Correre in mezzo a viali e strade di Milano non è consigliato, visto l’inquinamento della metropoli, mentre sono da considerare i percorsi lungo i Navigli. Il più indicato è quello del Naviglio Grande, molto frequentato dai runners e ben illuminato, mentre gli altri possono essere più difficoltosi e bui, soprattutto d’inverno.

Offerta Libraccio 2018