Pubblicato in: Cinema

Ritratto di signora al Teatro Franco Parenti per il ciclo Così vicini così lontani

Marco Valerio 4 anni fa

ritratto-di-signoraGiovedì 15 maggio avrà luogo il secondo appuntamento, al Teatro Franco Parenti, con il ciclo cinematografico Così vicini così lontani – Come il cinema affronta le dipendenze e separazioni affettive.

In questa circostanza il tema della proiezione e dell’incontro susseguente sarà La prigione dei sentimenti e il film scelto per l’occasione è Ritratto di signora di Jane Campion.

Pellicola del 1996, presentata in anteprima mondiale al Festival di Venezia, Ritratto di signora è tratto dall’omonimo romanzo di Henry James e interpretato da Nicole Kidman, John Malkovich, Barbara Hershey, Christian Bale, Viggo Mortensen, Shelley Winters e Mary-Louise Parker.

Ai primi del ‘900, la giovane aristocratica americana Isabel Archer, rimasta orfana, vive nella sontuosa dimora inglese dello zio materno, Mister Touchett, insieme al figlio di questi, Ralph, un autentico gentiluomo, intelligente e sensibile, ma di salute cagionevole, del quale diventa amica. Sempre elegantissima e subito in linea con gli impeccabili rituali dell’aristocrazia inglese (ricevimenti, passeggiate, tè, serate musicali, conversazioni da salotto), Isabel è interessata contemporaneamente a tre pretendenti che chiedono la sua mano, ma rifiuta di scegliere, finché un’amica, Madame Merle, con sapienti raggiri e insistenti motivazioni, riesce a convincerla a sposare il presuntuoso Gilbert Osmond, un artista dilettante.

Il ciclo cinematografico è, inoltre, arricchito da interventi di sette professionisti nell’ambito della psicanalisi, della sessuologia, della psichiatria e della sociologia.

Al termine della proiezione di Ritratto di signora interverrà Dante Ghezzi psicologo e psicoterapeuta, membro dello staff formativo della scuola di psicoterapia Mara Selvini Palazzoli e ivi responsabile del corso di terapia della coppia.

Etichette: