Spettacoli teatrali Milano 2017: 17 - 23 luglio
 

Tre spettacoli teatrali da vedere a Milano dal 17 al 23 luglio 2017

Foto tratta da 'Drive_IN_#Barona' diretto da Francesca De Isabella. Ph Luca_Chiaudano

Foto tratta da ‘Drive_IN_#Barona’ diretto da Francesca De Isabella. Ph Luca Chiaudano

Avete l’imbarazzo della scelta su cosa vedere a teatro? Vi state chiedendo come impiegare, culturalmente, quella sera libera o la domenica pomeriggio? Come ogni lunedì, Milano Weekend vi segnala alcune opere in cartellone nella nostra città: un nuovo appuntamento con lo #spiegoneteatri.

Ecco cosa vedere a teatro a Milano nella settimana dal 17 luglio 2017

Alcuni consigli sugli spettacoli in cartellone

— Bernard – Marie (Civica scuola di Teatro Paolo Grassi – Sala Teatro 18 – 22 luglio)

Con questo spettacolo si conclude il percorso formativo degli undici giovani attori della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi per il 2017, tratto liberamente da ‘Quai Ouest‘ e ‘Lotta di negro contro cani‘ (l’adattamento drammaturgico è di Riccardo Favaro, autore del Terzo Corso della Paolo Grassi) del drammaturgo francese Bernard-Marie Koltès. Questa “indicazione del materiale drammaturgico operata da Giampiero Solari (direttore della scuola) si pone infatti in rapporto di continuità con ‘Terre Promesse’, il progetto europeo della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi che affronta, quest’anno per il secondo anno, il fenomeno della migrazione, osservando e raccontando, attraverso lo strumento teatrale, la continua evoluzione della geografia umana e politica in Europa. Con Bernard – Marie si approfondiscono le stesse tematiche, attraverso le opere di un grandissimo drammaturgo della seconda metà del secolo scorso, che offre uno stimolo ulteriore al processo formativo della Scuola, dove si cerca di unire il più possibile la forza poetica del teatro con la realtà. Il conflitto tra culture distanti, tra lingue perdute, la memoria delle origini, l’emarginazione nel quotidiano, la forza brutale dello scambio, del commercio, della tratta fino ad arrivare alla violenza della migrazione forzata: tutto questo riecheggia nell’universo della drammaturgia di Bernard-Marie Koltès” (dalla nota ufficiale). La regia è dello stesso Solari, con l’aiuto di Vittorio Borsari, regista collaboratore dell’allestimento.

In scena: Diego Becce, Michele Bernardi, Federico Gariglio, Carlo Giammusso, Francesca Muscatello, Lucienne Perreca, Arianna Piattelli, Miriam Podgornik, Ivo Randaccio, Edoardo Rivoira ed Edoardo Sorgente.

ORARI: 20,30

PREZZI: ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a r.paparella@fondazionemilano.eu

— Drive_IN_#Barona (luogo comunicato agli spettatori 18 – 23 luglio)

Volete sperimentare qualcosa di particolare? La compagnia Strasse, fondata da Francesca De Isabella e Sara Leghissa, offre quest’opportunità proponendo una performance per uno spettatore alla volta, in linea con l’indagine che le artiste stanno portando avanti sul contesto urbano. “Uno spettatore, una macchina e la città di Milano come palcoscenico. Per Triennale Teatro dell’Arte la compagnia milanese Strasse ha creato una versione ad hoc del suo Drive_IN, progetto urbano site-specific ambientato di volta in volta in luoghi differenti.

Drive_IN_Barona sceglie uno dei quartieri popolari storici della periferia sud di Milano per dare vita ad una performance da vivere in prima persona. Una pellicola che si sviluppa sulla strada, dove si tratta sempre della stessa scena girata nell’arco di una notte, che nasce e muore continuamente in un paesaggio che rivendica lo sguardo di chi lo attraversa” (dalla scheda). Gli artisti della performance sono Simone Evangelisti, Sara Leghissa e Paola Stella Minni.

Nota bene: il luogo dello spettacolo verrà comunicato agli spettatori entro il giorno prima della performance. La prenotazione è obbligatoria (biglietteria.teatro@triennale.org) dati i posti limitati.

ORARI: da martedì a venerdì dalle ore 19 alle ore 22; sabato e domenica dalle 11 alle 12,30 e dalle 19 alle h 22. Repliche ogni 30 minuti (pausa dalle 20,30 alle 21).

PREZZI: intero 10 €; ridotto under 30, over 65 e gruppi 7 €; ridotto studenti 5 €

— Roberto Trifirò legge Dostoevskij (Chiostri di Santa Maria alla Fontana 19 – 21 luglio)

La rassegna estiva organizzata dal Teatro Fontana, Notturno con ospiti, ha ricevuto un ottimo riscontro e si chiude all’insegna di uno dei massimi romanzieri russi, che non ha bisogno di presentazioni.

“In questo lungo monologo – ‘Sogno di un uomo ridicolo‘ – il protagonista sogna di uccidersi e di essere sepolto, poi di uscire dalla bara e di compiere un grande volo nello spazio, tra astri e costellazioni. Arriva su un altro pianeta, in tutto simile alla terra, ma una terra incontaminata e pura, popolata da esseri innocenti, sereni, perfettamente felici. La loro saggezza non ha bisogno di sistemi, teorie, speculazioni: essi conoscono la verità, che è anzitutto amore totale, incondizionato verso tutto e tutti. Ma la perfetta armonia di quegli esseri sereni non dura: la corruzione dell’uomo venuto dalla nostra terra, dominata dall’odio, dalla violenza, dalla meschinità, ha il sopravvento, si trasmette, e dilaga. A questo sogno, a questa parabola desolata, Dostoevskij torna più volte: con la speranza, espressa nell’epilogo di ‘Delitto e castigo’, che da questa nuova barbarie rinasca, presto o tardi, una nuova era di giustizia e purezza”, ha dichiarato Trifirò, l’artista che darà corpo a parole così dense e acute.

ORARI: da mercoledì a venerdì ore 21

PREZZI: intero 15 €; ridotto studenti universitari e convenzionati 10 €