Pubblicato in: Libri

Beat Bop Big: reading dedicato alla Beat Generation

Marco Valerio 4 anni fa

beat-bop-bigL’associazione culturale Whipart Onlus e il Centro Sociale Maquis presentano l’evento Beat Bop Big, all’interno del programma del Festival della Letteratura di Milano.

Si tratta del terzo appuntamento organizzato da Whipart.it allo scopo di “svecchiare il reading”. Beat Bop Big, come facilmente intuibile dal titolo, è un evento culturale che ha lo scopo di immergere i fruitori nella Beat Generation, quell’intervallo di tempo che fece vibrare il mondo con un tonfo artistico disorientante.

Autori, lettori, attori, musicisti e scriteriati si alterneranno sul palco regalandoci performance prive di limiti stilistici, raccontandoci di come Allen Ginsberg, Jack Kerouac, Gregory Corso, Lawrence Ferlinghetti e molti altri mutarono l’America degli anni ‘50, rendendola beat. Beat come “beato”, come “battuto”, come prigionia umana e come flusso liberatorio, beat come gesto violento del genio pittorico, come forsennato ritmo jazz.

La beat generation non fu un movimento politico né religioso, non fu appannaggio di pochi artisti, non fu qualcosa di definibile, probabilmente fu una riscoperta del sé, un grido liberatorio, sudato, affranto, struggente, beffardo, violento. In estrema sintesi, la beat generation non può essere insegnata: Beat Bop Big, quindi, si pone l’obiettivo di illustrala e farla scoprire al pubblico.

L’iniziativa avrà luogo al Maquis in via Enrico Falck 51 (M1, San Leonardo), sabato 7 giugno a partire dalle ore 19.

Il programma della serata sarà incentrato principalmente sul reading performativo, ma prevede anche estemporanee pittoriche, mostre, tre esibizioni live e molto altro ancora!

Il programma completo di Beat Bop Big è consultabile a questo indirizzo: http://www.whipart.it/ChiSiamo/eventi/festival-letteratura-2014-beat/festival-letteratura-2014-beat.htm

Etichette: