Pubblicato in: Concerti e Musica

Lee Ranaldo a Milano per una rassegna di concerti alla Fondazione Feltrinelli

Alessio CappuccioAlessio Cappuccio 3 settimane fa
lee ranaldo milano concerti
Foto: Anna Bogaciovas

Torna il percorso di ricerca musicale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di viale Pasubio 5 a Milano. In occasione di Stagione Alternativa tre serate inedite – il 9, il 22 novembre e il 6 dicembre – a cura del pioniere del rock sperimentale Lee Ranaldo, chitarrista e fondatore dei Sonic Youth.

Suoni e voci per tracciare strade e visioni innovative nel panorama musicale contemporaneo: elettronica e classica contemporanea, sound art e avant-folk, sono i terreni di innesco del ciclo Natural Disruptors il cui programma annovera Mary Lattimore dagli Stati Uniti e Yuri Landman dai Paesi Bassi (9 novembre), il pirotecnico duo Xylouris White da Creta e Australia (22 novembre), Lee Ranaldo stesso (6 dicembre) in una performance audiovisiva e site specific con chitarra sospesa. Tutte le serate iniziano alle 21.00.

Si parte sabato 9 novembre con Mary Lattimore e Yuri Landman: Mary Lattimore (Usa / Ghostly International), arpista originaria della Pennsylvania da tempo residente a Los Angeles, si muove tanto negli ambienti della classica contemporanea quanto nei circuiti dell’underground. Unendo i suoni dell’arpa e sottili, calibrati, innesti di elettronica, Mary realizza una ambient music ovattata e lunare. Yuri Landman è musicista, performer e inventore di strumenti musicali. Negli ultimi anni ha ideato una performance solista con le sue strumentazioni uniche, canzoni dalle strutture non convenzionali composte con telefoni, hard disk, bambolotti, lattine di soda, metronomi, carta vetrata, meccanismi motorizzati, percussioni di metallo, kalimba e archi.

Venerdì 22 novembre è la volta di Xylouris White, il duo composto dal liutista cretese George Xylouris (figlio del leggendario cantante e suonatore di lira Psarandonis) e dall’australiano Jim White, batterista dei Dirty Three e collaboratore di Cat Power, Bill Callahan, Pj Harvey, Bonnie Prince Billy, Daniel Blumberg. L’unione di questi due talenti genera un folk ruvido, fiero e avventuroso, che porta nuova linfa e conferisce nuove forme alla tradizione plurisecolare in cui è radicato. In Fondazione presentano dal vivo “The Sisypheans”, quarto disco in studio.

Venerdì 6 dicembre chiude il ciclo il suo curatore, Lee Ranaldo, con una performance audiovisiva site specific intitolata Contre Jour, con Ranaldo alla chitarra sospesa e le immagini della fotografa e artista multimediale Leah Singer. Lee Ranaldo e Leah Singer lavorano insieme dal 1991, esplorando l’interazione tra suono e immagine. Sight Unseen e Contre Jour sono le loro più recenti opere audiovisive: il bordone ottenuto da una corda di chitarra, il flash di un fotogramma, la loro interazione in un ambiente avvolgente. Una chitarra elettrica è sospesa nello spazio, staccata dagli amplificatori, lasciata libera di oscillare come un pendolo. Gli schermi della proiezione sono site-specific. I “fenomeni della chitarra elettrica sospesa” e le immagini interagiscono con le ombre, ottenute in tempo reale. Al termine dello spettacolo Lee Ranaldo incontra il pubblico.

Lee Ranaldo a Milano per Feltrinelli: orari, biglietti e informazioni

9 e 22 novembre, 6 dicembre – viale Pasubio 5

Orario: dalle 21

Biglietti:

  • intero € 18,00
  • ridotto € 15,00 (over 65 anni, under 25 anni, studenti e possessori Carta Più/Multipiù laFeltrinelli)
  • gratuito Under 12
  • abbonamento 3 spettacoli € 40,00

Biglietti in prevendita su Vivaticket o disponibili il giorno del concerto a partire dalle 17.00 in Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Scopri tutti i live in programma a Milano con il nostro #spiegoneconcerti