Pubblicato in: Teatro

Va tutto bene (o quasi) al Teatro Filodrammatici

Marco Valerio 4 anni fa

va-tutto-beneDebutterà mercoledì 4 giugno al Teatro Filodrammatici il nuovo spettacolo della Compagnia Oyes. Va tutto bene è la storia di una famiglia come se ne vedono tante, una famiglia che da un giorno all’altro deve fare i conti con l’abbandono del padre.

Protagonista della vicenda raccontata in Va tutto bene è Attilio, il figlio adolescente che si ritrova senza un padre e con una madre teledipendente e distratta. Attilio, schivo e inesperto, si affida all’amico Edo con il quale intraprende un “viaggio virtuale” verso una discutibile felicità.

Ma sarà l’arrivo della misteriosa Lilly, un angelo in carne ed ossa venuto da un “paradiso” decisamente particolare a sconvolgere i delicati equilibri di casa e a curare le ferite che l’addio del padre aveva lasciato aperte..

Va tutto bene è uno spettacolo che riesce a trattare temi delicati come quello dell’abbandono con l’obiettivo di far divertire e allo stesso tempo commuovere lo spettatore, cercando di sfuggire al facile cinismo che pervade la società contemporanea ma senza inciampare nella retorica.

Va tutto bene viene presentato in anteprima nazionale e segna la conclusione del progetto triennale di residenza artistica della Compagnia Oyes che li ha visti impegnati nella realizzazione di tre nuovi spettacoli nelle ultime tre stagioni, con l’affiancamento organizzativo e artistico del Teatro Filodrammatici. Sempre presso lo stabile di via Filodrammatici, la Compagnia Oyes ha presentato poche settimane fa lo spettacolo Effetto Lucifero.

Va tutto bene è diretto da Stefano Cordella e interpretato da Vanessa Korn, Dario Merlini, Alice Redini, Umberto Terruso e Fabio Zullia. Lo spettacolo sarà in replica al Teatro Filodrammatici fino a venerdì 6 giugno.

Etichette: