Pubblicato in: Trasporti

Nuove tariffe dei biglietti Atm: dal 15 luglio si passa da 1,5 a 2 euro

Alessio CappuccioAlessio Cappuccio 1 settimana fa
biglietti atm milano aumento 2 euro
Foto: Dimitris Graffin on Visualhunt / CC BY
[AGGIORNAMENTO 9 OTTOBRE]: Atm ha deciso di prolungare la validità di tutti i titoli di viaggio precedenti alla modifica del sistema tariffario. Tutti i vari abbonamenti e biglietti, incluso il singolo da 1,50 euro, potranno dunque essere utilizzati all’interno del sistema di trasporto pubblico fino al 30 novembre.

[AGGIORNAMENTO 26 GIUGNO]: la Giunta comunale e l’Agenzia del bacino di Milano, Monza, Lodi e Pavia hanno decretato che sarà il 15 luglio il giorno a partire dal quale entreranno in vigore le nuove tariffe del trasporto pubblico.

Tra le novità emerse in sede di Consiglio comunale l’introduzione dal 2020 di un biglietto breve che costerà meno di 2 euro (forse 1,4) che permetterà l’utilizzo per un numero limitato di fermato o un periodo di tempo molto inferiore rispetto ai 90 minuti canonici.

Previsto anche l’arrivo di un abbonamento pluriennale, almeno di 2 anni, dal prezzo di 297 euro (annui). Contestualmente approvata anche la possibilità di rateizzare il pagamento dell’annuale: 27,5 euro al mese per 12 occorrenze. Inoltre, con un emendamento, è stato assicurato che il blocco dell’annuale ordinario a 330 euro sarà tale per almeno 3 anni.

Inoltre l’abbonamento off peak senior potrà essere utilizzato anche prima delle 9.30 (16 euro per il mensile e 170 euro per l’annuale).  Estensione per l’annuale a 200 euro anche per gli ex agenti delle forze dell’ordine; mentre per l’annuale a 165 euro per le famiglie con 4 figli a carico il numero minimo di figli a carico è passato a 3.

Novità anche per l’annuale ridotto a 50 euro: l’estensione includerà anche i disoccupati da almeno 24 mesi, e non non più da 36, e i detenuti che escono dal carcere per motivi di lavoro, volontariato o studio. Un biglietto gratis ogni 10 studenti sarà invece fornito agli insegnanti che accompagnano gli alunni in gita. Infine si confermano i viaggi gratuiti per gli animali domestici.

Dopo tante voci di corridoio, conferme e smentite più o meno sottobanco, ecco arrivare la decisione finale: il tanto paventato aumento dei biglietti del trasporto pubblico milanese è stato ufficializzato.

Le nuove tariffe sono state annunciate al termine dell’assemblea dell’Agenzia di bacino, la quale, con evidente contrarietà della Regione Lombardia (che non si è presentata), ha dunque decretato che dal 1 luglio 2019 i normali biglietti di metropolitana e mezzi di superficie passeranno da 1,50 a 2 euro. La notizia non è certo favorevole per le tasche dei milanesi, ma ci sono anche alcune novità interessanti.

Un piccolo preambolo politico, prima di entrare nei dettagli. La giunta milanese ha infatti affermato da tempo che, senza le risorse extra chieste alla Regione, il rincaro sarebbe stato inevitabile sia per sostenere economicamente il sistema del trasporto pubblico, sia per apportare future migliorie alla rete. Lo scontro con Palazzo Lombardia si riflette anche su Trenord, i cui treni non saranno interessati dalla modifica delle tariffe.

Aumenti Atm: biglietti e abbonamenti

Ecco tutte le modifiche e le tariffe che rimangono invariate. Si notano aumenti per quanto riguarda i biglietti e gli abbonamenti ordinari, mentre le fasce protette non sono state toccate.

L’obiettivo, come ammesso dallo stesso assessore alla Mobilità Marco Granelli, è quello di fidelizzare il viaggiatore abituale, penalizzando al contempo quelli casuali. L’intento, già molte volte annunciato dal sindaco Beppe Sala, è quello di incentivare l’uso dei mezzi pubblici contro quello dei mezzi privati.

  • Biglietto singolo: da 1,5 euro a 2 euro.
  • Biglietto giornaliero: da 4,50 a 7 euro
  • Biglietto per tre giorni: 12 euro
  • Biglietto settimanale: da 10 a 17 euro
  • Carnet 10 corse: da 13,80 a 18 euro e potrà essere condiviso
  • Biglietto settimanale 2×6 corse: eliminato
  • Abbonamento mensile urbano: da 35 a 39 euro
  • Abbonamento mensile under 26 e over 65 con ISEE da 16.000 € a 28.000 €: invariato a 22 euro
  • Abbonamento annuale ordinario: invariato a 330 euro (rateizzabili con 27,5 € al mese)
  • Abbonamento annuale under 26 e over 65: invariato a 200 euro
  • Abbonamento annuale disoccupati e ISEE sotto 6mila euro: invariato a 50 euro
  • Abbonamento under 14 e over 65 con Isee sotto 16mila euro: gratis (la soglia per i minori prima era di 10 anni)

Aumenti Atm: estensione della validità del biglietto

Una tra le novità più importanti riguarda senz’altro la validità del biglietto, che continuerà a essere di 90 minuti ma che prevederà l’utilizzo di più corse in metropolitana. In pratica con lo stesso biglietto, nell’arco dell’ora e mezza, si potrà entrare e uscire dai tornelli.

Inoltre la validità del biglietto si allargherà ad altri 19 comuni attorno al capoluogo, compresi quelli della provincia di Monza e Brianza e delle storiche fermate di Rho-Fiera e Assago, attualmente considerate extra-urbane. Dunque un risparmio per tutti i pendolari che fanno avanti e indietro dalla periferia o dall’hinterland milanese alla metropoli.

Scopri tutti gli orari di Atm con la nostra guida!

Etichette: