Pubblicato in: Teatro

Renato Sarti e Bebo Storti in ‘Otello Spritz’ al Piccolo

Oriana Davini 5 anni fa
Otello Spritz

Prendete l’Otello di Shakespeare, mettete insieme due attori come Renato Sarti e Bebo Storti, rivisitate il testo classico sulla base delle ultime notizie di cronaca legate al femminicidio, et voilà: ecco ‘Otello Spritz‘, in scena al Piccolo Teatro Studio Expo (via Rivoli 6, M2 Lanza).

Dal 9 al 19 maggio debutta in prima nazionale la nuova produzione del Teatro della Cooperativa, che riadatta la tragedia shakespeariana ai giorni nostri: non siamo più in Inghilterra, ma nel laborioso Nord Est italiano, patria dello spritz.

I personaggi mantengono i nomi dell’opera originale, ma Cassio diventa un giovane fiorentino d’assalto, raccomandato e arrivista. Jago è un uomo infido, Otello un migrante arrivato a occupare una posizione importante mentre Desdemona è la figlia di un oligarca russo, proprietario di mezza Venezia.

Otello Spritz‘ parte dalla storia del Bardo per raccontarne un’altra, altrettanto tragica: quella delle donne che in Italia vengono picchiate, maltrattate e uccise da mariti, amanti, fidanzati, compagni, ex.

Lo spettacolo vuole lanciare un urlo che infranga le pareti del teatro per riecheggiare nelle piazze e nelle strade ma anche all’interno delle case, il luogo dove spesso si consuma la tragedia: il confine tra realtà e finzione è labile e al pubblico femminile verrà chiesto di salire sul palco, al termine di ‘Otello Spritz‘, per partecipare al gioco del massacro e schierarsi dalla parte di Desdemona.

L’odio profondo verso Otello e Iago – racconta Renato Sarti – inevitabilmente rischierà di riversarsi anche sui due interpreti, Bebo Storti e io,  che hanno dato corpo e voce a due infami senza pari. Per assurdo, il massimo dei risultati sarebbe quello di essere attesi fuori dal camerino da frotte di donne in delirio, che non reclamano un autografo ma il diritto di spellarci vivi“.

Otello Spritz
9-19 maggio
Piccolo Teatro Studio Expo
Durata: un’ora e 30 minuti senza intervallo
Orari: martedì e sabato 19.30, mercoledì, giovedì e venerdì 20.30, domenica 16.00, lunedì riposo
Biglietti: platea 25 euro, balconata 22 euro

Per maggiori informazioni: www.piccoloteatro.org

 


Visualizzazione ingrandita della mappa

Etichette: