La Piscina Caimi riapre al pubblico e diventa Bagni Misteriosi
 

La Piscina Caimi riapre al pubblico e diventa Bagni Misteriosi

Dopo l’inaugurazione di mercoledì 22 giugno con lo spettacolo Tranceparenti, la piscina Caimi riapre al pubblico.

L’impianto di via Carlo Botta 18, capolavoro degli anni Trenta in centro a Milano, dopo essere rimasto chiuso da quasi 10 anni riprende vita e sarà centro nevralgico della stagione estiva dell’adiacente Teatro Franco Parenti. E, non a caso, intrigante e in perfetto stile teatrale è il nome scelto per il centro balneare: Bagni Misteriosi.

Dal 30 giugno al 10 settembre, la struttura è aperta per la balneazione tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 10 alle 18. In settimana l’ingresso giornaliero costa 12 euro (ridotto 9 euro), mentre la mezza giornata 7 euro (ridotto 5 euro) e la pausa pranzo 5 euro. Sabato e domenica ingresso giornaliero 14 euro (ridotto 10 euro) e pomeridiano 10 euro (ridotto 8 euro). Entrano sempre gratis i bambini fino a 3 anni.

L’ingresso è invece libero per tutti con accesso dal Teatro Parenti (via Pier Lombardo 14) in pausa pranzo dalle 12.00 alle 14.30 e dopo le 18, quando sono previsti aperitivi, cene e drink sotto le stelle. Di sera c’è la possibilità di affittare gli spazi per eventi.

Gli impianti prevedono anche un’area ristoro e l’adiacenza al teatro è stata intesa fin da subito dalla Fondazione Pier Lombardo, che si è occupata di questa impresa apparentemente impossibile, come un’occasione di dialogo tra i due luoghi, oltre al semplice intento di riportare all’antico splendore gli edifici. Un esempio su tutti: l’accademia en plein air che nascerà e in cui si imparerà a parlare e recitare in grandi spazi.

A gestire gli impianti è Milanosport, azienda responsabile degli stabilimenti pubblici coperti e le piscine all’aperto di Milano.