Pubblicato in: Teatro

Tramedautore 2015: il festival di drammaturgia contemporanea al Piccolo

Oriana DaviniOriana Davini 3 anni fa
Tramedautore

TramedautoreTorna puntuale come ogni estate Tramedautore, la rassegna di drammaturgia contemporanea al Piccolo Teatro Grassi e al Chiostro Nina Vinchi.

Anzi, nell’anno di Expo Milano, il festival raddoppia: il primo appuntamento, dedicato al Teatro delle Regioni, è da martedì 21 a domenica 26 luglio e metterà in scena attori e spettacoli incentrati sul rapporto con un territorio e una lingua.

La seconda tranche di Tramedautore 2015 arriverà invece dopo l’estate ma prima dell’autunno, per la precisione da venerdì 11 a domenica 20 settembre.

Tramedautore 2015 è la quindicesima edizione della kermesse curata da Outis con la direzione artistica di Angela Calicchio e Tatiana Olear e debutta quest’anno con una giornata dedicata al drammaturgo napoletano Annibale Ruccello, autore di culto di Il Rione, suo primo testo finora inedito che verrà messo in scena grazie alla riduzione di Gian Maria Cervo.

ogni volta che arriva il gran caldoSi prosegue mercoledì 22 luglio con FELICI ma furlans – LIVE, versione dal vivo della celebre serie web creata da Alessandro Di Pauli e Tommaso Pecile. Con un titolo in lingua friulana, lo spettacolo ha già fatto impazzire il popolo della rete raccontando della friulanità contemporanea, con dialoghi, monologhi, letture drammatizzate, video e interazioni con il pubblico.

Giovedì 23 luglio spazio alla comicità toscana con Trovata una sega!, spettacolo di Antonello Taurino dedicato ai 130 anni dalla nascita di Amedeo Modigliani e ai 30 anni dal fattaccio delle sue false teste, che tanto scalpore fece sui notiziari.

Umorismo nero venerdì 24 luglio con Piccolo Mondo Alpino, lo spettacolo rivelazione dei fratelli veneti Marta e Diego Dalla Via, vincitore del Premio Kantor 2010, che racconta di quattro giovani che gestiscono un albergo di famiglia in una sperduta località del nordest.

La Compagnia del Teatro dell’Argine porta in scena, sabato 25 luglio, Liberata, spaccato fantastico e surreale, una storia di sangue e tenerezze atroci, che vede in scena un uomo disteso al suolo, morto o forse solo addormentato, e una donna che prega.

La conclusione, domenica 26 luglio, è un omaggio al drammaturgo palermitano Franco Scaldati: a partire dalle 18 ci saranno incontri, video e testimonianze, mentre alle 20.30 va in scena E’ la terra un’unica finestra, prodotto dal gruppo del Teatro Garibaldi alla Kalsa.

Tramedautore 2015

Piccolo Teatro Grassi

Dal 21 al 26 luglio 2015

Biglietti: intero 15 euro, balconata 12 euro

Etichette: