Pubblicato in: Concerti

Salonen chiude il Ciclo Strauss alla Scala

Marco Valerio 5 anni fa

Salonen-Esa-PekkaSi conclude al Teatro alla Scala di Milano il Ciclo Strauss, una rassegna di tre concerti dedicati al grande compositore e direttore d’orchestra tedesco Richard Strauss (nessuna parentela con gli Strauss viennesi padri del valzer) in occasione del suo centocinquantesimo anniversario.

Il Ciclo Strauss era stato inaugurato da un concerto diretto da Philippe Jordan lo scorso 23 aprile per poi proseguire con una serata che ha visto protagonista il prossimo direttore artistico del Teatro alla Scala, vale a dire Riccardo Chailly che ha diretto la Filarmonica in occasione del concerto del 5 maggio.

A concludere il Ciclo Strauss ci penserà il Maestro finlandese Esa-Pekka Salonen che in questi giorni sta portando a termine le ultime repliche di Elektra, opera composta proprio da Richard Strauss.

L’ultimo concerto del Ciclo Strauss si terrà al Teatro alla Scala sabato 14 giugno a partire dalle ore 20 e vedrà impegnata la Filarmonica scaligera diretta da Salonen.

Il programma della serata prevede l’esecuzione in apertura del poema sinfonico Don Juan op. 20 scritto da Richard Strauss nel 1888, uno dei primissimi successi del compositore all’epoca ventiquattrenne e uno dei brani musicali che garantirono il suo riconoscimento anche a livello internazionale.

Il Ciclo Strauss, come recita il titolo, è incentrato principalmente sul lavoro del musicista tedesco, ma presenterà anche l’esecuzione in prima assoluta di un brano inedito commissionato dal Teatro alla Scala. È il caso di Luca Francesconi di cui verrà eseguito Dentro non ha Tempo per grande orchestra Luciana Abbado Pestalozza in memoriam.

La serata si concluderà con il contributo musicale più celebre di Richard Strauss, ovvero il poema sinfonico Also sprach Zarathustra, Così parlò Zarathustra op. 30, famosissimo brano introduttivo del capolavoro della storia del cinema 2001: Odissea nello spazio firmato da Stanley Kubrick.

Etichette: