Pubblicato in: Festival News

Photofestival Milano 2022: 150 mostre dedicate alla fotografia d’autore

Redazione 2 settimane fa
photofestival-milano-2022-mostre-min
Un, due, tre, Milano, ph ©ClaudioManenti

Gli appassionati di fotografia (e non solo) accoglieranno con entusiasmo l’arrivo del 17° Photofestival 2022, la rassegna di fotografia d’autore che si svilupperà in vari spazi espositivi di Milano e della Lombardia dal 14 settembre fino al 31 ottobre.

150 mostre, insieme a incontri e iniziative per un festival diffuso, che occuperà gli spazi di gallerie, biblioteche, musei e spazi espositivi nelle aree di Milano, Bergamo, Brescia, Monza e Brianza, Lecco e Varese. Quest’anno la rassegna varcherà le porte della regione, per arrivare fino a Bologna e Venezia.

Il circuito di Photofestival 2022 – che conta su 153 mostre – si allarga dal centro all’hinterland e coinvolge ben 115 sedi espositive tra gallerie d’arte, musei, spazi istituzionali e privati, negozi, con un punto di forza nel “Palazzo della Fotografia” di Photofestival (Palazzo Castiglioni di Confcommercio Milano, in corso Venezia 47) e nelle biblioteche.

Photofestival 2022: le novità

Con il titolo “Ricominciare dalle immagini. Indagini sulla realtà e sguardi interiori”, l’edizione 2022 di Photofestival invita a soffermarsi sull’importanza delle immagini per osservare il mondo, e noi stessi, con occhi diversi, recuperando una normalità mai come ora apprezzata. Il festival, che per il terzo anno consecutivo si svolge in autunno anziché nell’abituale collocazione primaverile, coglie i segnali provenienti da un mondo che, uscito situazione di generale sgomento, vuole far sentire la sua voce: i
fotografi che tornano a indagare la realtà che li circonda e spesso riscoprono in se stessi inaspettate profondità, gli appassionati che si sentono di nuovo protagonisti delle diverse iniziative, gli operatori che stanno riconquistando gli spazi che la crisi aveva ristretto.

Novità principale dell’edizione 2022 è l’ulteriore diffusione di Photofestival sul territorio: se Milano e la sua area metropolitana restano l’epicentro del circuito, il festival si espande in un numero crescente di province lombarde (Bergamo, Brescia, Monza, Lecco, Varese) e italiane (Bologna, Venezia), anche grazie al coinvolgimento dei negozi specializzati di fotografia, una parte fondamentale dell’ecosistema dell’imaging che svolge un’importante attività di promozione della fotografia.

Mostre a Milano

Tra le tantissime mostre in programma segnaliamo alcune da non perdere:

Roberto Polillo, Jazz Drummers

Elvin Jones, ©Roberto Polillo

Dal 20 settembre al 20 dicembre

Blue Note Milano, via Borsieri 37

Una suggestiva mostra di ritratti dei grandi batteristi che hanno lasciato una traccia indimenticabile nella storia della musica jazz degli anni Sessanta. Max Roach, Elvin Jones, Art Blakey sono i nomi più noti di questa carrellata di personaggi di cui il fotografo, grande interprete di questa musica, coglie le performance (ma anche talvolta I momenti di pausa) in un bianconero particolarmente espressivo.

Graziano Villa, Architettura e fotografia

Dal 15 settembre al 6 ottobre

Centro Culturale di Milano,  Largo Corsia dei Servi 4

Questo lavoro di ricerca, con uno stile da direttore della fotografia più che da fotografo, è un tributo a Roma e Parigi. L’autore ha cercato di catturare la luce che l’architettura emana giocando con le ombre e i punti di vista per raccontare l’orizzontalità di Roma e la verticalità di Parigi.

Fabrizio Garghetti, Fluxus e altre performance

© FabrizioGarghetti

Dal 29 settembre al 14 ottobre

Scoglio di Quarto Spazio Arte, Via Scoglio di Quarto 4

Le fotografie di Fabrizio Garghetti, frutto di un lungo lavoro di un’autentica militanza culturale, ci portano nel mondo delle performance, fissando nel tempo le proposte di artisti quali Daniel Spoerri e Mosconi, Giuseppe Chiari e Ben Vautier, Dick Higgins e Yoko Ono.

Un, due, tre, Milano!

Dal 30 settembre al 31 ottobre

Spazi vari

Indagine acuta sulla nuova città di Milano condotta da Ermanno Albano, Maurizio Aloi, Claudio Manenti, si articola in un percorso che si sviluppa nelle vetrine delle attività commerciali di Corso di Porta Romana e negli spazi della Biblioteca Vigentina, per concludersi nel foyer del Teatro Carcano.

Mini Reporter, Con gli occhi dei più piccoli

Dal 15 al 28 ottobre

Biblioteca Sicilia, Via Luigi Sacco 14

Curiosità e spontaneità sono le caratteristiche che emergono da questa originale mostra con foto di bambini delle prime classi elementari che si sono messi in gioco nel fotografare la città e gli aspetti per loro più interessanti.

“Water making the invisible visible”. Le migliori foto del World Water Day Photo
Contest 2022

World Water Day Photo Contest 2022, ph.Sharwar Apo (Bangladesh), Tears of mercy

Dal 14 al 28 settembre

Centrale dell’Acqua di Milano, piazza Diocleziano 5

Il concorso promosso dal Lions Club Seregno AID, giunto alla sesta edizione, intende sensibilizzare le coscienze sull’importanza dell’acqua come diritto fondamentale dell’umanità e queste immagini hanno un ruolo potente e drammaticamente attuale nell’illustrare il ruolo dell’acqua, e la sua mancanza, nel mondo.

Umanamente possibile

Dal 4 al 16 ottobre

Casa Museo Boschi di Stefano, Via Giorgio Jan 15

I rapporti fra le persone e la solidarietà sono al centro di questa nuova mostra che qui esordisce con opere provenienti dall’Archivio Fotografico della Fondazione 3M. Libera comunicazione, inclusione, condivisione di ogni diversità, confronto, sono parte di una visione del mondo che vive di comportamenti reali.

Per tutte le mostre in corso a Milano non perdete il nostro #spiegonemostre