Pubblicato in: Evergreen

Piazza Cordusio, al centro delle attività pubbliche e lavorative di Milano

piazza cordusio

cordusio

Milano è ricca di piazze grandi o piccole, famose o poco conosciute ma tutte di straordinaria bellezza. Sono punti di passaggio a volte anche fin troppo sottovalutati, perché in una città come questa ogni angolo ha la sua storia ricca di personaggi e avvenimenti. Nel centro storico di Milano le piazze sono davvero tantissime, dalla più famosa e fotografata piazza del Duomo fino a quelle più piccole e fuori dal tran tran meneghino come piazza Sant’Alessandro.

Ma quella di cui vi parleremo oggi è una piazza sempre molto frequentata per via della sua posizione, del passaggio di tram, auto e taxi e per tutti gli uffici e punti di interesse nei dintorni: si tratta di Piazza Cordusio.

Storia e curiosità di Piazza Cordusio

Piazza Cordusio è una delle più belle piazze di Milano e fa da collegamento a via Dante, ponendosi esattamente a metà tra il Duomo e il Castello Sforzesco ed è il cuore di Milano per passanti e lavoratori. Il nome ha origine in epoca longobarda quando il duca di Milano abitava in questa piazza: deriva quindi dal latino “curia ducis” o “curtis ducis” (corte del duca). Prima di diventare definitivamente quella che oggi conosciamo come piazza Cordusio venne chiamato Largo Cordusio: nel 1882, cambiando conformazione, divenne piazza Ellittica e in periodo fascista fu intitolata a Costanzo Ciano, finché il Comune non la riportò nella sua antica denominazione di piazza Cordusio.

Nel centro della piazza si erge oggi una statua dedicata a Giuseppe Parini, un’opera di Beltrami, ma prima del 1899 al suo posto si trovava dapprima una colonna votiva del periodo della peste del ‘500 e successivamente una statua di San Carlo Borromeo. La statua dedicata al santo venne poi spostata nel 1786 nell’omonima piazza su volere del Governatore austriaco del periodo, giustificando la scelta come ‘intralcio alla circolazione’, in seguito a un suo scontro diretto con la carrozza.

cordusio

I Palazzi di Piazza Cordusio: tra le Poste e il nuovo Starbucks

Gli edifici che si trovano in piazza Cordusio risalgono al periodo compreso tra il XIX e il XX secolo, e alcuni agli inizi del ‘900. Gli edifici più moderni riportano a uno stile neoclassico e un’architettura monumentale tipica del fascismo.

Nel ‘900 molti palazzi dell’epoca vennero demoliti per far posto a quelli che ancora oggi possiamo vedere, come il palazzo delle Assicurazioni Generali che fa da crocevia tra le due vie Orefici e Dante, o Palazzo Broggi, ex sede della Borsa e delle Poste. L’ampia presenza di attività pubbliche e lavorative hanno aumentato anche l’attività commerciale della zona. Ne è un esempio l’imminente apertura del primo Starbucks meneghino nell’ex palazzo delle poste, confermando piazza Cordusio come una delle piazze che hanno fatto e continuano a fare la storia di Milano.

Etichette:
Milano Weekend